Tag Titolo Abstract Articolo
Interventi per rendere una migliore igiene e una miglior qualità degli stili di vita
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 08 mar. Proseguono gli interventi di bonifica ambientale, finalizzati a garantire l'igiene, la sistemazione degli spazi verdi pubblici e, più in generale, una migliore qualità della vita urbana. Lavori che concretizzano una priorità dell'attuale esecutivo, sempre in prima linea nella tutela e manutenzione delle aree green della città. L'Ufficio Ambiente del Comune ha previsto interventi di potatura di alberi, taglio erba e pulizia complessiva delle zone verdi pubbliche a partire da Via Cuostile giovedì 9 marzo 2017. Il 10 marzo i lavori si sposteranno in Via Catena e l'11 marzo in Via Cesare Battisti. In queste strade, nei giorni indicati, a partire dalle 7.30, fino al termine delle operazioni di pulizia, il Comando del Corpo di Polizia Locale ha istituito con apposita ordinanza, il divieto di sosta con rimozione. L'Amministrazione Comunale si scusa con la cittadinanza per eventuali disagi causati dallo svolgimento di  tali lavori. 
Parte la differenziata porta a porta per un sevizio più efficiente e rispettoso per l'ambiente
immagine
(AGMnews) - Fondi (LT), 08 mar. Il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo e l’Assessore all’Ambiente Roberta Muccitelli rendono noto che con delibera di Giunta Municipale approvata nella giornata di ieri, Lunedì 6 Marzo, si è proceduto a prendere atto della proposta degli Uffici di integrare il Capitolato speciale di appalto del servizio di raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti urbani e assimilati, differenziata “porta a porta”, servizio di spazzamento stradale e altri servizi accessori – stipulato nel Maggio 2016 – con cui si era determinata una significativa modifica del precedente sistema di raccolta, basato sul conferimento a cassonetto stradale. «Gli Uffici preposti – spiegano il Sindaco De Meo e l’Assessore Muccitelli – hanno monitorato costantemente la fase di avvio del servizio, durante la quale sono state richieste alcune integrazioni per corrispondere al meglio alle esigenze degli utenti, anche in ragione della coincidenza con il periodo estivo. Nel corso dei primi mesi si sono rilevate alcune criticità, segnalate direttamente dagli utenti, soprattutto da alcune tipologie di attività produttive e dalle Associazioni di categoria, portate all’attenzione della Commissione consiliare Ambiente, nell’ambito della quale si è condivisa l’opportunità di procedere ad una variazione di alcune frequenze dei calendari al fine di migliorare l’espletamento del servizio a favore degli utenti medesimi». I nuovi servizi aggiuntivi prevedono per le utenze domestiche il conferimento dell’organico tre giorni a settimana tutto l’anno (anziché nel solo periodo Giugno/Settembre) e il conferimento del vetro – secondo un programma di ritiro suddiviso per singole zone della città – ogni due settimane (anziché una volta a settimana). Per le utenze non domestiche il conferimento dell’organico è previsto tutti i giorni nel periodo Giugno/Settembre (anziché tre volte a settimana) e tre volte a settimana nel periodo Ottobre/Maggio (anziché due volte), mentre il conferimento di plastica e vetro è previsto due volte a settimana tutto l’anno (anziché una volta) con la possibilità di poter conferire direttamente presso le isole ecologiche interrate presenti in città. Il maggior costo dell’attivazione dei nuovi servizi è stato contenuto procedendo alla riduzione della raccolta del vetro per le utenze domestiche (che verrà pertanto effettuata una volta ogni due settimane) e alla rimodulazione di alcuni servizi e forniture, che comunque non inciderà sulla qualità e l’efficacia del complessivo servizio poiché riguarda forniture non essenziali, lasciando pertanto invariato il rispetto degli standard qualitativi e di efficienza previsti per legge. «Abbiamo condiviso la suddetta proposta di integrazione – proseguono il Sindaco e l’Assessore all’Ambente – perché riteniamo che soprattutto nella fase iniziale gli utenti devono avere la possibilità di poter conferire con maggior frequenza per favorire una nuova cultura di gestione dei rifiuti differenziandoli in modo corretto. E’ evidente che, così come è stato possibile in questa fase del contratto aggiungere nuovi ritiri, è altrettanto possibile, e in ciò confidiamo nella collaborazione dei cittadini, pensare di poter procedere in futuro ad una riduzione dei ritiri e di alcuni servizi con la possibilità di conferire il vetro e la carta a cassonetto stradale o nelle isole ecologiche interrate, senza il ritiro domiciliare. Tale ipotesi, ovviamente, che permetterà di ridurre i costi del servizio, a vantaggio degli utenti, la si potrà prevedere non appena tutti i cittadini avranno acquisito e consolidato la necessaria cultura. Non possiamo negare che ancora oggi, a distanza di circa un anno dall’attivazione della raccolta differenziata, il comportamento di alcuni incivili rischia di offuscare una scelta importante che abbiamo fatto con coraggio e che è stata accolta con grande soddisfazione da parte della stragrande maggioranza di cittadini». Nei prossimi giorni la ditta incaricata del servizio provvederà a consegnare direttamente agli utenti il nuovo calendario di conferimento dei rifiuti, unitamente ad un contenitore per raccolta dell’olio esausto.
Il prossimo 24 febbraio si svolgerà un incontro per informare la cittadinanza su eventuali rischi ed emergenze del territorio
immagine
(AGMnews) - Fondi (LT), 22 feb. Il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo e l’Assessore ai Lavori pubblici Onorato Di Manno invitano la cittadinanza all’incontro pubblico di presentazione del P.E.C. - Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile, a cura dell’Istituto Nazionale Superiore di Formazione Operativa di Protezione Civile. L’incontro si svolgerà Venerdì 24 Febbraio p.v. alle ore 18.00 presso la Sala convegni del Castello Caetani. Interverranno i responsabili dell’INSFO - Protezione Civile e il Comandante della Polizia Locale di Fondi Giuseppe Acquaro. Il Piano di Emergenza Comunale è obbligatorio a norma di legge (Legge 225/92 e successive integrazioni e modifiche della Legge 100/2012) ed è fondamentale per le Amministrazioni comunali in quanto rappresenta uno strumento strategico per la gestione delle emergenze potenziali e per la prevenzione nella mitigazione dei rischi nei territori comunali. «E’ importante sapere che il P.E.C. si configura come uno strumento il più possibile partecipato e condiviso – affermano il Sindaco di Fondi De Meo e l’Assessore Di Manno – con forme di coinvolgimento e consultazione dei cittadini, delle associazioni e del mondo del volontariato, che con la loro partecipazione attiva potranno costantemente contribuire al miglioramento del Piano. L’organizzazione dell’incontro pubblico del prossimo 24 Febbraio scaturisce pertanto dalla volontà di divulgare informazioni dettagliate e comprensibili al fine di accrescere le possibilità di condivisione». L’attivazione del Piano prevede l’operatività di un Ufficio di Protezione Civile che, unitamente alle Associazioni Locali di Volontariato di Protezione Civile e ad altre forme di volontariato locale, sappia fornire risposte adeguate ai fini del superamento dell’emergenza eventualmente in atto ed il ripristino delle normali condizioni di vita. Il Piano si pone quindi il duplice obiettivo di offrire alla comunità uno strumento operativo per la salvaguardia, il controllo e l’intervento sul territorio, nonché di contribuire a creare una autentica cultura nel settore. Pertanto nel P.E.C. sia i cittadini che il personale di protezione civile trovano riportate modalità di comportamento e consigli operativi da seguire in caso di emergenza e per programmare azioni ed interventi in caso di necessità. Poiché è essenziale che il P.E.C. e tutte le indicazioni concernenti l’emergenza e le attività di protezione Civile siano fruibili e visibili alla popolazione, nell’apposito banner presente sulla home page del sito web istituzionale del Comune di Fondi www.comunedifondi.it sono presenti notizie e informazioni relative a: Normativa di riferimento, Obiettivi del Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile, Inquadramento Generale del Territorio, Scenari di Rischio Locale, Condizioni Limite dell’Emergenza, Organizzazione del Sistema Comunale di Protezione Civile, Risorse per la gestione dell’emergenza, Procedure Operative di Intervento, nonché indicazioni sulle attività formative e informative, fondamentali in quanto rappresentano un presupposto indispensabile per l’efficacia e l’efficienza del P.E.C. e consentono pertanto – stabilendo regole e tempistiche d’intervento – di contenere e ridurre i danni che qualsiasi calamità può provocare.
il progetto di educazione ambientale finalizzato ad approfondire le conoscenze degli alunni in materia di differenziazione e riciclo dei rifiuti solidi urbani.
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 22 feb. Il progetto, promosso dall'Amministrazione Comunale attraverso l'Assessore alle Politiche Ambientali Iolanda Mottola, ha preso il via il 20 febbraio u.s. e coinvolgerà fino al 23 febbraio p.v  gli studenti dell'Istituto Comprensivo Carducci. A partire dal 28 febbraio fino al 3 marzo 2017 interesserà invece  gli alunni dell'Istituto Comprensivo Principe Amedeo. "Puntiamo a creare una maggior consapevolezza ambientale nei giovani - afferma il Sindaco Mitrano -  coinvolgendoli in modo diretto, affinché possano diventare attori fondamentali nel processo di tutela dell'ambiente che li circonda. Le nostre bellezze paesaggistiche, storiche, artistiche e culturali saranno ancor più valorizzate se inserite in un contesto urbano dove "coscienza civile" e "coscienza ambientale" vanno a braccetto,  dove ciascuno di noi, dai più piccoli ai più grandi, è consapevole dell'importanza "sociale" di quei piccoli gesti necessari per una corretta raccolta differenziata dei rifiuti. Gaeta ha avviato il porta a porta solo nel 2014 partendo da un misero 7% di rifiuto differenziato ereditato dal passato. Oggi ha raggiunto quasi il 60%: un risultato grandioso che ci ripaga di tutti gli sforzi realizzati per avviare il progetto della raccolta differenziata. Un'iniziativa rivoluzionaria, sopratutto dal punto di vista culturale, per il drastico cambiamento che comporta nella nostre abitudini  quotidiane. Ma rivoluzionaria anche perché di rottura rispetto ad un passato di inerzia e totale disinteresse amministrativo, in questo settore. Un grazie sincero ai miei concittadini perché il merito è tutto loro. Ad essi il plauso più grande per aver svolto un ottimo lavoro, per aver saputo rispondere alle nostre esortazioni con impegno e responsabilità, dimostrando un profondo senso civico, una condivisione degli  obbiettivi di eco sostenibilità e tutela dell'ambiente perseguiti dal nostro esecutivo, un rispetto ed un attaccamento alla città e al suo territorio. Per radicare e rafforzare questa coscienza ambientale è necessario però coinvolgere ancor di più i giovani, a partire dai più piccoli, sopratutto con la corretta ed esaustiva informazione, favorendo lo sviluppo delle loro conoscenze e competenze in materia. Di qui l'iniziativa avviata nelle nostre scuole che, siamo certi, vedrà la partecipazione attenta e proficua dei nostri ragazzi". Gli incontri didattici nelle scuole saranno curati dalla società di educazione, ricerca, informazione, comunicazione ambientale E.R.I.C.A, da diversi anni impegnata nelle scuole avendo lavorato con più di 3.00 insegnanti e 200.000 studenti in tutta Italia con progetti legati alla tematica dei rifiuti, dell'energia, dell'acqua, del rischio ambientale, della mobilità sostenibile. La metodologia utilizzata da E.R.I.C.A si basa sull'apprendimento dall'esperienza, sul lavoro di gruppo, sulla rappresentazione delle idee attraverso le mappe mentali, ovvero una tecnica di rappresentazione grafica della conoscenza. Tale metodologia favorirà l'acquisizione da parte degli studenti  del "sapere, in termini di conoscenza,  del "saper fare" in termini di capacità,  e del "saper essere" in termini di competenze e di apprendimento educativo. "Una maggiore conoscenza dell'universo rifiuti e di ciò che accade loro una volta separati nei diversi contenitori di raccolta - spiega l'Assessore Mottola - renderà i nostri figli sicuramente più consapevoli dell'importanza del loro riciclo ai fini del miglioramento generale della qualità della vita cittadina. Gli incontri si svilupperanno in maniera diversa  per ciascun ciclo di studi. Nella scuola primaria, dopo una breve introduzione sulle ragioni della raccolta differenziata,  gli alunni saranno accompagnati alla scoperta del "viaggio dei rifiuti". Con l'ausilio di brevi filmati saranno illustrate le fasi del riciclo di vetro, alluminio e plastica e della decomposizione degli scarti organici ed alimentari. Per gli studenti della scuola secondaria di primo grado è prevista la visione guidata del docufilm "Meno 100 kg. Ricette per la dieta della nostra pattumiera". Un vero e proprio viaggio nell'Italia  delle buone pratiche di riduzione dei  rifiuti. Tutti gli alunni poi parteciperanno ad un'analisi merceologica pubblica, ovvero ad una verifica della composizione di un campione di rifiuti urbani indifferenziati provenienti dalla raccolta nel Comune di Gaeta. Analisi  che si svolgerà all'interno della Giornata delle Olimpiadi della carta. L'intento della nostra Amministrazione è contribuire, attraverso tali percorsi educativi, alla formazione di cittadini più consapevoli per una città decisamente più vivibile ed ecosostenibile".
In questo ambito l'uffico competente provvederà ad effettuare verifiche agli immobili per poi procedere all'aggiornamento catastale
immagine
(AGMnews) - Fondi (LT), 16 feb. Il Comune di Fondi contribuisce alla campagna informativa dell’Ufficio Provinciale Territorio dell’Agenzia delle Entrate volta a sollecitare la dichiarazione al catasto edilizio urbano dei fabbricati rurali censiti al catasto terreni. La normativa prevedeva tale adempimento entro il 30 Novembre 2012. Nel corso del 2017 il competente Ufficio dell’Agenzia delle Entrate effettuerà puntuali verifiche relativamente ai suddetti immobili e inizierà il previsto iter finalizzato all’aggiornamento catastale, ove necessario applicando le sanzioni previste dalla legge. Giova sottolineare che per il mancato accatastamento sono previste sanzioni comprese tra un minimo di Euro 1.032 e un massimo di Euro 8.264. Qualora il possessore proceda autonomamente all’iscrizione in catasto potrà beneficiare dell’istituto del ravvedimento operoso, con un notevole risparmio sulle sanzioni che, considerando il tempo già trascorso dal termine di legge per l’adempimento, si riducono ad 1/6 degli importi sopra indicati. Sono esclusi dall’obbligo di dichiarazione i ruderi e gli immobili collabenti, ovvero quelli attualmente inagibili ma recuperabili con interventi di straordinaria manutenzione o ristrutturazione. Dal 16 Gennaio u.s. è attiva la pubblicizzazione nel sito internet dell’Agenzia delle Entrate (al link:  http://wwwt.agenziaentrate.gov.it/servizi/ImmobiliRurali/motore.php) degli identificativi degli immobili rurali ancora censiti al Catasto terreni. La nota pervenuta al Comune di Fondi dall’Ufficio Provinciale Territorio è pubblicata integralmente sul sito internet istituzionale del Comune di Fondi www.comunedifondi.it nella sezione Avvisi pubblici.
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 16 feb. Al via i lavori che completeranno l'intervento di ampio respiro finalizzato alla riqualificazione economico - turistica del quartiere Serapo - Fontania. Sarà infatti aperto, nei prossimi giorni, il cantiere che procederà alla realizzazione del secondo stralcio di questa grande opera di restyling del Lungomare di Serapo nel tratto di Via Fontania. Accessibilità pedonale, sicurezza della viabilità, miglioramento dell'arredo urbano, completamento del lungomare  e dei suoi accessi sono gli obiettivi della riqualificazione  che sta giungendo a compimento, grazie all'impegno ed alla ferrea determinazione dell'attuale Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Cosmo Mitrano. "Il progetto  - spiega il Primo Cittadino - è di vecchia data ma, per varie ragioni, è rimasto a lungo silente nei cassetti del Comune e della Regione. Appena insediati abbiamo subito messo in moto la macchina amministrativa per accelerare l’iter, avviato nel 2009, e dare inizio all’intervento nel più breve tempo possibile, recuperando un cofinanziamento regionale che altri avevano detto ormai perso". La riqualificazione del quartiere Serapo - Fontania si realizza in due tappe. A settembre veniva aperto il primo cantiere finalizzato all'intervento  riguardante il tratto che va da Via Marina fino alla spiaggia di Fontania, affidati alla ditta Edilizia D'Urso s.a.s. (costo complessivo circa 1 milione di euro, cofinanziato per il 90% dalla Regione Lazio  ed il 10% da fondi comunali). Nei prossimi giorni prenderanno il via i lavori  di secondo stralcio che interesseranno, invece,  il tratto di Via Fontania che va dall'incrocio con la Via Flacca a scendere verso Serapo per circa duecento metri. Saranno svolti dalla ditta Toce Domenico e C. sas, per una spesa totale di 200.000 euro, finanziati da fondi comunali. Il restyling, come illustra l'Assessore alle Opere Pubbliche Pasquale Ranucci,  consiste nella creazione dei marciapiedi per la sicurezza della viabilità pedonale con l’abbattimento di ogni barriera architettonica; nella realizzazione delle fogne per le acque meteoriche, determinanti per la soluzione del problema degli allagamenti di Via Bologna e Via Fontania. Particolare attenzione, infine viene data all’arredo urbano. I lavori rispondono, dunque, ad esigenze pressanti di viabilità, accessibilità e fruibilità degli spazi, del quartiere di Serapo - Fontania, una delle più belle aree ambientali e paesaggistiche della città, a forte valenza turistica. "Via Marina di Serapo - conclude  il Sindaco Mitrano - era tronca ed  il prosieguo pedonale verso via Fontania è sempre stato difficile per tutti, in assenza dei marciapiedi, così come sempre sono stati frequenti gli  allagamenti nei tratti stradali privi di condutture per le acque bianche. Realizziamo, quindi, una grande opera finalizzata a garantire sicurezza e migliori condizioni di vivibilità cittadina, ma che strizza l'occhio allo sviluppo turistico del territorio. Al rilancio del quartiere turistico - balneare d'eccellenza  della città di Gaeta, delle sue potenzialità economico -. imprenditoriali".
Gli operatori del Mof di Fondi hanno proclamato lo stato di agitazione per l’annosa controversia che vede contrapposte la Regione Lazio e due sue compartecipate, l’Imof e la Mof spa.
immagine
(AGMnews) - Fondi (LT), 08 feb. Il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo ha trasmesso in data odierna una nota al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti in merito alla complessa e delicata problematica, che si trascina da tantissimi anni, riferita alle società IMOF e MOF SpA, partecipate dalla Regione Lazio e dal Comune di Fondi. Sulla questione MOF il Sindaco ha avuto la settimana scorsa un incontro con l’Assessore regionale alle Politiche del Bilancio Alessandra Sartore, alla presenza del Consigliere regionale Giuseppe Simeone e dell’Amministratore Delegato MOF SpA Enzo Addessi. Pur apprezzando lo sforzo dell’Assessore Sartore, che in questi anni ha dedicato impegno ed energie per contribuire ad individuare una soluzione che consentisse alle citate società di ritornare in una situazione di tranquillità finanziaria tale da programmare e affrontare nuove strategie, De Meo ha constatato che l’ipotesi di intervento regionale che l’Assessore Sartore aveva prospettato potrebbe non essere più attuabile in ragione del contenzioso in essere e di un quadro normativo nel frattempo mutato. La suddetta ipotesi determinerebbe un aumento di capitale societario da parte della Regione mediante la conversione del credito derivante da un lodo arbitrale tuttora in contenzioso, al quale il MOF rinuncerebbe. A riguardo il Sindaco ha espresso riserve a Zingaretti su tale presunto impedimento, ritenendo che la questione meriti l’immediata apertura di un confronto diretto tra i soci pubblici e privati per analizzare termini e contenuti della problematica in essere prima che essa degeneri irreversibilmente, con ingenti danni economici su un settore vitale per l’economia della regione Lazio e su un indotto che garantisce il sostentamento di migliaia di persone. A fronte di questa preoccupante novità, appresa anche dagli operatori del MOF, il Sindaco è stato informato in data odierna della programmazione di uno stato di agitazione generale. Pertanto De Meo ha chiesto al Presidente Zingaretti di non sottovalutare assolutamente tale questione «che richiede urgentemente una forte e determinata presa di posizione della Regione Lazio per chiarire definitivamente quale ruolo la Regione medesima intende assumere per definire una volta per tutte la problematica in oggetto».
Volontari impegnati a pulire il litorale tirrenico da rifiuti abbandonati
immagine
(AGMnews) - Fondi (LT), 25 gen. Avrà luogo Domenica 29 Gennaio p.v., sulle spiagge di tutta Italia, l’edizione 2017 dell’operazione “Il Mare d’Inverno”. L’iniziativa si prefigge di riportare al centro dell’attenzione la necessità di ridurre i rifiuti e riciclarli più possibile. Anche Fondi, già protagonista nel 2015 e nel 2016 di due Giornate Ecologiche, sarà partecipe dell’iniziativa su invito di “Fare Verde Onlus - Provincia di Frosinone”, Numerosi i sodalizi che hanno dato la propria adesione all’operazione, promossa in città dall’Associazione Culturale “Il Quadrato”: Associazione “Pro-Capratica”, “Associazione Articolo Ventiquattro”, Associazione “Nuove Prospettive”, il “Vespa Club Fondi”, Associazione “Omnis” e gli amici della Pagina Facebook “Visit Fondi”. L’iniziativa – patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, del Comune di Fondi e del Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi – si svolgerà dalle ore 10.00 alle 13.00 e interesserà la duna e la spiaggia di Capratica, sito di Interesse Comunitario Parco delle Dune di Capratica. “Il Mare d’Inverno” vedrà i volontari impegnati a pulire diverse spiagge nell’intera penisola, per ricordare a tutti che l’inquinamento dei litorali è un problema che esiste per dodici mesi all’anno e non solo durante il periodo estivo. Le operazioni di pulizia promosse da “Fare Verde” sono l’occasione per informare i cittadini sulle possibilità di riduzione dei rifiuti che invadono le nostre città, le strade, le autostrade, le ferrovie che attraversano le campagne, le aree industriali e i quartieri residenziali, le cime delle montagne e i boschi, i prati e naturalmente le spiagge. A tutti i partecipanti all’appuntamento di Capratica sarà distribuito un volantino con informazioni sul riciclo dei rifiuti e alcuni consigli utili per ridurli. Ai più piccoli sarà donato un omaggio direttamente da parte di “Fare Verde”. Per informazioni è possibile contattare i seguenti numeri: 393-5510005; 329-8537664; 328-1889586.
Iniziative ed eventi per celebrare il prossimo 13 gennaio l'isittuzione dell'edificio scolastico
immagine
(AGMnews) - Fondi (LT), 06 gen. Il Liceo Classico e Linguistico “Piero Gobetti” di Fondi si appresta a celebrare i suoi primi 80 anni. L’importante traguardo storico sarà celebrato con una serie di iniziative – ricche di eventi e proposte da non perdere e la partecipazione di ospiti eccezionali – dal titolo “80… ma non li dimostra”. Le celebrazioni si avvalgono dei patrocini di Comune di Fondi, Parco Naturale Regionale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi, Provincia di Latina - Settore Politiche della Scuola e Sociali, MOF - Centro Agroalimentare all’Ingrosso e Banca Popolare di Fondi, e sono state rese possibili grazie alle preziose collaborazioni del Ristorante Antica Carrera e di FuturGrafica e all’impegno profuso dagli ex alunni del Liceo Gobetti. Il primo appuntamento, in programma Mercoledì 11 Gennaio 2017 alle ore 16.30 presso il Centro Multimediale “Dan Danino di Sarra”, vedrà protagonista il celebre artista Roberto Vecchioni, che presenterà uno dei suoi ultimi libri, “Il mercante di luce” (Einaudi, 2014), che racconta il rapporto, collegato dalla letteratura greca, tra un docente di lettere antiche e suo figlio gravemente malato. L’intervista sarà a cura di Simone Nardone, con brevi intermezzi musicali a cura dalla “Go-Band” del Liceo Gobetti. Gli appuntamenti di Giovedì 12 si apriranno alle ore 11.00 presso la palestra dell’Istituto con una cerimonia di incontro degli alunni del Liceo con ex alunni, ex presidi ed ex docenti. Il pomeriggio, alle 16.30, l’appuntamento è presso la Sala convegni del Castello Caetani con l’inaugurazione della mostra “Io ci sono” e una tavola rotonda sul tema della violenza contro le donne con Federica Sanguigni che presenterà il racconto “E’ solo colpa mia”, cui prenderanno parte la prof.ssa Fernanda Parisella dell’Associazione Nadyr, l’avvocato Roberto Persico e l’Arcivescovo di Gaeta Mons. Luigi Vari. L’incontro sarà moderato da Simone Nardone. Venerdì 13, dalle ore 18.00 alla mezzanotte, è in programma il gran finale presso la sede del Liceo con il cantautore Virginio Simonelli, guest star della “Notte Bianca dei Licei Classici d’Italia”, e l’accompagnamento musicale a cura della Quizas Acoustic Band. All’evento parteciperà il prof. Rino Caputo, Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università “Tor Vergata” di Roma. La manifestazione sarà presentata da Simone Di Biasio.
Patto di Amicizia tra SS.Cosma e Damiano e Taranto
immagine
(AGMnews) - Santi Cosma e Damiano (LT), 02 gen.Mentre al Ministero dei beni culturali e del turismo (MIBACT), il giorno 11 gennaio si darà l’avviso ufficiale dello sblocco di ulteriori milioni di Euro per la Via Francigena del Nord, al Sud si vanno facendo accordi per contare di più al tavolo dell’Unione Europea e ottenere il sospirato accreditamento per il riconoscimento definitivo del tratto Sud, quello che arriva fino a Brindisi.  Ci ha pensato l’amministrazione del Comune di Santi Cosma e Damiano che ha trovato il modo di stringere un Patto di amicizia con il Comune di Taranto. La cerimonia ufficiale e la sottoscrizione si è tenuta il 27 di dicembre. Il motivo di fondo che ha portato a questa decisione è che entrambe le città condividono la devozione ai Santi Cosma e Damiano e hanno voluto suggellare questa comunione di intenti valorizzando i “cammini” che gli stessi Santi hanno fatto attraversando i rispettivi territori. Pensandoci poi bene hanno anche preso coscienza che il “cammino” fatto dai Santi è lo stesso di quello che oggi si va sempre di più riconoscendo come il cammino della Via Francigena del Sud. Esso infatti, parte da Roma, passa per Santi Cosma, attraversa la Campania e la Basilicata e raggiunge Taranto da cui poi si arriva a Brindisi o a Santa Maria di Leuca. E’ stato dunque conseguente indicare nel Patto l’esigenza di valorizzare la vita e l’opera dei Santi Medici, ma anche il cammino della Via Francigena del Sud che loro certamente hanno percorso e impegnarsi a coinvolgere nella medesima iniziativa i Comuni che si collocano sulla “Via” ma anche quelli a Nord e a Sud dei due Comuni. Già un primo appuntamento tra i Comuni delle Regioni attraversati dalla Francigena del Sud è stato programmato per il 12 di gennaio a San Giovanni Rotondo, dove il dott. Vincenzo Petruccelli, che è anche presidente dell’Associazione dei Comuni SER.A.L., sarà ospite del presidente dell’Associazione dei Comuni Foggiani, il dott. Gaetano Cusenza e dei sindaci dell’Associazione pugliese. 
Per la prima volta insieme i nove comuni del comprensorio (incluse le isole di Ponza e Ventotene), in stretta collaborazione con la Regione Lazio
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 28 dic. La Regione Lazio plaude a Sciusci e Ciaramelle e attribuisce all'iniziativa un finanziamento di 10.000 euro, riconoscendo la strategia vincente di questa programmazione comprensoriale di eventi natalizi, nata dal progetto di rete,  creato dai Comuni del Golfo di Gaeta e delle Isole Ponziane (Formia, Gaeta, Itri, Santi Cosma e Damiano, Spigno Saturnia, Minturno, Castelforte, Ponza, Ventotene), che vede la Municipalità di Gaeta nel ruolo di capofila. Si tratta di fondi della Governo Regionale guidato da Nicola Zingaretti, fatti pervenire al Comune di Itri, ma a favore della valorizzazione  del patrimonio delle tradizioni popolari delle città dell'intero comprensorio, attraverso l'Assessorato Regionale al Turismo diretto da Massimiliano Smeriglio che riveste anche il ruolo di Vice Presidente Regionale. Il Vice Presidente Smeriglio partecipò insieme ai primi cittadini, o delegati, dell'area territoriale considerata, dei Consiglieri Regionali Enrico Forte e Rosa Giancola, del Direttore dell'Agenzia Regionale del Turismo, Elisabetta Longo, alla presentazione del calendario di eventi  "Sciusci e Ciaramelle", svoltosi lo scorso 16 dicembre, nell'Aula Consiliare del Palazzo Comunale di Gaeta. Una programmazione di manifestazioni molto varia  caratterizzata dalla forte presenza di segni identificativi della cultura locale. Segni che si individuano nelle  feste e nelle cerimonie e che conservano ancora tratti di ritualità antiche, vissute con grande partecipazione popolare. Tanti gli eventi  e tra questi i caratteristici Presepi viventi,  le Novene  che si celebrano all’alba dal 16 al 24 dicembre nella Chiesa di Santa Maria ad Martyres di Maranola di Formia, eseguite con l’accompagnamento di un’orchestra di zampogne e di un organo antico; gli Sciusci, i canti tipici di questua in onore di San Silvestro, eseguiti la sera del 31 nelle vie di Gaeta da gruppi spontanei, accompagnandosi con vari strumenti a percussioni. Ad ogni cerimonia è collegata la consumazione di cibi rituali, in particolare i dolci che ancora vengono preparati con antica sapienza nelle case e nei ristoranti. Grazie alla sinergia fra Enti ed Associazioni e l’Agenzia regionale del Turismo della Regione Lazio, anche quest’anno i nove Comuni del Golfo hanno, dunque, ricreato un Progetto di rete che ha lo scopo di valorizzare le specificità di ogni evento, inserendolo in un contesto comprensoriale. Alla luce di questa nuova prospettiva, la seconda edizione di  Sciusci e Ciaramelle riassume i connotati di un originale Festival spontaneo, caratterizzato da un ricco calendario di manifestazioni che si susseguono in ogni comune  del Golfo. Il programma, così ben armonizzato, dà la possibilità ai residenti di conoscere più a fondo le proprie radici e al turista curioso di compiere un “viaggio” attraverso i luoghi, la storia, le tradizioni culturali del Distretto del Golfo di Gaeta e isole Ponziane. Per i Sindaci di Gaeta ed Itri, rispettivamente Cosmo Mitrano ed Antonio Fargiorgio, il finanziamento alla programmazione di Sciusci e Ciaramelle 2016, ottenuto dalla Regione Lazio: "E' espressione di fiducia verso questo progetto di rete comprensoriale di cui si riconosce la validità ai fini della valorizzazione turistica territoriale. I fondi concessi rappresentano anche un importante input a proseguire nella strada intrapresa.  Da due anni ci siamo uniti per lavorare insieme alla definizione di politiche comprensoriali per lo sviluppo turistico locale dell'area del Basso Lazio, promuovendo in piena sinergia e condivisione programmi di manifestazioni natalizie, pasquali ed estive. Non è stato facile, ma con impegno e determinazione siamo andati avanti, superando, con vero spirito di squadra, diversi ostacoli. Le nove città del comprensorio costituiscono un ampio bacino territoriale che sta lavorando per proporsi sulla piattaforma nazionale come attrattore turistico unico, puntando sulle singole specificità, presentate in una cornice comune.  Ogni città in questo contesto opera alla pari con tutti gli  altri, condividendo le radici culturali più profonde delle singole comunità. Tutti insieme abbiamo posto le basi di un processo destinato a svilupparsi coinvolgendo le città del Golfo e le Isole Ponziane in politiche comprensoriali di sempre maggior respiro".
Tavolo tecnico in merito allo sviluppo turistico locale che valorizzano il patrimonio delle tradizioni popolari della Città del Golfo
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 17 dic. "Il turismo comprensoriale è la strategia win win del Golfo di Gaeta e delle isole Ponziane". Così il Vicepresidente della Regione Lazio Massimiliano Smeriglio nell'incontro con i Sindaci del Sud Pontino, che già da due anni si sono uniti per lavorare insieme alla definizione di politiche comprensoriali per lo sviluppo turistico locale, promuovendo in piena sinergia e condivisione programmi di manifestazioni natalizie, pasquali ed estive. La riunione al vertice, aperta al pubblico, si è svolta questa mattina nell'Aula Consiliare del Palazzo Comunale  di Gaeta, Comune capofila del progetto turistico comprensoriale delle Città del Golfo e delle Isole Ponziane. Ha visto la partecipazione dei primi cittadini, o delegati, dell'area territoriale considerata, dell'On. Enrico Forte, del Consigliere Regionale Rosa Giancola, del Direttore dell'Agenzia Regionale del Turismo, Elisabetta Longo, oltre al Vicepresidente Smeriglio. Al centro dell'incontro le proposte turistiche correlate ad eventi che valorizzino il patrimonio delle tradizioni popolari delle città del comprensorio. Il summit ha rappresentato anche l'occasione per presentare la seconda edizione di Sciusci e Ciaramelle, la programmazione comprensoriale di eventi natalizi, nata dal progetto di rete creato dai Comuni del Golfo di Gaeta e delle Isole Ponziane. "Un calendario speciale - ha dichiarato il Sindaco Cosmo Mitrano nel suo intervento - dove ogni Comune ha messo una parte rappresentativa del proprio territorio. Una programmazione che parla delle Tradizioni, della Cultura, dell'Arte, della Storia di oltre 160mila persone, cittadini dell'area del Golfo e delle Isole Ponziane. Un ampio bacino territoriale che sta lavorando per proporsi sulla piattaforma nazionale come attrattore turistico unico, puntando sulle singole specificità, presentate in una cornice comune.  Non ci sono prime donne né protagonisti principali nel progetto avviato, ogni Comune in questo opera alla pari con tutti gli  altri, condividendo le radici culturali più profonde delle singole comunità. La presenza oggi del Vice Presidente regionale Smeriglio dà forza e prestigio al nostro progetto di rete. Un grazie sincero rivolgiamo al Vice Presidente e a tutti rappresentanti istituzionali che con la loro partecipazione ci spingono a continuare nella strada intrapresa con ancora più coraggio e determinazione". Pieno riconoscimento dell'importanza e dell'alto valore dell'iniziativa comprensoriale nelle parole del Vicepresidente Smeriglio: "Tradizioni millenarie di un vasto territorio laziale, ricco di Storia, Arte, Cultura e bellezze paesaggistiche organizzate e presentate al turista in un pacchetto comune realizzato con condivisione e senza competizione.  E' questo il risultato di un grande lavoro sinergico. Una proposta che ha tutte le carte in regola per intercettare il flusso turistico diretto a Roma, ed avvalersi di finanziamenti europei per la sua concretizzazione. Ottimo dunque il lavoro delle Amministrazioni comunali che hanno messo in campo una strategia win win. Davvero vincente. Un grazie particolare rivolgiamo ad Ambrogio Sparagna, funzionario regionale e grande artista di fama internazionale, cui vanno riconosciute grandi doti: la modestia e la sua capacità di mettersi al servizio della comunità. Sparagna rappresenta il plus valore di questo valido progetto comprensoriale". Il famoso etnomusicologo di origini formiane, anima del progetto turistico di rete, in qualità funzionario della Regione Lazio, ha presentato il programma natalizio: Sciusci e Ciaramelle, luci, musiche e tradizioni del Natale dalle città del Golfo e Isole Ponziane. "Una programmazione varia  - ha detto Sparagna - caratterizzata dalla forte presenza di segni identificativi della cultura locale. Segni che si individuano nelle  feste e nelle cerimonie che conservano ancora tratti di ritualità antiche, vissute con grande partecipazione popolare. Tante le manifestazioni e tra queste i caratteristici Presepi viventi ,  le Novene  che si celebrano all’alba dal 16 al 24 dicembre nella Chiesa di Santa Maria ad Martyres di Maranola di Formia, eseguite con l’accompagnamento di un’orchestra di zampogne e di un organo antico; gli Sciusci, i canti tipici di questua in onore di San Silvestro, eseguiti la sera del 31 nelle vie di Gaeta da gruppi spontanei, accompagnandosi con vari strumenti a percussioni. Ad ogni cerimonia è collegata la consumazione di cibi rituali, in particolare i dolci che ancora vengono preparati con antica sapienza nelle case e nei ristoranti. Grazie alla sinergia fra Enti ed Associazioni e l’Agenzia regionale del Turismo della Regione Lazio, anche quest’anno i nove Comuni del Golfo hanno ricreato un Progetto di rete che ha lo scopo di valorizzare le specificità di ogni evento, inserendolo in un contesto comprensoriale. Alla luce di questa nuova prospettiva, la seconda edizione di  Sciusci e Ciaramelle riassume i connotati di un originale Festival spontaneo, caratterizzato da un ricco calendario di manifestazioni che si susseguono in ogni comune  del Golfo. Il programma, così ben armonizzato, dà la possibilità ai residenti di conoscere più a fondo le proprie radici e al turista curioso di compiere un “viaggio” attraverso i luoghi, la storia, le tradizioni culturali del Distretto del Golfo di Gaeta e isole Ponziane".
Il comune di Gaeta ha firmato l'atto notarile per l'acquisto dello storico immobile delle Fiamme Gialle
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 16 dic. La Gran Guardia appartiene alla Città di Gaeta: firmato a Roma dai rappresentanti del Comune di Gaeta e dell'Agenzia del Demanio l'atto notarile che sancisce l'acquisizione gratuita al patrimonio comunale dello storico immobile. Soddisfatto il Sindaco Cosmo Mitrano per la conclusione dell'iter: "Un altro grandioso progetto per la città di Gaeta portato a compimento dalla nostra Amministrazione. Un risultato importante che premia l'impegno, la costanza e la determinazione del nostro esecutivo. E' stato un cammino non privo di ostacoli ma con tenacia siamo andati avanti spediti. La Gran Guardia ora appartiene a tutta la popolazione gaetana. Sarà riportata al suo antico splendore e riaperta al pubblico. L'obbiettivo infatti adesso è recuperare lo storico edificio e dedicarlo alla promozione dell'offerta turistica, culturale ed artistica del territorio. L'idea di valorizzazione consiste pertanto nell'utilizzo della Gran Guardia come luogo che rappresenti simbolicamente il "punto di accesso" e di promozione del sistema museale e storico- culturale della Città di Gaeta". "La sua collocazione strategica  - spiega il Primo Cittadino - rende la Gran Guardia perfettamente idonea ad accogliere e promuovere l'intera offerta museale, storica e culturale della Città. Al contempo l'antico palazzo potrà ospitare, nei due saloni di rappresentanza, eventi ed iniziative di particolare prestigio e rilevanza. La strategia di valorizzazione passa innanzitutto dal recupero strutturale dell'edificio che necessita di numerosi e rilevanti interventi. In secondo luogo la valorizzazione del bene prenderà concretamente forma attraverso il suo utilizzo istituzionale: la sua apertura al pubblico sia per l'accesso al sistema museale, sia per ospitare, quale sede privilegiata, manifestazioni ed iniziative mirate, in piena sintonia con il valore e la storia dell'edificio, il quale si presta a fungere anche da auditorium per eventi musicali di elevato profilo artistico". L'iter per l'acquisizione gratuita della Gran Guardia è stato avviato con la delibera n.102 del 9 giugno 2016, con la quale l'esecutivo guidato dal sindaco Mitrano ha aderito al Federalismo Demaniale Culturale (ex art.5, comma 5 D. Lgs. n. 85 del 28/05/2010), approvando la proposta di  Programma di Valorizzazione della Gran Guardia e del connesso progetto di restauro e recupero funzionale. Passi successivi sono stati: l'accoglimento della proposta e a seguire la firma dell'Accordo di Valorizzazione da parte del Ministero dei Beni Culturali e del Paesaggio e dell'Agenzia del Demanio. Accordo siglato in un'atmosfera di grande entusiasmo e partecipazione popolare nella Sala di Rappresentanza della Gran Guardia, il 12 ottobre scorso alla presenza del prefetto Pierluigi Faloni, del prof. Giampaolo D'Andrea (capo di gabinetto del ministro Franceschini), della dottoressa Daniela Porro (Segretario Regionale per il Lazio del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo) e dell'ing. Pier Giorgio Allegroni (Direttore dell'Agenzia del Demanio, Direzione Regionale Lazio). Nell'Accordo sono stati stabiliti e precisati gli obbiettivi e le modalità di attuazione della Valorizzazione dell'immobile. Definita anche un'indicazione preliminare degli interventi tecnici di recupero del bene. La presa d'atto da parte del Consiglio Comunale di tale Accordo  ha aperto la strada all'ultimo atto: la firma a Roma dell'Atto notarile con l'Agenzia del demanio, avvenuta questa mattina. Si procederà così all'approvazione del progetto esecutivo di recupero dell'immobile ed all'ottenimento dei necessari nulla osta per l'avvio dei lavori. Le spese per il recupero e la ristrutturazione  dello storico edificio saranno sostenute dalle casse  comunali, fatta salva la possibilità di ricercare soggetti privati che intendano sponsorizzare, nelle modalità previste dalla Legge, gli interventi di ristrutturazione in questione. Inoltre l'Amministrazione Comunale si riserva la possibilità di partecipare, per il reperimento delle risorse,  a bandi di finanziamento  regionali, governativi, comunitari e/o privati. L'intera struttura sarà gestita dal Comune di Gaeta.
Si rende nota tramite nota stampa
immagine
(AGMnews) - Fondi (LT), 15 dic. Il Comune di Fondi si schiera a fianco dei comitati dei pendolari che in questi giorni stanno lamentando forti disagi derivanti della rimodulazione degli orari Trenitalia sulla linea ferroviaria F17 Roma-Latina-Formia. Dopo aver ascoltato le rimostranze del comitato pendolari di Fondi – che si associano alle analoghe proteste delle rappresentanze dei Comuni di Campodimele, Lenola, Monte San Biagio, Sperlonga e Terracina, oltre a quelli del sud pontino – il Sindaco Salvatore De Meo ha scritto al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e all’Assessore regionale alla Mobilità Michele Civita per rappresentare come le nuove disposizioni in vigore dall’11 Dicembre scorso risultino essere fortemente penalizzanti per i viaggiatori del centro-sud pontino, residenti in un territorio che si estende dalla costa fino all’entroterra. «La Regione Lazio – scrive De Meo – aveva manifestato la volontà di pervenire ad un’ottimizzazione del servizio ferroviario da Roma verso le province ma a conti fatti il nuovo orario, definito “sperimentale” e previsto fino al Giugno 2017, non è per niente migliorativo». Sono stati infatti soppressi i treni delle 15.56, 16.56, 18.56, 19.56 e 20.56 in partenza da Roma Termini, trasformati in regionali veloci con fermate esclusivamente a Latina e Formia, così penalizzando tutta l’utenza intermedia della nostra provincia; è stato eliminato il treno delle 7.58 per Roma Termini, in una fascia oraria particolarmente affollata; è stato inoltre eliminato il treno delle 9.56 per Roma Termini, determinando in tal modo un intervallo di ben 2h dal treno delle 9.17 a quello delle 11.18; è stato infine eliminato un treno da Roma Termini nella fascia oraria successiva alle 21.00, costringendo i viaggiatori ad attendere l’ultimo treno in partenza da Roma programmato alle ore 23.06. Si pensi che chi per lavoro deve recarsi quotidianamente a Pomezia vede ridursi drasticamente da 13 a 4 i treni regionali di competenza della Regione Lazio che percorrono la tratta Minturno/Formia - Roma in entrambe le direzioni nelle fasce orarie interessate dai pendolari, costringendo di conseguenza i viaggiatori ad effettuare il cambio treno nella stazione di Latina, con un’attesa aggiuntiva di circa mezz’ora nel caso in cui non si verifichino ritardi che si ripercuoterebbero a cascata su tutta la linea… A ciò si aggiunge lo spostamento del capolinea F17 da Minturno a Formia, che obbligherà prevalentemente all’uso del mezzo di trasporto privato da numerosi Comuni verso la stazione più servita, sulla quale gravano però i maggiori problemi di mobilità, traffico e carenza di posti auto. «Come è facile riscontrare – evidenzia il Sindaco di Fondi nella nota – i nuovi provvedimenti stanno incidendo negativamente sulle condizioni di trasporto di migliaia di viaggiatori, determinando maggiori attese nelle stazioni di partenza e arrivo e disagi di affollamento, cui non sarà sufficiente far fronte neppure con un ampliamento del numero di carrozze per ciascun treno». De Meo ha dunque chiesto alla Regione Lazio di sospendere l’attivazione dei nuovi orari ripristinando il precedente servizio, al fine di venire incontro alle esigenze dei viaggiatori ed in specie di chi quotidianamente è obbligato ad usufruire del treno per motivi di lavoro o studio. Il Sindaco di Fondi ha inoltre auspicato di avere l’opportunità di un incontro con il Presidente Zingaretti e l’Assessore Civita per analizzare congiuntamente le problematiche rappresentate. Nella giornata di oggi l’Assessore ai Trasporti del Comune di Fondi Roberta Muccitelli parteciperà comunque ad un incontro in Regione unitamente ai Sindaci di numerosi Comuni pontini.
Il bando è consultabile presso l'Ufficio Scuola del comune di Gaeta e sul portale www.gaeta.lt.it
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 17 nov. Scade il 27 gennaio 2017, la domanda per accedere al contributo regionale relativo alla fornitura parziale o totale dei libri di testo a favore degli alunni residenti nel Lazio, frequentanti la scuola secondaria di I e II grado.   
La Regione Lazio, infatti, con Circolare Applicativa D.G.R. Lazio n. G13375 del 14/11/2016, nell’ambito delle politiche in favore delle famiglie meno abbienti, per garantire il diritto-dovere allo studio, ha previsto, per l’Anno Scolastico 2016/2017, interventi a sostegno della spesa che le famiglie affrontano per l’istruzione dei propri figli, quale la fornitura gratuita totale o parziale dei libri di testo a favore degli alunni residenti nel Lazio 
Possono accedere al contributo per la fornitura dei libri di testo gli studenti aventi i seguenti requisiti:
a. residenza nella Regione Lazio;
b. Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del nucleo familiare dello studente non superiore a € 10.632,93;
c. frequenza, nell’anno scolastico 2016-2017, presso gli Istituti di istruzione secondaria di I e II grado, statali e paritari.
Il possesso dei suddetti requisiti dovrà essere dimostrato dai richiedenti attraverso la presentazione della seguente documentazione:
a. attestazione ISEE, riferita al 2015, rilasciata gratuitamente dai CAAF, per quanto attiene la situazione economica del nucleo familiare dello studente.
b. per quanto attiene il requisito della residenza e della frequenza all’Istituto di istruzione secondaria di I e II grado, può essere dichiarato dal soggetto richiedente mediante il rilascio della dichiarazione sostitutiva di certificazione, resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000;
c. copia del documento di identità in corso di validità del soggetto richiedente che firma l’istanza di contributo.
La domanda, firmata da uno dei due genitori o dalla persona che esercita la potestà genitoriale o dal beneficiario, se maggiorenne, deve essere presentata per singolo beneficiario, utilizzando l’apposito modello di domanda.
L’Ufficio Scuola effettuerà controlli sulla veridicità delle dichiarazioni reddituali ai fini della corresponsione del beneficio. Il rimborso, che verrà liquidato successivamente, potrà essere totale o parziale, secondo quanto consentito dalla Regione Lazio. L’Ufficio Scuola del Comune di Gaeta rimane a disposizione per qualsiasi chiarimento. Il bando e i modelli di domanda sono disponibili presso il suddetto Ufficio, Piazza XIX Maggio, n. 10, e sul portale: www.comune.gaeta.lt.it.
Al via nuovi interventi di bonifica del verde pubblico secondo la programmazione definita dall'Ufficio Ambiente del Comune
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 16 nov. Diverse zone della città  saranno oggetto di lavori per la cura e la pulizia dell'ambiente, finalizzati a garantire l'igiene degli spazi pubblici, la sistemazione delle zone verdi e, più in generale, una migliore qualità della vita urbana. I lavori consistenti nella potatura di alberi, nel taglio dell'erba e nella pulizia complessiva dell'area destinata a verde pubblico, partiranno da Via delle Fiamme Gialle giovedì 17 novembre per proseguire venerdì 18 novembre in Via delle Rose e sabato 19 novembre 2016 in Via Cuostile IV traversa. Riprenderanno lunedì 21 novembre 2016 in Via Atratina e Corso Cavour,  continueranno martedì 22 novembre al Mercato del Pesce e mercoledì 23 novembre in Via Garibaldi.  In queste strade, nei giorni indicati, a partire dalle 7.30, fino al termine delle operazioni di pulizia, il Comando del Corpo di Polizia Locale ha istituito con apposita ordinanza, il divieto di sosta con rimozione. L'Amministrazione Comunale si scusa con la cittadinanza per gli eventuali disagi causati dallo svolgimento di  tali interventi. 
Una decisione stabilità dal sindaco De Meo per agevolare quei cittadini affetti da patologie o da gravi infermità
immagine
(AGMnews) - Fondi (LT), 8 nov. In vista del Referendum Costituzionale di Domenica 4 Dicembre prossimo il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo, così come previsto dalla normativa vigente, rende nota la possibilità del voto domiciliare per gli elettori che sono affetti da gravi infermità, tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano anche con l’ausilio del trasporto pubblico per disabili organizzato dal Comune, o che si trovano in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali. Per avvalersi di tale diritto gli elettori devono far pervenire al Sindaco, tra il quarantesimo e il ventesimo giorno antecedente la data di votazione, una dichiarazione in carta libera attestante la volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano, indicandone l’indirizzo completo. Alla dichiarazione deve essere allegato un certificato rilasciato dal funzionario medico designato dalla ASL, in data non anteriore al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della votazione, che attesti, in capo all’elettore, la sussistenza delle condizioni di infermità di cui al comma 1 dell’art. 1 della Legge n. 46/2009, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data del certificato ovvero la condizione di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tale da impedire all’elettore di recarsi al seggio. Nel caso sia necessario l’elettore può essere assistito nel voto da un accompagnatore. Gli elettori interessati dovranno inviare – preferibilmente su modulo da ritirare presso l’Ufficio elettorale comunale o scaricabile dal sito istituzionale del Comune di Fondi nella sezione “Albo pretorio” – la suddetta dichiarazione entro Lunedì 14 Novembre 2016 (20° giorno antecedente la data della votazione). Per ulteriori chiarimenti è possibile contattare l’Ufficio elettorale, sito in Piazza Municipio n. 1 (tel. 0771-507211, 0771-507209; fax 0771-507216; mail: servizidemografici@comune.fondi.lt.it; PEC servizidemograficifondi@pecaziendale.it).
Operativo e molto produttivo il vertice tra i Sindaci del Sud Pontino, svoltosi giovedì 3 novembre nell'Aula Consiliare del Palazzo Comunale di Gaeta.
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 5 nov. L'incontro  è stato promosso dal Primo Cittadino di Gaeta Cosmo Mitrano allo scopo di realizzare un confronto sulle soluzioni da adottare per porre fine alla crisi idrica che colpisce i territori del Golfo e condividere le proposte da sottoporre alla prossima Conferenza dei Sindaci e dei Presidenti di ATO 4. Ha visto la presenza del Sindaco di Santi Cosma e Damiano Vincenzo Di Siena, del Sindaco di Spigno Saturnia Salvatore Vento, del Vice Sindaco di Minturno Daniele Sparagna,  dell'Assessore Claudio Marciano per il Comune di Formia, del delegato Edoardo Capraro per il Comune di Castelforte. Sul tavolo l'invito del Sindaco Mitrano di dar vita ad un patto di solidarietà e di mutuo soccorso tra i Comuni del Sud Pontino che permetta di presentare in modo compatto e condiviso l'inserimento all' Ordine del giorno della Conferenza dei Sindaci, finalizzata a fronteggiare la crisi idrica nel Basso Lazio, la seguente proposta di deliberazione «Modifica del Piano degli investimenti vigente con il nuovo piano degli investimenti relativo agli interventi urgenti ed indifferibili risolutivi della crisi idrica del golfo di Gaeta». Il Primo Cittadino di Gaeta Mitrano ha illustrato la sua iniziativa definendo "Urgente, necessario e doveroso un impegno forte e deciso da parte della Conferenza dei Sindaci e dei Presidenti di ATO 4 nel prendere atto e nel riconoscere che è ormai improcrastinabile indirizzare investimenti cospicui finalizzati a fronteggiare la crisi idrica nei Comuni del Sud Pontino. Nell'ultimo decennio sono stati registrati troppi disagi sul servizio idrico, dovuti ai bassi livelli dell'acqua all'interno delle centrali di produzione di Mazzoccolo e Capodacqua.  Disagi e criticità che nell'estate 2016 si sono accentuati costringendo le popolazioni del Sud Pontino a rimanere senz'acqua per un lungo periodo. In particolare le città del Golfo, che vedono la popolazione estiva più che raddoppiata, risentono in modo più acuto della problematica. Le scarse precipitazioni, poi, dovute al clima e ai cambiamenti climatici hanno influito determinando un'ulteriore carenza di acqua nelle due centrali lasciando nuovamente a secco i rubinetti dei cittadini del golfo, che hanno dovuto subire disagi anche di natura igienica oltre che economica,  basti pensare alle ripercussioni negative sulle attività commerciali e produttive.""Il sud pontino è un territorio ricco d'acqua - ha poi sottolineato Mitrano - ma ne spreca «quantità enormi» per colpa di infrastrutture carenti, obsolete e inadeguate con perdite di rete che superano addirittura il 60 per cento. Occorre porre rimedio al più presto a queste criticità che comportano un enorme danno sociale e di immagine. Non dimenticando che i cittadini dei Comuni del Golfo, oltre al disagio dovuto all’impossibilità di poter usare l’acqua per il consumo umano, durante l'estate 2016 si sono accollati anche l’onere di adottare azioni alternative. Non si può più aspettare. E' il momento di spingere perché vengano attuate soluzioni efficaci attraverso una serie di interventi straordinari che si possono adottare solo con l'individuazione di un programma di investimenti finalizzati al riefficientamento delle reti idriche nei Comuni del Sud Pontino, in particolare, eliminando il fenomeno della dispersione del flusso idrico. E' necessario anche potenziare l'approvvigionamento idrico con la realizzazione di una nuova centrale di produzione individuata in località Venticinque Ponti e rafforzare quelle esistenti. Dopo un'approfondita disamina nel corso della quale è stata, quindi, ben evidenziata la reale situazione idrica del territorio comprensoriale in tutta la sua criticità, è stato siglato il documento proposto dal Sindaco Mitrano, dai rappresentanti dei Comuni di Santi Cosma e Damiano, Spigno Saturnia, Minturno e ovviamente dal Primo Cittadino di Gaeta. Sarà sottoposto alla valutazione degli altri Sindaci, prima di essere inviato all'Avv. Eleonora Della Penna Presidente Ato 4 - Lazio Meridionale Latina ed alla Segreteria Tecnico-Operativa Ato 4 - Lazio Meridionale Latina. Il documento si sostanzia nella richiesta di mettere all'ordine del giorno della conferenza dei sindaci con urgenza la seguente proposta di deliberazione ad oggetto: «Modifica del Piano degli investimenti vigente con il nuovo piano degli investimenti relativo agli interventi urgenti ed indifferibili risolutivi della crisi idrica del Golfo di Gaeta». Il Piano degli investimenti 2016/19 proposto prevede un ammontare complessivo di 16 milioni e 427mila euro per interventi decisivi nel Sud Pontino. Due le direzioni  di questo importante investimento: da un lato il potenziamento delle centrali di produzione esistenti (Mazzoccolo e Capodacqua) unitamente alla realizzazione di un campo pozzi in località 25 Ponti; dall'altra interventi radicali per la riduzione della dispersione idrica con l'anticipazione nel triennio in questione del II lotto di lavori inerenti la sostituzione delle reti idriche nei territori di Spigno Saturnia, Formia e Minturno, ed incisivi interventi per il mantenimento del rendimento delle rete idrica di tutto il sud pontino. "Ringrazio i colleghi firmatari della proposta - conclude il Sindaco Mitrano - per lo spirito collaborativo e pragmatico dimostrato. Proseguirò, con puro spirito di servizio verso tutto il territorio comprensoriale e la sua popolazione, a lavorare per ottenere altre adesioni. Dobbiamo essere uniti e compatti per evitare che una popolazione di 160.000 mila abitanti riviva di nuovo ed ancora i gravi disagi e le forti criticità derivanti dalla carenza idrica". Un sincero ringraziamento rivolge, infine, il Primo Cittadino al Consigliere Francesco Magliozzi per l'ottimo lavoro svolto in relazione a tale problematica, attraverso la sua partecipazione attiva nei diversi incontri presso gli enti competenti. 
Accorsi immediatamente i vigili del fuoco. Sono in corso le indagine per stabilire le cause
immagine
(AGMnews) - Cassino (FR), 24 ott. Sarebbe stato un blitz in piena regola, mirato a colpire tutta la documentazione dell'accertamento Tosap, quello all'orgine del rogo, sviluppatosi la scorsa notte, negli ambienti dell'Ufficio Trubuti del Palazzo municipale di Cassino. Ad andare a fuoco è stato, infatti, solamente il contenuto dell'armadietto in ferro nel quale erano archiviati i fascicoli relativi agli accertamenti di occupazione di suolo pubblico. L'arrivo dei Vigili del Fuoco è stato tempestivo ed ha impedito il propagarsi delle fiamme. Infatti un conoscente del sindaco Carlo Maria D'Alessandro l'ha avvertito telefonicamente che c'era del fumo che fuoriusciva da una finestra al secondo piano dello stabile di Piazza De Gasperi. Da qui la telefonata al 115 e la corsa precipitosa in municipio del sindaco e di altri amministraori che, in quel momento, si trovavano insieme a festeggiare il compleanno del consigliere comunale Langiano. I primi sopralluoghi hanno permesso di accertare che l'attentatore o gli attentatori sono penetrati dal retro del palazzo municipale forzando la parta d'ingresso e sfondando le porte interne dei vari uffici chiuse a chiave, per giungere all'armadietto in questione. L'obiettivo era così mirato che, nonostante la gran quantità di carta presente nell'ufficio stesso dei Tributi e nelle altre stanze adiacenti, nulla è stato toccato. Anzi gli amministratori hanno tirato un sospiro di sollievo visto che altri documenti - decisamente di maggior rilievo - sono stati risparmiati. Sull'edizione de L'inchiesta-Quotidiano che sarà  in edicola martedì 25 ottobre i dettagli e gli sviluppi. 
Al via il Bando a sportello per l'erogazione di contributi a fondo perduto
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 23 set. Start up d'Impresa: a Gaeta è una realtà per giovani e persone in mobilità, grazie al sostegno del Comune e la collaborazione dell'Università "La Sapienza" di Roma, sede di Latina.  E' stato, infatti, pubblicato il Bando a sportello per l'erogazione di contributi a fondo perduto. Un percorso innovativo ed ambizioso che parte, dunque,  da Gaeta, a seguito di una convenzione sottoscritta tra il Comune di Gaeta e la Facoltà di Economia dell’Università Sapienza di Roma, sede di Latina. Un "laboratorio imprenditoriale" e che intende dare impulso all'economia locale, potenziando la ricerca e trasformando i progetti presentati e sottoposti a valutazione, in concrete opportunità professionali ma non solo. Protagonisti dell'incubatore di idee sono i giovani (tra i 18 ed i 30 anni) ma anche i lavoratori in mobilità che grazie al laboratorio, ma soprattutto al valido supporto scientifico dei coordinatori e docenti universitari, avranno tutti gli strumenti per fare impresa. In questo modo si intende, inoltre, sia avvicinare il mondo universitario a quello imprenditoriale attraverso uno scambio di know how, che favorire il reinserimento lavorativo di persone in situazione di stand by.  A partire dall'1 ottobre 2016 sarà possibile partecipare al Bando presentando progetti di Start Up. Sono beneficiari: le imprese individuali o società di persone, costituite anche in forma cooperativa, formate da giovani di età compresa tra i 18 e 30 anni, in cui la totalità dei soci sia residente nel Comune di Gaeta; le imprese individuali, o società di persone, costituite anche in forma cooperativa, formate da lavoratori collocati in mobilità ed iscritti nella specifica lista presso il Centro per l'impiego, in cui la totalità dei soci sia residente nel Comune di Gaeta. Tali imprese devono avere sede legale o almeno una sede operativa quale sito di realizzazione del progetto nel Comune di Gaeta. Per il Sindaco Mitrano "Ancora una volta vincente la sinergia tra Enti: dal binomio Comune di Gaeta - Università Sapienza importanti iniziative a beneficio dei nostri giovani, del mondo del lavoro nel nostro territorio, della sua economia. Determinante anche il confronto e la collaborazione con le sigle sindacali per il coinvolgimento dei lavoratori in mobilità e favorire il loro reinserimento nel mercato del lavoro. Infatti, nel corso di diversi incontri, in cui abbiamo affrontato le vertenze Panapesca, Italcraft, Cantieri del Golfo ed in particolare  le problematiche delle persone in mobilità, sono emerse istanze specifiche e proposte a sostegno di tale categoria di lavoratori. Abbiamo, quindi, in modo concreto ed operativo condiviso tali richieste, inserendo le persone in mobilità tra i beneficiari di questo  Bando per lo Start up d'Impresa. Rivolgo un sincero ringraziamento per la stretta collaborazione  offerta ai rappresentanti UIL Luca Lombardo,  CGIL Stefano Morea,  FENEAL UIL Massimo Purificato,  e al delegato della Segreteria Provinciale CISAL Latina Armando Valiani. La nostra Amministrazione ha tra i suoi obbiettivi quello di sviluppare non solo adeguate forme di accordo tra il mondo della formazione ed il mondo del lavoro, al fine di migliorare la qualità  dei processi formativi e di favorire la diffusione della cultura d'impresa, ma anche di contribuire all'incontro tra la domanda e l'offerta del mercato del lavoro. In quest'ottica  si inserisce a pieno titolo il progetto di Laboratorio Imprenditoriale, un concreto esempio di politica attiva a favore del lavoro. Un'importante occasione, dalle grandi potenzialità economiche e occupazionali, che mi auguro i beneficiari sapranno cogliere   al volo". Obbiettivo dell'Amministrazione Comunale è, dunque, aumentare la competitività del sistema economico e produttivo territoriale mediante lo sviluppo di una cultura imprenditoriale votata all’innovazione, così come a favorire una  maggiore mobilità sociale ed il rafforzamento dei legami tra università e imprese. In particolare, si vogliono promuovere servizi orientamento, tutoraggio e assistenza specialistica e finanziare start up da costituire. Il bando ha una dotazione finanziaria di euro 50.000,00. Il contributo a fondo perduto dal Comune di Gaeta potrà essere erogato fino all’importo max di €. 10.000 euro, a progetto. Le domande vanno redatte esclusivamente secondo la modulistica allegata al Bando che sarà pubblicato nei prossimi giorni sul sito istituzionale del Comune di Gaeta.  E dovranno essere inviate al Dipartimento Benessere Sociale, a mezzo posta raccomandata e/o consegnate a mano all'Ufficio Protocollo del Comune di Gaeta, o mezzo PEC all'indirizzo protocollo@pec.comune.gaeta.lt.it, a partire dal primo ottobre 2016. I progetti saranno valutati entro i 90 gg successivi alla data di presentazione.  L'assistenza ai nuovi progetti imprenditoriali sarà svolta dall'Università attraverso uno Sportello attivo presso i locali comunali in Via Firenze 2 nelle seguenti modalità: martedì dalle 9.30 alle 12.30, e venerdì dalle 14.30 alle 17.30. E presso la sede di Latina della Facoltà di Economia dell'Università La Sapienza di Roma, referente  dr. Roberto Perdicaro il martedì ed il giovedì dalle 14.30 alle ore 16.30. 
Il Bando e la relativa modulistica sono scaricabili dal sito istituzionale  www.comune.gaeta.lt.it
Inizio
10 successivi >>
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact