Tag Titolo Abstract Articolo
Succede a Ulisse Di Giacomo - Enorme soddisfazione per lei
immagine

(AGMnews)  V.G. Isernia, 23 Mar.   Elisabetta Lancellotta, consigliere comunale  di  Isernia,   diventa  delegata provinciale del CONI di Isernia  cimentandosi cosi, anche se a  distanza di tempo, a fare quanto di eccellente  fatto dall’indimenticato  padre Mario per lo sport a Isernia e  provincia. “Intendo esprimere la mia gratitudine al Presidente Regionale del CONI, Guido Cavaliere, per avermi nominato nuovo Delegato Provinciale del CONI di Isernia, per il quadriennio olimpico 2017/2020. Ringrazio, inoltre, chi, con un lavoro ventennale, mi ha preceduto in questo ruolo, il Sen. Ulisse Di Giacomo; ed infine, ma non certo per importanza, voglio dire grazie alle Federazioni, alle Discipline Associate, agli Enti di Promozione e alle Società Sportive che hanno condiviso la mia candidatura a primo rappresentante dello sport provinciale. Ricoprirò questo incarico e affronterò questa nuova sfida con la passione che ho per lo Sport e con l’affetto che mi lega al territorio della Provincia di Isernia. Riportare gli organismi territoriali con i suoi atleti, tecnici e dirigenti, al centro della vita e del movimento sportivo quotidiano sarà mio obiettivo prioritario, incrementare la promozione sportiva, l’impegno nel sociale e la collaborazione con il mondo della Scuola la mia dedizione giornaliera.

 

La sezione arbitrale di corso risorgimento, batte tutti i record in materia di numero di suoi Associati iscritti.. portandolo a 162
immagine
(AGMnews) - Isernia, 19 Feb.   Un modo di fare sport. Un modo per formare il carattere , la personalità  e un modo per fare aggregazione per un giovane.  Essere arbitro di calcio!  Dafina Alimi, Alex Arcaro, Domenico Bianco, Francesco Caniglia, Brian Caruso, Paola Caruso, Luca Colantuono, Attilio Del Corpo, Nicandro Di Nardo, Caterina Di Palma, Gabriele Di Pasquale, Serena Falasca, Geremia Fazzini, Giulio Fiocca, Michelangelo Florio, Riccardo Florio, Luca Forte, Riccardo Gentile, Zana Kryezi, Luigi Lomastro, Mattia Mastroiacovo, Ernesto Papa, Mario Rascato, Benedetto Ricci, Alex Rongione, Ezio Roselli, Denise Rossi, Marco Santilli, Lorenzo Scarano, Nicola Scarano, Ludovica Spina, Antonio Stinziani, Fabrizio Tarquinio, Nicandro Visocchi e Filippo Volpe. Questi i nomi dei trentacinque nuovi arbitri di calcio che hanno superato gli esami finali dopo un lungo iter fatto di corsi e insegnamenti tenuti da Associati  più esperti . Questi nuovi arbitri insieme agli altri giovani arbitri dell’OTS (Organo Tecnico Sezionale) hanno affrontato il raduno di metà stagione che, da un lato ha verificato l’andamento tecnico e atletico degli arbitri più esperti, dall’altro ha immesso  negli organici del presidente Domenico De Falco i 35 nuovi fischietti, risultati idonei negli esami abilitanti, sostenuti a dicembre. Una squadra pronta e attiva, sotto lo sguardo attento del neo componente del comitato nazionale AIA, Stefano Archinà, insediato nel nuovo ruolo dopo le elezioni dello scorso 24 settembre. Archinà ha potuto apprezzare il metodo di lavoro della squadra pentra e di come gli sforzi profusi negli anni stiano portando ottimi risultati. Durante i test atletici, allo stadio “Mario Lancellotta” i tempi fatti registrare sono stati molto soddisfacenti, soprattutto per i neo immessi.  «Devo fare un ringraziamento particolare – dice De Falco – ai dirigenti scolastici di alto profilo e valore che hanno capito l’importanza che porta con sé il corso arbitri e ci hanno aperto le porte delle loro scuole. Parlo dell’istituto “Teofilo Patini” di Castel di Sangro dove la preside, la prof.ssa Cinzia d’Altorio, si è dimostrata più che collaborativa e assolutamente entusiasta di proporre ai suoi ragazzi un progetto di educazione sportivo-culturale che affonda le radici nel gioco del calcio ma anche nella cultura della legalità e del rispetto delle regole. Oltre Castel di Sangro, altro comune di riferimento è stato Venafro. Qui la collaborazione con l’istituto “A. Giordano”, dura da diversi anni e permette anche ai ragazzi di Venafro e limitrofi di avvicinarsi a questo mondo di sport e di cultura. La preside dell’istituto la prof.ssa Rossella Simeone, con la collaborazione del vicepreside, prof. Marco Fusco, ha aperto le porte agli arbitri di Isernia in un progetto duraturo e significativo per il centro molisano. Infine, Trivento: un comune molto attivo nel panorama culturale. Anche qui nulla sarebbe stato possibile senza la volontà dei dirigenti scolastici di aprire le loro porte al mondo arbitrale. La preside, prof.ssa Maddalena Chimisso, ha permesso l’effettuazione del corso direttamente nell’istituto triventino, evitando ai giovani aspiranti la trasferta a Isernia per seguire le lezioni. Educare ragazzi, formati al servizio, al rispetto delle regole e del vivere civile è una virtù. Ecco perché il presidente dell’AIA, Marcello Nicchi, ha voluto così fortemente una convenzione con il MIUR, al fine di poter entrare nelle scuole e far vedere ai ragazzi, con i loro occhi, cosa sia l’AIA, chi siano gli arbitri e cosa voglia dire “diventare arbitro”. Questa convenzione, negli anni, ha permesso il reclutamento di ragazzi e ragazze che oggi sono pienamente immersi nel mondo del calcio. La sezione di Isernia, nel corso degli ultimi anni, è cresciuta tantissimo in numeri: 162 arbitri all’attivo è traguardo mai raggiunto finora; ma, soprattutto, abbiamo avuto una netta crescita a livello qualitativo».  che danno nuovo slancio alla sezione di Isernia. Tornando al raduno, dopo i test atletici, si sono svolti i quiz e le disposizioni tecniche presso la sede sezionale. In tarda serata sono arrivati anche tutti gli altri associati sezionali per ascoltare la riunione con Archinà che, ringraziando Isernia per la sua ospitalità, ha ascoltato tutti gli interventi e le proposte venute dagli arbitri isernini per “un’AIA migliore”. 
Durante la riunione sono stati premiati i vincitori della patente a punti dell’arbitro: un’idea nata da alcuni consiglieri che prevede l’attribuzione di punti ai vari associati per tutte le positività riscontrate (presenza alle riunioni, partecipazione agli allenamenti, accettazione delle gare, eccetera) ma anche la decurtazione di punti per le negatività (rifiuti ingiustificati, assenze alle riunioni, assenze al polo atletico, eccetera). Un modo per stimolare maggiormente i ragazzi a comportamenti corretti, sportivi e professionali sin dai primi passi in questa associazione. Sul podio Aurelio Mazzocco, primo classificato, seguito da William Turcinovic e da Tonino Ricci ai quali è stato consegnato del materiale tecnico della Diadora messo a disposizione dalla sezione. Dunque, grande soddisfazione di De Falco, presidente della sezione, per questi numeri e questi risultati: «Siamo soddisfatti di quanto abbiamo fatto finora e di quanto potremo ancora fare per i nostri arbitri a livello di qualità e professionalità. Oggi, la visita di Archinà ha dato spessore a questo raduno e, sono certo, che conserverà un bel ricordo della città di Isernia, della nostra sezione e dei suoi associati, nella speranza che possa confermare al presidente Marcello Nicchi quanto di buono si stia facendo per la crescita arbitrale nella nostra provincia. Non ci fermiamo qui: i prossimi mesi vedranno la presenza di altri amici del settore tecnico e di un arbitro di fama internazionale; poi, ancora, la commissione della CAN BS (commissione del beach soccer, ndr) che verrà nei prossimi mesi a Isernia; ricordo che ne fa parte il nostro Gionni Matticoli, arbitro internazionale». A tal proposito, Gionni partirà in questi giorni per le Bahamas, le meravigliose isole nell’Oceano Atlantico, dove sarà l’unico arbitro italiano a dirigere le gare della 2017 CONCACAF Beach Soccer Championship, l’antipasto centro-americano della prossima coppa del mondo di beach soccer che si terrà proprio nell’arcipelago dell’America Centrale dal prossimo 27 aprile. Gare di qualificazione al mondiale per le squadre partecipanti e, ovviamente anche per Gionni che tenterà di bissare la direzione della finale, come accaduto nella scorsa edizione della competizione in Portogallo, nel 2015.  «Infine – chiude De Falco – abbiamo riaperto le iscrizioni per il nuovo corso arbitri che dovrebbe iniziare tra qualche giorno. Ne approfittiamo per invitare chiunque ad iscriversi tramite la nostra pagina Facebook o sito web. In questa sezione non si può che crescere e migliorare. E di ciò ne siamo davvero orgogliosi».
Per la seconda volta consecutiva l’arbitro porta agli onori della cronaca sportiva la sezione arbitri di Isernia capitanata da Domenico De Falco
immagine

(AGMnews) - Vito Garofalo - Isernia, 11 Feb. "Sono lieto di comunicare che sono stato designato per il "CONCACAF Beach Soccer Championships Bahamas 2017" , torneo di beach soccer che  si svolgerà  a Nassau-Bahamas dal prossimo  20 al 26 febbraio 2017".  Cosi inizia la nota del bravissimo  arbitro  Gionni Matticoli che si crogiola della sua seconda importante designazione arbitrale.   “Il torneo, continua  Matticoli,  servirà come qualificazione alla Coppa del Mondo di Beach Soccer per le squadre dell' America del Nord-Centrale e Caraibi che sono membri della CONCACAF, dove le prime due squadre si qualificheranno per la Coppa del Mondo di Beach soccer  del 2017  che sarà  disputata sempre alle Bahamas. Le  Bahamas sono già qualificate per la Coppa del Mondo di Beach Soccer come padroni di casa. Saranno 15 gli arbitri che dirigeranno le gare della competizione e tra questi sono onorato di essere l'unico arbitro internazionale italiano ad aver ricevuto per la prima volta questa prestigiosa designazione. L'occasione come per le squadre anche per me sarà' un importante banco di prova per sperare di andare al mondiale, anche se non nascondo che  è già  un motivo d' orgoglio personale, poiché la prima gara che mi vedrà impegnato in questa competizione sara' la mia 100ma gara disputata a livello internazionale. Dalla nostra  redazione giungano vivissimi  complimenti  a Gionni  che corona cosi una carriera ricca di soddisfazioni per lui e per l’intera AIA Molisana. 

immagine
(AGMnews) - Isernia, 04 feb. Si svolgerà domani 5 febbraio 2017 presso lo Stadio “M. Lancellotta” in c.da Le Piane a Isernia la Finale di Coppa Italia, una tra le principali competizioni sportive della Lega Nazionale Dilettanti Comitato Regionale Molise, tra le categorie di Eccellenza e di Promozione. Scenderanno in campo alle ore 14.30 le società A.S.D. Macchia e la Polisportiva Vastogiradi quest’ultima detentrice della prestiogiosa Coppa Italia Regionale 2015/2016. Occasione importante quella della Finale di Coppa anche per incontrare le Società di Eccellenza e Promozione che si riuniranno ufficialmente alle ore 10.00 presso il “Gran Hotel Europa” a Isernia. A seguire, alle ore 11.30, si svolgerà un incontro Istituzionale al quale interverranno il consigliere con delega allo sport Carmelo Parpiglia e i sindaci delle due comunità finaliste. Interverranno, altresì, il sindaco di Isernia Giacomo D’Apollonio e l’assessore allo sport Antonella Matticoli che ospitano la finale Regionale di Coppa Italia 2016/2017. Per la finale è prevista la disputa di due tempi da 45 minuti ciascuno; qualora al termine dei 90’ regolamentari si verificasse una situazione di parità, si procederà alla disputa di due tempi supplementari di 15 minuti ciascuno. In caso di ulteriore parità si provvederà ad effettuare 5 calci di rigore per squadra, in alternanza. Perdurando la situazione di parità, si procederà con i tiri di rigore ad oltranza (secondo quanto previsto dalle Istruzioni relative alla esecuzione dei tiri dal punto del calcio di rigore – Regola 7 delle Regole del Giuoco del Calcio). La squadra che si aggiudicherà la finale regionale della Coppa Italia Dilettanti si qualificherà alla fase nazionale della competizione che prenderà il via mercoledì 22 febbraio 2017.
Lavori urgenti al Palazzetto dello Sport per un importo complessivo di 1.800 euro mentre per la manutenzione degli spogliatoi è prevista una somma di 300 euro
immagine

(AGMnews) - Isernia, 09 gen. Interventi di manutenzione in vista per quanto riguarda il Palazzetto dello sport di via Giovanni XXIII, ad Isernia. Con una determina varata alla fine di dicembre dal Terzo settore del Comune, sono stati approvati sia l’impegno di spesa che l’affidamento dei lavori (di manutenzione ordinaria e straordinaria) presso la struttura sportiva municipale. Dal documento varato dal Settore tecnico di Palazzo San Francesco si apprende che il Palazzetto “necessita di alcuni interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria negli spogliatoi mediante anche la sostituzione di piccoli accessori di rubinetteria nei bagni e nelle docce”.  I lavori, che avranno un importo complessivo di la somma di 1.800 euro circo (Iva compresa) per la manutenzione ordinaria degli spogliatoi all’interno del Palazzetto dello sport di 300 euro (sempre comprensivi di Iva) per l’acquisto di materiale vario per la manutenzione interna, sono stati affidati a una ditta e a un ferramento della città di Isernia.

Nel corso della manifestazione verranno premiati Atleti, Tecnici, Dirigenti e Sodalizi Sportivi che operano nella provincia pentra.
immagine
(AGMnews)  Isernia, 08 Dic.   Lunedì 12 dicembre p.v., con inizio alle ore 17.00, presso la Sala Convegni della Provincia di Isernia, avrà luogo la kermesse, organizzata dal CONI Molise, “Le Stelle di Natale – Un anno di Sport, una vita per lo Sport”. L’evento, oltre a riconoscere i meriti acquisiti dagli Atleti, dai Tecnici e dai Dirigenti nel mondo dello sport, vuole essere un forte richiamo ai valori morali ed etici di una Società che in questo momento vive una difficile situazione di carattere mondiale. Il mondo dello sport, del quale facciamo parte, deve soffermarsi a riflettere anche su questi eventi, calarsi nelle realtà più difficili ed adoperarsi per un futuro migliore. Nel corso della manifestazione verranno premiati Atleti, Tecnici, Dirigenti e Sodalizi Sportivi che operano nella nostra provincia e che si sono particolarmente distinti nel corso del 2016. Verranno consegnate ben quattro stelle al merito sportivo, un’onorificenza del CONI con tre gradi (oro, argento e bronzo) che può essere concessa alla bandiera di un ente sportivo, a un dirigente, ad una società sportiva o a personalità sportive straniere che, con continuità, abbiano contribuito alla diffusione dell’attività agonistica e una medaglia al valore atletico, un’onorificenza del CONI con tre gradi (oro, argento e bronzo) conferita agli atleti nazionali che hanno riportato una vittoria o un piazzamento importante in una disciplina olimpica o in un campionato nazionale, o che abbiamo conquistato un primato nella loro specifica disciplina. In questa occasione verranno anche consegnate, a due campioni locali e alle Associazioni Sportive Dilettantistiche di appartenenza, le borse di studio concesse nell’ambito del progetto “tutela del talento atletico nelle discipline sportive”. Ad aprire la cerimonia è previsto un convegno dal tema: “Perché lo Sport” con relatore il Prof. Nicola Candeloro, Docente di Teoria e Metodologia dell’allenamento presso l’Università degli Studi di Chieti. Un appuntamento ricco di contenuti che vuole diventare una vera e propria festa dello Sport per coloro che amano lo Sport.
La società del Venafro Calcio a 5 sta vagliando il ritiro dal campionato
immagine
(AGMnews) - Venafro (IS), 14 nov. Si è giocata ieri, Sabato 12 Novembre, l'ottava  giornata di andata del campionato nazionale di Serie B e il Venafro Calcio a 5 ha perso in casa per 8 a 6 contro i romani della Brillante Torrino. Dopo altri episodi di condotte arbitrali chiaramente svantaggiose per i molisani, ancora una volta la gara è stata falsata da decisioni dei direttori di gara al limite della sopportabilità, per cui in settimana la direzione della società sportiva venafrana si riunirà per valutare la possibilità del ritiro della squadra dal campionato. A parte decisioni dubbie che hanno sfavorito puntualmente la squadra di casa, sia nel primo tempo che nel secondo sono stati assegnati ai laziali due rigori totalmente inesistenti, con i quali la Brillante Torrino ha recuperato lo svantaggio parziale, a cui si aggiunge l'espulsione ingiusta di Pasquale Valvona sul finale della prima frazione di gioco, terminata 2 a 2. “E' uno schifo, veramente uno schifo”, è il commento unanime di chi ha assistito all'incontro, “Una direzione di gara a senso unico ci ha lasciato veramente l'amaro in bocca, per non dire rabbia. A parte falli non fischiati, due rigori totalmente inesistenti e l'espulsione di Pasquale Valvona sul finale del primo tempo a nostro carico, la dicono tutta sulla qualità dell'arbitraggio. Una cosa veramente scandalosa, mai vista fino ad oggi. Il risultato finale è stato deciso dai due arbitri e questo fa male, e che certamente non insegna il valore dello sport ai ragazzi numerosi che sono intervenuti ad assistere all'incontro. In questo senso è come se lo sport non ha più senso, ma ha senso solo vincere, o far perdere, con qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo. Siccome già è successo nelle giornate precedenti di stigmatizzare un arbitraggio a noi chiaramente sfavorevole, vien voglia di mollare tutto. Vedremo in settimana che decisioni prendere”. Vista la gravità dell'accaduto viene reputato inutile il commento del match.
Un progetto avanzato dall'assessore comunale Matticoli per raccogliere immagini storiche dello sport locale
immagine
(AGMnews) - Isernia, 29 ott. L’assessore allo sport del Comune di Isernia, Antonella Matticoli, ha incontrato i rappresentanti delle società sportive cittadine, allo scopo di illustrare la proposta progettuale avanzata da una casa editrice di Milano. «L’azienda milanese – ha detto Matticoli –, specializzata nella cura e nella redazione di prodotti editoriali digitali, ci ha informato della possibilità di realizzare un Album delle Figurine dello Sport Isernino, con il coinvolgimento delle nostre associazioni sportive, i cui referenti hanno accolto con entusiasmo la proposta. Il progetto editoriale è a buon punto e sono già stati prodotti tutti i materiali fotografici con le immagini dei protagonisti attuali dello sport locale». La casa editrice ha chiarito che l’adesione all’iniziativa non comporta alcuna spesa, né da parte delle associazioni sportive né da parte dell’amministrazione comunale. L’azienda penserà alle foto-figurine, alla stampa e al rifornimento degli album nei punti di distribuzione. Inoltre, darà l’opportunità alle società di ricevere alcuni defibrillatori, in linea con le nuove regole sanitarie per le pratiche sportive.
Soddisfazione ed entusiasmo da parte del mister Marsella per la sua squadra. Un impegno costante per portare i ragazzi a livello agonistico
immagine
(AGMnews) - Isernia, 11 ott. Pensare al futuro sportivo delle giovani generazioni impegnate nel calcio a 5 rappresenta un presupposto fondamentale nelle politiche del CUS Molise, ed è in questo ambito che Massimiliano Marsella intende svolgere al meglio il suo lavoro a favore della nuova Scuola calcio a 5 attivata nel grande progetto del CUS. Da diversi anni impegnato nel mondo del calcio a 5, Massimiliano Marsella -  Responsabile tecnico della Scuola calcio a 5 del CUS – sottolinea l’importanza di costituire un vivaio calcistico che dia modo ai giovani di sviluppare al meglio le loro qualità e potenzialità nell’ambito del calcio a 5, si tratta di un’azione progettuale finalizzata alla crescita delle professionalità agonistiche e tecniche da praticare in questo peculiare sport, che a detta di molti esperti, rappresenta una base propedeutica per il calcio normale. Il progetto della Scuola calcio a 5, che nasce da una fusione tra  CUS Molise e Win ADV Campobasso, mira ad ottenere dei massimi risultati nel lungo periodo, infatti sostiene Marsella, la Scuola calcio a 5 è un progetto attuale da vedere però in una prospettiva futura dove l’obiettivo è quello di portare il calcio a 5 Molisano ai massimi livelli, quelli cioè di prima squadra Serie A1. In base a tale prospettiva va rilevato l’impegno di Marsella che si traduce in un costante e attento lavoro verso la Scuola calcio a 5 CUS Molise che attualmente è composta da tali categorie: piccoli amici 4/5 anni; primi calci 6/7 anni; pulcini 8/10 anni e infine esordienti  10/12 anni. Un aspetto interessante è rappresentato dagli ottimi risultati raggiunti da parte della categoria pulcini in ambito regionale, e inoltre, in questi ultimi tempi, esiste un’attenta azione di sensibilizzazione  da parte di Marsella a livello Federale per introdurre la squadra degli esordienti nell’ambito dei campionati locali e regionali.
Arbitri di merito con fama anche nazionale. La squadra è ben salda, composta da giudici di gara di prestigio
immagine
(AGMnews) - Isernia, 23 set.  La sezione arbitrale pentra è pronta per una nuova ed entusiasmante stagione sportiva. Dopo i successi ottenuti lo scorso campionato con i numerosi passaggi e le tante riconferme in ambito nazionale, il movimento arbitrale isernino è risultato, nei vari raduni, pronto e ampiamente preparato per l’inizio dei campionati. Il nostro arbitro internazionale del beach soccer Gionni Matticoli ha confermato quanto di ottimo fatto nelle precedenti stagioni. In estate è stato invitato dalla Federazione Tedesca per dirigere la fase finale del proprio campionato nazionale. È stata la prima volta in assoluto che un Arbitro italiano del Beach Soccer viene invitato da una Federazione estera a dirigere gare del proprio campionato. Segno evidente che il livello tecnico dell’Arbitro isernino è di valore assoluto e le prestigiose designazioni in ambito internazionale lo testimoniano. Si può affermare con assoluta certezza che Gionni verrà impegnato nel prossimo campionato del mondo che si terrà alle Bahamas con la speranza di poter dirigere nuovamente la finale come già accaduto in Portogallo. Sempre a livello nazionale, la sezione può vantare nel campionato di serie D ben cinque assistenti arbitrali: Antonio Di Tomaso, Nicola Iocca, Francesco Perrelli, Modestino Testa, Alberto Viola e l’osservatore Francesco Viglione. All’interregionale sono stati riconfermati i nostri due osservatori, Luca Cifolelli e Guido Operato. Sempre a livello nazionale, nel futsal, la sezione vanta la presenza di due arbitri: Fabio Capaldi e Vincenzo Di Giovanni.  Riconferma anche per i due componenti del Comitato Regionale, Andrea Cordeschi responsabile degli assistenti e Alfonso Pagano responsabile del Calcio a 5. Inoltre, per la prima volta nella storia della sezione pentra, è stato nominato Stefano Cordeschi, appena terminata l’attività di assistente in Lega Pro, componente del settore tecnico arbitrale, organo che traduce, interpreta e assicura l’applicazione delle regole del gioco in continua evoluzione. Intanto, anche per i più giovani arbitri della sezione è stato organizzato un raduno simile a quello dei colleghi nazionali durato ben tre giorni. Durante il raduno, i ragazzi a disposizione del presidente Domenico De Falco sono risultati motivati, tecnicamente e atleticamente pronti a esordire nei vari campionati del settore giovanile e scolastico e, si spera, che da quest’anno, possano essere fortunati come gli arbitri di altre regioni d’Italia, a dirigere gare di terza e seconda categoria. La tre giorni di raduno è stata divisa in due momenti: il primo, a Isernia e Piedimonte Matese, nel quale gli arbitri hanno sostenuto le prove atletiche e i quiz predisposti dal settore tecnico dell’AIA e un secondo composto da due giorni di ritiro a Capracotta dove la voglia di tutti è stata quella di creare un gruppo unito di amici che condividono la stessa passione; a momenti di lezione, appositamente preparate per le esigenze dei ragazzi, sono seguiti momenti di svago e di aggregazione con sedute di allenamento mirate e predisposte dal modulo della preparazione atletica. Poi in aula, i giovani fischietti hanno ascoltato con diligenza le disposizioni generali e tecniche a loro riservate per questa stagione, le novità sul referto di gara che, nella sezione isernina, è compilato in forma digitale sulla piattaforma RefAssistant tutta made in Isernia.
Agli arbitri, nell’ultimo giorno di raduno, si è aggregato il gruppo degli osservatori arbitrali ed insieme hanno seguito le innumerevoli novità della circolare numero 1 magistralmente illustrate dal componente isernino del settore tecnico Stefano Cordeschi. Prima di pranzo i ragazzi hanno risposto alle ventiquattro domande previste dai test tecnici che, dalla Serie A ai campionati giovanili, sono somministrati agli arbitri, assistenti e osservatori. Tutti soddisfatti e ben contenti di essere ai nastri di partenza di una nuova, grande stagione che vedrà, come sempre, grandi momenti di sport e di passione con i giovani arbitri isernini consapevoli del ruolo di enorme responsabilità che il calcio riserva loro. Chiuso il raduno, la sezione di Isernia guarda già con trepidazione alla organizzazione degli eventi sezionali che vedranno sicuramente la partecipazione di arbitri internazionali e di personaggi illustri del mondo arbitrale e calcistico così come avvenuto per le scorse stagioni. Soprattutto si pensa a organizzare il prossimo corso arbitri nazionale, indetto dall’AIA, che inizierà intorno al 15 ottobre: «Come al solito – dice De Falco – invitiamo ragazzi e ragazze che vogliono provare questa fantastica esperienza iscrivendosi dal nostro sito  www.aiaisernia.it. Anche quest’anno abbiamo intenzione di dare questa possibilità ai ragazzi di Piedimonte Matese, nel casertano a noi più vicino, visti gli ottimi risultati ottenuti dalla collaborazione dello scorso anno con il liceo “Galilei”. Quindi, vorremmo provare a estendere il nostro raggio d’azione al vicino comune di Vairano Patenora e Castel di Sangro. Perciò invitiamo di cuore i presidi degli istituti superiori ad aprirci le porte poiché l’arbitraggio promuove la cultura della legalità e del rispetto delle regole».
Anche quest'anno si svolgerà l'evento sportivo al quale partecipa numerosa la cittadinanza. Alle ore 16 l'inizio della gara podisitica
immagine
(AGMnews) - Isernia, 16 set. Si è svolta nella sala-stampa del Comune di Isernia, la conferenza di presentazione dell’XI edizione della “Corrisernia”, valevole anche come “XVI Memorial Maurizio Di Placido”, in programma domenica 18 settembre, a partire dalle ore 16, con raduno in piazza della Repubblica. L’incontro con i giornalisti è stato aperto da Anna Palermo, che ha ripercorso rapidamente la storia di questo evento sportivo isernino, ringraziando per la collaborazione il Coni, la Fidal, il Comune di Isernia e gli altri enti che hanno patrocinato l’edizione 2016. Ha, poi, preso la parola il sindaco, Giacomo d’Apollonio, che ha elogiato l’attività della Nuova Atletica Isernia, l’associazione che organizza la manifestazione. «È un appuntamento importante per la nostra città – ha affermato il sindaco –. Quando si disputa la Corrisernia tutto si trasforma in una festa. Come sempre, ci saranno tanti atleti e tanti spettatori. È una iniziativa di rilievo per la promozione del nostro territorio». Subito dopo, l’assessore comunale allo sport, Antonella Matticoli, ha evidenziato come, nonostante le difficoltà finan-ziarie, il Comune abbia confermato anche quest’anno il patro-cinio alla manifestazione. «È un evento in cui crediamo – ha dichiarato – perché oltre agli aspetti agonistici, riveste una innegabile funzione sociale. Domenica a Isernia ci saranno at-leti di livello nazionale e internazionale, ma la molteplicità e la diversità delle gare consentirà a tutti di partecipare: ai bambini, agli adulti, alle scolaresche e anche ai nostri amici a quattro zampe». È quindi intervenuto il presidente regionale del Coni, Guido Cavaliere, che ha lodato la Nuova Atletica Isernia e il suo pre-sidente Agostino Caputo che, insieme a Luciano Di Pardo, hanno saputo far crescere negli anni questo meeting sportivo. Ha, inoltre, ringraziato il Comune di Isernia per l’attenzione che sta rivolgendo allo sport, con l’auspicio che possa essere d’esempio per altri Comuni molisani. Cinzia Calabrese, in rappresentanza della Fidal molisana, ha ricordato come il suo esordio nel mondo dello sport sia avve-nuto proprio in occasione d’una passata edizione della Corri-sernia. «Lo sport – ha detto – è una scuola di vita. Insegna le virtù che conducono alla vittoria e le difficoltà procurate dalle sconfitte. Insegna il sacrificio, l’autocontrollo e lo spirito di sana competizione». Infine, Agostino Caputo, presidente dell’associazione orga-nizzatrice, ha ricordato il programma di domenica. Si inizierà con le corse promozionali, ossia la gara per i diversamente abili e la Corriscuola riservata agli studenti. Poi la Corrisernia non competitiva e quella competitiva, rispettivamente di km 3.2 e km 10. «La manifestazione – ha aggiunto Luciano Di Pardo –, si chiuderà con l’Americana che partirà alle ore 19. È una gara ad eliminazione, alla quale parteciperanno i migliori atleti italiani del momento. Ci saranno quattro campioni nazionali e alcuni primatisti di categoria, fra cui un rappresentante azzurro alle ultime olimpiadi brasiliane». Quella di domenica pomeriggio si preannuncia come una grande giornata di gioia e di sport. Si prevede un pubblico numeroso che potrà assistere sia a gare di valenza sociale che a gare agonisticamente avvincenti e spettacolari.
Le gare di atletica si svolgeranno presso lo stadio Lancellotta per l'intero pomeriggio
immagine
(AGMnews) - Livia Garofalo - Isernia, 3 set. Si è svolta, nella sala-stampa del Comune di Isernia, la conferenza di presentazione del “X Meeting di Atletica Leggera ‘Città di Isernia’ – Memorial Liborio Fraraccio”, che si terrà domenica prossima, 4 settembre, a partire dalle ore 14, nello stadio Lancellotta. L’incontro con i giornalisti è stato aperto da Antonio Izzi, presidente dell’associazione ‘Atletica Isernia’, organizzatrice dell’evento. Izzi ha reso noto che sono già state superate le 250 iscrizioni, annunciando la presenza di interessanti atleti, fra cui l’azzurra Dariya Derkach, olimpionica nel triplo femminile a ‘Rio 2016’. Significativa anche la partecipazione di Giuseppe Campoccio, il plurimedagliato lanciatore paralimpico. Ha poi preso la parola il presidente regionale del Coni, Guido Cavaliere, che ha lodato l’attività dell’Atletica Isernia, ringraziando altresì il Comune che ne ha patrocinato il Meeting, giunto alla decima edizione e ormai diventato un appuntamento irrinunciabile. Il consigliere regionale con delega allo sport, Carmelo Parpiglia, ha posto l’accento sul livello raggiunto dalla manifestazione isernina e sulla qualità degli atleti che, durante gli anni, hanno gareggiato nello stadio Lancellotta. Ha inoltre evidenziato il rilievo che tale incontro sportivo riveste per la promozione del territorio. Infine, l’assessore comunale allo sport, Antonella Matticoli, ha detto che la Città di Isernia è orgogliosa di poter ospitare un meeting di atletica di così alto rilievo nazionale, ed ha invitato la cittadinanza ad assistere alle gare, che si preannunciano tutte interessanti e spettacolari.
L'assessore comunale allo sport Matticoli ha comunicato l’avvio degli interventi urgenti per rendere fruibile l’impianto di contrada Le Piane
immagine
(AGMnews) - Livia Garofalo- Isernia, 2 ago. Una serie di lavori urgenti allo stadio ‘Lancellotta’ per consentire l’utile ed adeguata fruizione degli impianti da parte delle società che si approssimano all’utilizzo degli stessi in previsione della stagione sportiva 2016/2017. Sono quelli cui ha dato il via l’assessore allo sport del Comune di Isernia Antonella Matticoli. I lavori nell’impianto di contrada Le Piane fanno seguito alla seconda fase di lavori previsti per la piscina comunale che dovrebbero portare alla piena funzionalità dell’impianto per il 2017. Priorità è stata data alla sistemazione degli spogliatoi, anche a seguito dell’incendio che, qualche mese fa, interessò i locali. L’obiettivo è di completare l’intervento prima dell’8 agosto, data in cui è fissata la ripresa dell’attività sportiva.
Alle 14 dell’ 8 luglio scadono i termini e bisogna consegnare alla Lega altri 60 mila euro e tutta la documentazione cartacea.
immagine
(AGMnews) - Vito Garofalo - Isernia, 08 Lug. "LA “TEGOLA” SCUOLA CALCIO OLIMPIC ISERNIA NON HA PERMESSO DI INOLTRARE DOMANDA DI RIPESCAGGIO IN SERIE “D” ALL’ISERNIA FOOTBALL CLUB". Inizia cosi il durissimo  comunicato stampa  firmato dal Presidente Mazzocco e dagli altri Soci della società biancoceleste; Nel mese di settembre 2015 l’ASD ISERNIA F.C. (da qui in avanti Isernia Fc) ha tenuto una riunione, presso un noto albergo di Isernia, con i dirigenti di tutte le scuole calcio della città per formulare una convenzione unica sui premi di preparazione spettanti alle stesse scuole calcio per i giovani calciatori eventualmente tesserati con l’Isernia Fc. Per la scuola calcio Fraterna e la scuola calcio San Leucio non c’è stato bisogno di alcuna convenzione perché i dirigenti di entrambe le scuole, molto ben disposti ad agevolare la nascente società ed anche per il bene dei giovani calciatori circa il ritorno mediatico per la loro futura attività, avrebbero ceduto tutti i giocatori scelti dall’Isernia Fc a titolo gratuito.  La scuola calcio OLIMPIC ISERNIA  (da qui in avanti Olimpic) non ha aderito alla cessione gratuita ed ha preteso la somma di euro 500 per ogni giovane calciatore scelto e tesserato dall’Isernia Fc. In quel momento non è stato richiesto alcun compenso per situazioni pregresse esistenti riguardanti il trasferimento di altri giovani calciatori per le gestioni degli anni precedenti (altrimenti, alla stregua dell’accordo attuale, si sarebbe presumibilmente sanata la situazione con 500 euro a giovane calciatore). Inoltre si precisa che l’Isernia Fc non è stata altresì portata a conoscenza da parte dell’Olimpic della cessione a titolo oneroso o prestito di giovani calciatori per le stagioni precedenti a quella in corso (2015/2016). Nel mese di marzo 2016, l’Olimpic ha comunicato formalmente di aver fatto richiesta alla CAE (Commissione Affari Economi della Lega Nazionale Dilettanti) dei premi di preparazione per 5 giovani calciatori tesserati nella stagione 2014/2015 (eccellenza molisana) non corrisposti a tempo debito dalla società di calcio dell’epoca (presidenti: Scarselli, Venditti ed altri). Nei giorni scorsi la CAE ha escusso e liquidato (detraendo dalla ns. fidejussione) la somma di euro 15.611 in favore dell’Olimpic e circa euro 2.237 per sanzioni e varie a carico dell’Isernia Fc . Ricapitolando, un danno economico di circa 18.000 euro per le già precarie tasche della società che ha influito sostanzialmente alla rinuncia della richiesta di ripescaggio in serie D. Anche una persona poco accorta si sarebbe domandato: perché non parlarne a settembre 2015 delle vecchie situazioni debitorie? Perché non si è tentata prima una mediazione transattiva chiedendo, come per i giovani calciatori di quest’anno, euro 500 a persona? (cifra comunque ritenuta eccessiva in quanto trattavasi di giovani calciatori da utilizzare nel torneo di Eccellenza e non di serie D) Perché la vertenza è partita solo nel mese di marzo 2016? Cosa c’è che lega il mese di marzo del 2016 alla vertenza espedita?. L’Isernia Fc le risposte se le è date eccome: forse alla scuola calcio Olimpic non interessa il bene dello sport, dei giovani locali, il principio educativo delle scuole calcio e non da ultimo l’amore per la città di Isernia ma, probabilmente, interessa solo racimolare (quando le capita) un bottino sostanzioso per le prebende della scuola calcio  stessa. Tale comportamento lascia l’amaro in bocca ad una società che senza interesse alcuno, ha rilevato e sanato una situazione debitoria considerevole già lo scorso anno e che oggi si ritrova, non solo a coprire debiti che non sono di competenza dell’attuale dirigenza  bensì a combattere anche contro chi di Isernia e dei suoi giovani, dovrebbe farsi ambasciatore, tutore e  massimo esempio. Con questa ulteriore tegola caduta sulla testa dell’Isernia Fc, si ribadisce che non ci sono più i presupposti per presentare domanda di ripescaggio per l’ammissione al campionato nazionale dilettanti, serie “D”.
 
  ASD ISERNIA FOOTBALL CLUB 
Contro il Monticelli al Del Duca partita solo da vincere…ma attenti a quei due!..
immagine

(AGMnews) - Vito Garofalo - Isernia, 21 mag.   Si l’Isernia calcio è carica anzi di più. I giocatori si sono allenati in questa settimana con determinazione e grinta pensando solo ed esclusivamente a vincere la partita . La partita della vita. Si tratta dello  scontro play out per determinare chi retrocede dalla serie D al campionato inferiore  che è  quello della  categoria regionale di eccellenza. Vincere è il loro motto. Se si perde o si pareggia si retrocede. Ma lungi da loro queste due  ultime ipotesi. Sono carichi e vogliono battere gli avversari sebbene quest’ultimi, spavaldeggiano sui social, perché hanno vinto entrambi gli incontri durante il campionato. Gli spauracchi rivali,sono il duo Petrucci e Galli che insieme hanno rifilato ai biancocelesti, tra le gare di andata e ritorno, ben 6 gol  lasciando ai loro compagni la realizzazione degli altri 3 gol. Mr Gioffrè dal canto suo sa bene che deve prima di tutto fermare il duo di attacco Petrucci /Galli che  farà la differenza. Sono bravissimi e capaci di vincere da soli la partita. Deve far ragionare i ragazzi dell’Isernia con una gara impostata sulla calma ,sul gioco e sul motto “chi la dura la vince”.Non bisogna perdersi in farraginose trame di gioco   con  pericolosi  abbassamenti dei ritmi. Grinta dall’inizio alla fine senza sosta senza fermarsi mai!. In settimana i ragazzi si son preparati alla gara  ,migliorando la preparazione atletica e  soprattutto l’aspetto psicologico. Tecnicamente, la squadra non è  al completo sebbene  ha recuperato parte dei giocatori precedentemente infortunati. Sarà della gara il giovane attaccante juniores, Cantelmo, di cui si parla un gran bene. Rimarranno fuori Mingione, il portiere Schinà , Pepe e lo squalificato Giraldi. Al momento grazie alla società   ( che  merita un plauso per come ha gestito l’organizzazione di tutto il campionato)  c’è  già un  pullman di tifosi pieno con un altro che se ne sta preparando. La società li ha messi a disposizione a totale suo carico. Altri tifosi seguiranno a loro spese la squadra . L’ invito forte  che  si rivolge alla tifoseria biancoceleste  è quello di stare in questo momento particolare vicino ai ragazzi  e di seguire  in massa ad Ascoli i loro ragazzi!..

nuoto
L’ottava edizione del meeting si terrà domenica 22 maggio nella piscina comunale di Frosolone
immagine

(AGMnews) - Frosolone (IS), 20 mag - Fervono i preparativi per la 8ª edizione del “Meeting Città di Frosolone” – Memorial Lelio Pallante” e la macchina organizzativa è al lavoro già da tempo per regalare ancora una volta un evento all’altezza delle attese. Il trofeo di nuoto, organizzato dalla Hidro Sport di Campobasso con il patrocinio dell’Assessorato allo Sport della Regione Molise, del Comune di Frosolone e del Comitato Regionale del CONI, sarà riservato al settore Propaganda e si svolgerà domenica 22 maggio, a partire dalle 9.00 e per tutta la mattinata, presso la Piscina Comunale di Frosolone, in vasca da 25 metri per quattro corsie. Sotto l’attenta supervisione dell’intero staff della Hidro, circa 200 atleti nati negli anni 2007-2011, in rappresentanza delle società molisane M2 movement e dalla padrona di casa Hidro Sport, e della laziale cirolo Nuoto Formia e della campana Seneta Nuoto, si daranno "battaglia" in prove individuali su una distanza di 25m. e 50m. nello stile libero, nel dorso e nella rana ed esclusivamente su una distanza di 25m. nella specialità farfalla. Per la Hidro Sport scenderanno in vasca i giovanissimi nuotatori provenienti dagli impianti di Agnone, Campobasso, Frosolone, San Giuliano di Puglia e Termoli. Saranno premiati i primi tre classificati di ogni gara per anno di nascita con medaglie e gadget dello sponsor tecnico Arena e saranno consegnate medaglie di partecipazione a tutti gli atleti e le società presenti. Si assisterà, dunque, ad una grande festa dello sport, com’è nella vocazione della società organizzatrice, ma anche ad una kermesse di qualità: il cronometraggio manuale gestito dalla Federazione Italiana Cronometristi assicurerà precisione nella misurazione delle prestazioni e un qualificato staff di giudici di gara garantirà un’ottima gestione della competizione. Il Presidente della Hidro Sport, Toni Oriente, è così intervenuto alla vigilia dell’evento: ”Il meeting offre l’opportunità ai partecipanti della scuola nuoto di socializzare e, nel contempo, di avere un primo confronto con il mondo dell’agonismo: questi giovanissimi appassionati potranno mettersi in gioco e dimostrare le varie tecniche apprese davanti a parenti ed amici che non mancheranno di incitarli e festeggiarli numerosi e calorosi. Le piscine gestite dalla Hidro Sport sono ormai garanzia di efficienza e professionalità per l’utenza molisana. Tutto ciò è reso possibile da una dirigenza oculata e competente e dall’alto grado di preparazione raggiunto dallo staff tecnico e amministrativo, ma anche dal proficuo e duraturo sodalizio con le Istituzioni territoriali. In questa occasione, mi preme esprimere la mia gratitudine soprattutto nei confronti dell’Amministrazione Comunale di Frosolone e di tutti gli sponsor che, nonostante la difficile congiuntura economica, hanno fornito un aiuto prezioso per garantire a questo evento un elevato livello qualitativo e quantitativo: i media partner Telemolise e Radio Luna Network, IC Service, Coltellerie Paolucci, Di Biase Falegnameria, Logistica commerciale t.i.m. 44, Tomasi Trasporti e Spedizioni e lo sponsor tecnico Arena. Concludo ricordando che questa manifestazione, fin dalla sua prima edizione, è dedicata alla memoria di Lelio Pallante, figura di spicco del panorama politico e imprenditoriale locale, sempre vicino al mondo sportivo. A lui va tributato il merito di aver sostenuto la realizzazione dell’impianto natatorio che ci ospita e che, nel suo piccolo, ha contribuito alla promozione e diffusione di una sana pratica sportiva nella nostra regione. Mi auguro che l’evento possa offrire a tutti coloro che vi prenderanno parte una giornata di svago in un ambiente piacevole e accogliente”.


 

calcio
Il Venafro Calcio a 5 sforna un giocatore da serie A e per La Bella, Venafro e l’intero Molise comincia il sogno
immagine

(AGMnews) - Venafro (IS), 13 mag - Una bella notizia per il futsal molisano: il pivot del Venafro Calcio a 5 Carlo La Bella è impegnato in questi giorni in un provino con l'AcquaeSapone, società sportiva di Montesilvano che milita in serie A. Se tutto dovesse andare, come tutti noi ci auguriamo che vada, Carlo potrebbe essere il primo molisano a giocare nel campionato della massima serie nazionale. La Bella, classe 1995 è il “classico” prodotto del vivaio Venafrano, società nella quale da giovanissimo si affaccia al calcio a 5 iniziando poi la sua attività nelle varie compagini bianconere . Infatti a soli 17 anni indossando la casacca del club venafrano vince campionato Juniores e Coppa Italia di categoria. In serie B l’anno successivo, sempre con il Venafro da neopromossa raggiunge l’obiettivo prefissato ad inizio campionato con la permanenza nel campionato di serie B nazionale. L’anno successivo nella prima squadra del sodalizio bianconero è parte integrante del gruppo che sempre nella serie cadetta nazionale raggiunge un posto nei play off e sfiora la storica conquista della Final Eight di coppa Italia, con le sue 10 marcature in 22 apparizioni. Nella stagione 2015/16 ha una breve parentesi nel Saviano in serie B , per poi rientrare a dicembre nel Venafro da grande protagonista, vincendo la finale di coppa Italia regionale, dove é autore di una doppietta, ed il relativo campionato di Serie C1. In questa stessa stagione gli viene riconosciuto il “Galacticos’ Player”, riconoscimento ideato dal sito www.galacticos.it e dal suo curatore Pietro Petruccelli, che premia il miglior calciatore di calcio a 5 della serie C1 molisana, raccogliendo il massimo dei voti da parte dei Mister dopo che i lettori di internet lo avevano inserito nella top ten del campionato. Un curriculum di tutto rispetto, affinato soprattutto nel Venafro Calcio a 5, ha fatto si che l'Acquaesapone chiedesse alla società venafrana la disponibilità per un provino, grazie anche alla figura di Antonio Di Franco, attuale vicepresidente della società sportiva abruzzese, da sempre legato con la società venafrana da un rapporto di reciproca stima ed amicizia. Felicissimi e orgogliosi per i traguardi raggiunti dal proprio “pupillo” la dirigenza della società bianconera, che si dice disposta a rinunciare alle doti di La Bella solo per vederlo scendere in campo nel massimo campionato nazionale: “Sono tantissime le squadre di Serie B interessate a Carlo”, dicono dalla dirigenza del Venafro, “ma siamo disposti a fare a meno dei suoi goal e del suo carisma solo per permettergli di fare la carriera che merita, così come ci comporteremmo con qualsiasi altro giocatore nato e cresciuto nella nostra “cantera”. E’ questo l’obiettivo che ogni società sportiva dovrebbe avere, ed è sempre stato e sempre sarà il nostro!”. Un plauso al giocatore ma anche un plauso al vivaio della società venafrana, che dimostra di anno in anno di lavorare e puntare molto sul settore giovanile e Carlo La Bella è l’ultimo testimone dell’ottimo lavoro svolto ; l’ultimo perché è bene ricordare che anche altri giocatori oltre ad avere rappresentato e rappresentare il Molise, sono stati visionati e seguiti da squadre di serie A , nonché dalla nazionale italiana U 21. Come ad esempio Marco Cimino oppure Luca Prete (entrambi ancora facenti parte del sodalizio venafrano e sicuri protagonisti l’anno prossimo nel campionato nazionale di serie B), altri talenti della Scuola Calcio bianconera, che per diversi motivi, per il primo per scelta personale/lavorativa, per il secondo, invece, vicinissimo a quel Montesilvano vincitore di scudetto e coppa dei campioni , purtroppo non riuscì a prendere parte e a salire su quel treno che l’avrebbe sicuramente visto protagonista sui palcoscenici nazionali ed internazionali per un grave infortunio nel periodo in cui, in quel maledetto aprile, avrebbe dovuto essere a disposizione della squadra neo campione d’Europa. Per preservare Carlo e pensando unicamente alla sua carriera la società venafrana negli incontri disputati a San Nicola La Strada sabato 7 maggio, a soli quattro giorni dal provino già programmato, ha voluto tenerlo precauzionalmente a riposo. Il Venafro Calcio a 5 nell’augurare a Carlo un grosso in bocca al lupo lavorerà sempre più alacremente per far sì che ogni anno ci sia un “Carlo” a portare in alto il nome e i colori della società bianconera, della provincia Pentra e dell’intero Molise.

Si è svolto ad Agnone il triangolare di calcio “Molise Insieme” edizione 2016.
immagine
(AGMnews) - Vito Garofalo - Isernia, 4 mag.  Da diversi anni, a chiusura della stagione sportiva agonistica, le tre sezioni arbitrali del Molise -Campobasso, Isernia e Termoli - fanno una rimpatriata calcistica tra di loro  e si “ scontrano” per  un singolare torneo di calcio denominato ” Molise Insieme”. Quest’anno è toccato alla Sezione di Isernia  metterlo in atto e lo ha realizzato  nel bellissimo impianto alto molisano. In quel di Agnone dove anche la società sportiva di casa, ha voluto dare un grosso contributo per la perfetta riuscita del torneo a coronamento di una grande cooperazione umana e sportiva fra le componenti del calcio .  Il   triangolare delle tre sezioni molisane, è una tradizione ormai consolidata negli anni e che vede, appunto, formazioni calcistiche di arbitri appartenenti alle sezioni del Molise.  Volendo riportare una mera cronaca di quanto accaduto sul campo, la sezione di Campobasso si è aggiudicata il titolo, per la seconda volta consecutiva, battendo per 2-1 proprio i padroni di casa all’ultimo minuto dopo che, all’immediato vantaggio dei lupi, avevano trovato il pareggio su calcio di rigore a metà ripresa. Questo goal ha sancito il terzo posto dei pentri che, nel match di esordio, hanno perso ai rigori contro la sezione di Termoli, dopo essere stati in vantaggio per ben due volte nel corso della gara. Dunque, il terzo e ultimo match fra la sezione di Campobasso e quella di Termoli è stato decisivo per il primo posto nel torneo. Tuttavia, la rappresentativa del capoluogo ha chiuso i giochi già a metà primo tempo, quando il parziale era di 4-0. Il risultato finale, 6-1 ha solo legittimato la vittoria del torneo della sezione di Campobasso. Le gare sono state dirette dai tre presidenti di Sezione, Nicola Musacchio della Sezione di Termoli, Andrea Nasillo della sezione di Campobasso e Domenico De Falco della sezione di Isernia. Tuttavia, l’aspetto più interessante e importante è lo spirito associativo e di amicizia che viene fuori da queste manifestazioni: tanti giovani e meno giovani, accomunati dalla stessa passione per il fischietto, si mettono in gioco in un contesto di sport e solidarietà, rimarcando che il calcio è motivo di unione e non di divisione. Ovviamente non poteva mancare la presenza di tutto il Comitato Regionale Molise con il presidente Alessandro Petrella, il suo vice Italo Paglione e tutti gli altri componenti: Luca Tagarelli, Giuseppe Cifelli, Andrea Cordeschi e Alfonso Pagano. Dopo il pranzo presso il ristorante la Tavola Osca si è proceduto al taglio della torta e ai saluti finali dove la sezione organizzatrice, tramite il proprio presidente Domenico de Falco, ha ringraziato tutti per la partecipazione e, soprattutto, la città di Agnone e la sua storica formazione calcistica sempre pronti e ospitali per tali manifestazioni sportive.    
calcio
Il Venafro ha sconfitto per 12-1 in trasferta l'Isernia
immagine

(AGMnews) - Venafro (IS), 18 apr - Si è giocata ieri sera ad Isernia l'ultima giornata del campionato di Serie C1 e il calendario ha visto fronteggiarsi nel capoluogo di Provincia la Futsal Isernia e il Venafro Calcio a 5, vincitore del campionato già la settimana scorsa. Un derby sempre sentito da ambedue le parti, giocato con il cuore e col rispetto dell'avversario, in cui però le forse in campo sono state quelle evidenziate nella stagione in corso. Nel primo tempo, terminato 3 a 0 per gli ospiti, si è visto che i ragazzi di coach Nini erano determinati a vincere il derby e a raggiungere quello che alla vigilia Nini aveva stabilito come ulteriore obiettivo della stagione: la miglior difesa e il miglior attacco. Nella ripresa i bianconeri non riducono la concentrazione e vincono il derby per 12 a 1. "Dovevamo chiude in bellezza l'abbiamo fatto", dice Mister Nini, "Avevo chiesto ai ragazzi di vincere il derby per conquistare anche quello che è un obiettivo della stagione, cioè quello di essere la squadra con il miglior attacco e più ferrea difesa. Quando i ragazzi giocano fino alla fine, e questo significa rispettare l'avversario, questo significa onorare lo sport, questo significa voler arrivare al massimo. Questa vittoria penso che ci inorgoglisce e da' valore al primo posto e al lavoro fatto. Ringrazio tutti,i ragazzi, la società, il nostro DG Ernesto Cardarelli, Pasquale Coia il fisioterapista, tutti! Abbiamo fatto un buon lavoro e sono felice e soddisfatto!". La vittoria del derby porta la firma della La Bella, autore di sei reti, Nardolillo ne ha fatte tre, Cimino, Pasquale Valvona e Bagnoli completano la goleada bianconera.

 
Inizio
10 successivi >>
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact