Tag Titolo Abstract Articolo
Domenica 14 maggio 2017 il giro d'Italia farà tappa a Montenero di Bisaccia. Fervono i preparativi
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 17 nov. Si è tenuto sabato 12 novembre a Montenero di Bisaccia il primo incontro tecnico-organizzativo con i responsabili di Rcs, guidati da Stefano Allocchio, finalizzato alla ricognizione degli spazi utili agli organizzatori per predisporre tutte le strutture necessarie alla partenza della nona tappa del 100° Giro d'Italia. I tecnici hanno potuto visionare i luoghi che ospiteranno l'intera carovana rosa, i palchi e gli automezzi che riempiranno l'intero paese vestendolo a festa domenica 14 maggio 2017. "Dopo l'assegnazione della tappa di partenza del 100° Giro d'Italia - ha commentato il sindaco Nicola Travaglini - abbiamo compiuto un altro passo verso l'evento più importante del prossimo anno.  Gli inviati di Rcs hanno effettuato sabato scorso diversi sopralluoghi qui a Montenero, individuando le migliori soluzioni possibili per organizzare la partenza che, lo comunico ufficialmente, avverrà nell'area della piazza centrale di Montenero. Oltre ai dettagli logistici, ci sono state fornite numerose informazioni per quanto concerne le attività principali e collaterali che saranno organizzate nell'ambito del Giro d'Italia. Maggiori dettagli, inerenti anche i nomi delle figure richieste da Rcs per l'organizzazione in loco della tappa, saranno forniti nel corso di una conferenza stampa che convocheremo la prossima settimana. Abbiamo conosciuto persone davvero straordinarie, attraverso le quali abbiamo potuto toccare con mano l'imponenza della macchina organizzativa della corsa rosa. Ringrazio anche in questa occasione il consigliere regionale delegato allo Sport Carmelo Parpiglia, presente anch'esso all'incontro di sabato scorso, con il quale proseguiamo il proficuo rapporto di collaborazione istituzionale già intrapreso". 
Domenica 30 ottobre tutto lo staff calcistico partirà alla volta di Avellino e affronterà ben sei squadre campane
immagine
(AGMnews) -Campobasso, 29 ott. Saranno in settanta a partire da Bojano per raggiungere Avellino. Nutrita comitiva, tra giocatori, tecnici, dirigenti e genitori, quella della Virtus Bojano, che domenica 30 ottobre 2016 partirà alla volta del capoluogo irpino, per prendere parte a un torneo di calcio giovanile. Una formazione della categoria ‘Esordienti’ e due della squadra ‘Pulcini’ prenderanno parte, al primo Trofeo “Convitto Nazionale Pietro Colletta”, organizzato dalla scuola calcio Milan di Avellino. La Virtus Bojano dovrà giocare contro sei formazioni campane: la scuola calcio Milan di Avellino, il Lions Avellino, il Napoli Club, il Mirabella Eclano, il Santo Stefano e l’Altavilla Irpina. “Sarà una giornata di sport – le parole del patron Carlo Scinocca – che avremo il piacere di condividere con parte della nostra società. Siamo ospiti in un torneo che vedrà la Virtus Bojano quale unica formazione molisana invitata al torneo organizzato dalla scuola calcio Milan di Avellino, team con il quale esistono solidi rapporti. Ricordo con piacere il torneo dell’anno scorso, quando i nostri ragazzi ebbero modo di farsi apprezzare dallo storico capitano rossonero e della Nazionale, Franco Baresi, il quale fu disponibile a farsi immortalare con le nostre giovani leve”. “Ci rechiamo in terra irpina – ha affermato il responsabile del team, Alessandro Fede – con l’obiettivo di misurarci fuori dai confini regionali, utile occasione per scambiare idee e opinioni con i tecnici delle altre scuole calcio. Parliamo di categorie, Esordienti e Pulcini, nelle quali è nostro compito iniziare a far crescere i ragazzi dal punto di vista tecnico, puntando molto sul gioco e sul divertimento”. Questi i ragazzi della Virtus Bojano, che prenderanno parte alla trasferta di Avellino. Esordienti Virtus Bojano (2004-2005): Davide Paiano, Walter Monaco, Fernando De Luca, Domenico Di Biase, Lorenzo Altieri, Jacopo Salvatore, Donato Di Petta, Manuel Pisano, Francesco Colalillo, Emanuele Di Palo, Simone Iannetta, Roberto Mastroianni, Cosmo Patullo, Ivan Alberico, che saranno accompagnati dai tecnici Alessandro Fede e Aurelio Colalillo. Pulcini  Virtus Bojano (2007): Andrea Di Palo, Jacopo Ciallella, Thadeus Cefaratti, Mario Moscatiello, Emanuele Sabbatino, Emanuele Prioriello, Antonio Salvatore, Emilio Colacci, Pietro Caccavelli, Manuel Di Lallo, Silvio Atzori, Emanuele Papa, Stefano Petrarca, Mario Rosa, Antonio Paiano, Michele Scinocca, Nicolò Antonecchia, accompagnati dai tecnici Giuseppe Formato e Luigi Cicchitto.
Entusiasmo e gratitudine per il primo cittadino Travaglini per la tappa del Giro d'Italia del prossimo anno che percorrerà il suo comune
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 22 ott. Il sindaco Nicola Travaglini interviene in merito alla notizia inerente la partenza da Montenero di Bisaccia di una delle tappe del 100° Giro d'Italia di ciclismo che si terrà il prossimo anno. "Mi sembra opportuno intervenire sulla notizia della partenza di una delle tappe del Giro d'Italia del prossimo anno da Montenero di Bisaccia - afferma il sindaco Nicola Travaglini - per chiarire che abbiamo preferito mantenere sino ad ora il giusto riserbo, dato che non c'è ancora stata la presentazione ufficiale della corsa. In ogni caso è giusto precisare anche che tale riserbo ci era stato chiesto dagli organizzatori della gara e lo avevamo concordato con le altre istituzioni coinvolte. Ad ogni buon conto, confermo che Montenero di Bisaccia è stata scelta come una delle tappe di partenza del prossimo Giro d'Italia; il nostro Comune è stato inoltre invitato a partecipare martedì prossimo 25 ottobre a Milano alla presentazione ufficiale della più importante manifestazione ciclistica italiana. Ringrazio sin d'ora gli organizzatori del Giro d'Italia per aver creduto in questo territorio. Non posso sottacere il fatto che si tratta di un risultato storico, che ci onora per la scelta e ci gratifica per gli sforzi compiuti. L'obiettivo è stato centrato soprattutto grazie alla proficua sinergia avuta con la Regione Molise, alla quale va riconosciuto un ruolo primario e determinante. Il mio grazie di cuore per questo grandissimo risultato e per il sostegno va quindi al presidente della Regione Molise Paolo Di Laura Frattura e al consigliere regionale Delegato allo Sport Carmelo Parpiglia, col quale abbiamo avuto sempre un ottimo rapporto e con il quale abbiamo instaurato un proficuo lavoro di squadra in questa e in altre occasioni; estendo ulteriormente il mio ringraziamento a Parpiglia per il decisivo contributo economico dedicato a questa importante manifestazione sportiva. Un ringraziamento va anche agli amici ciclisti di Montenero di Bisaccia, che con il loro bellissimo gruppo hanno ispirato questo possibile traguardo che noi, con tanta umiltà e determinazione, abbiamo voluto raggiungere. Nella convinzione che si può fare sempre di più e sempre meglio, credo che un obiettivo di questa caratura costituisca un meta importante per la comunità locale e regionale, che ne trarrà sicuramente beneficio sia in termini di visibilità e promozione del territorio, che in termini di opportunità concrete per gli operatori turistici e commerciali".
Formato, giornalista molisano ha presentato il suo libro alla vigilia del match Vastese-Campobasso
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 17 ott. La partita Vastese – Campobasso è iniziata alla vigilia dell’incontro a Palazzo D’Avalos, dove nel pomeriggio di sabato 15 ottobre 2016 è stato presentato anche a Vasto il libro “Grazie per questo momento. La storia di Vincenzo Cosco” (Edizioni Keplero), scritto dal giornalista Giuseppe Formato. Il tour di presentazione ha toccato anche Vasto alla vigilia del match tra due squadre tra le cui fila lo Special Wolf ha giocato e allenato in periodi abbastanza floridi della sua carriera, sia di calciatore che di allenatore. Nella splendida cornice della pinacoteca di Palazzo D’Avalos a fare gli onori di casa sono stati il sindaco di Vasto, Francesco Menna, l’assessore Luigi Marcello e il consigliere comunale Alessandro D'Elisa. Presenti all’incontro, oltre all’autore Giuseppe Formato e alla famiglia dell’allenatore di Santa Croce di Magliano, anche il presidente della Figc/Lnd Molise, Piero Di Cristinzi, che sta seguendo l’evolversi del progetto editoriale legato al progetto ‘VinCo la partita della salute: Vincenzo Cosco continua ad allenare’, che sarà attivato dalla Fondazione Neuromed, rappresentata per l’occasione dalla giornalista Caterina Gianfrancesco dell’ufficio comunicazione. Presenti anche i protagonisti di Vastese e Campobasso. Per i biancorossi sono intervenuti, ricordando il compianto allenatore molisano, il direttore sportivo Pino De Filippis, e il preparatore atletico Roberto Barrea, mentre per i lupi non ha fatto mancare la sua presenza il presidente Giulio Perrucci. Tra il numeroso pubblico anche il vice-capitano biancorosso Cosimo Cosenza e il difensore e responsabile del settore giovanile del Raiano, Gabriele Murazzo. A moderare l'evento, il responsabile dell'area marketing e comunicazione della Vastese, Michele Cappa. In sala tantissimi ricordi e aneddoti legati a Vincenzo Cosco e la lettura, da parte di Pina Petta, di alcuni brani della biografia scritta da Giuseppe Formato, insieme alla proiezione di alcuni video, attraverso i quali i presenti hanno potuto riascoltare la voce inconfondibile dello Special Wolf. A fine serata, gli applausi di coloro che hanno affollato la pinacoteca di Palazzo D’Avalos, così come accadeva quando mister Cosco usciva dai campi dopo una partita.
Una giornata esilarante si è avuta presso i locali della palestra del Liceo Scientifico. Divertimento e coinvolgimento hanno entusiasmato i ragazzi del Cus Molise
immagine

(AGMnews)- Vito Garofalo - Campobasso, 7 ott. E’ stato un successo l’open day di arrampicata sportiva del Cus Molise. Mercoledì 5 ottobre, nei locali dell’ex palestra del liceo scientifico in via Scardocchia a Campobasso, è stata presentata ad appassionati e curiosi, la  nuova disciplina sportiva entrata a far parte della grande famiglia del Centro Universitario Sportivo del Molise. Sotto gli occhi attenti di un gruppo di istruttori qualificati, coordinati da Gaetano Paglione, bambini, ragazzi e adulti hanno potuto provare l’arrampicata. L’entusiasmo, dei bambini, rimasti affascinati dalla disciplina, è stato il punto cardine di un pomeriggio all’insegna del divertimento e dell’agonismo. Oggi pomeriggio è in programma la seconda giornata di open day e successivamente prenderanno il via i corsi. Al termine della prima giornata, a tracciare un bilancio è Gaetano Paglione, coordinatore del gruppo di istruttori. “Da quest’anno il Cus Molise parte con la stagione di arrampicata sportiva – spiega Paglione – abbiamo provveduto a fare l’affiliazione alla federazione italiana di arrampicata e avviato un discorso veramente importante, impostato sulla qualità e sulla serietà che sono i punti cardine del Cus Molise. Abbiamo a disposizione un team di istruttori federali qualificati, i migliori presenti sul territorio molisano e non solo che metteranno a disposizione la loro grande esperienza per quanti vorranno avvicinarsi alla pratica di questo sport e seguiranno anche tutti quelli, già esperti, che hanno intenzione di migliorare. Domani quasi tutti i partecipanti hanno confermato la loro presenza e ci saranno anche altre persone che hanno deciso di provare l’arrampicata. Siamo davvero molto contenti”.  Soddisfazione è stata espressa anche dal presidente del Cus, Maurizio Rivellino. “L’arrampicata è per noi un’attività nuova – sottolinea il numero uno – ma sono certo che ci riserverà nel tempo grandi soddisfazioni. Vedere tanti bambini che si divertono e notare nei volti dei genitori tanta soddisfazione, non può che far piacere. L’arrampicata sportiva rientra in un programma di diversificazione delle nostre attività che cerchiamo di articolare e offrire agli studenti universitari in prima battuta ma anche a tutti gli utenti che vogliono intraprendere queste discipline. Discipline che vengono definite minori ma sono molto belle e vanno praticate”.

Il presidente Durante afferma: " il circolo si pare alla città e permetterà a tanti di avvicinarsi a questo sport"
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 22 set. Il presidente del Consiglio comunale di Campobasso, Michele Durante, è intervenuto alla presentazione della finale scudetto a squadre under 12 maschile che si è tenuta in mattinata nella sede dell’associazione Tennis Campobasso. “Il torneo, organizzato della Federazione Italiana Tennis, si svolgerà al circolo che si apre alla città anche fisicamente – ha detto Durante – attraverso la porta comunicante con la villa Comunale, la quale permetterà a tante persone di avvicinarsi ad una struttura e ad uno sport che potrebbero sembrare isolati e d’èlite. Ma così non è perché il tennis è uno degli sport più praticati in Italia ed è, per assurdo, lo sport che negli ultimi tre anni ci ha consegnato più successi, addirittura più di quanti ne abbiamo ottenuti ai tempi dei ‘quattro moschettieri’ con la vittoria della coppa Davis. Abbiamo alzato due volte la Federation Cup con le nostre ragazze, Sara Errani e Roberta Vinci al vertice del ranking Wta di doppio, due successi ad altrettanti tornei del grande Slam con Francesca Schiavone al Roland Garros e Flavia Pennetta agli Us Open e, in campo maschile, abbiamo avuto Fabio Fognini nella top ten del ranking Atp. Tutti successi che vengono da quella che in Spagna chiamano la ‘cantera’, cioè dalla scuola e dalla formazione. La ‘cantera’ del tennis italiano – ha sottolineato Durante – sono proprio questi campionati under 12, le selezioni giovanili, il circuito e la federazione con i ragazzi che crescono con il mini-tennis. Inoltre, il torneo richiama in città oltre cento famiglie con effetti positivi sulla microeconomia locale a livello di ricettività alberghiera, ristorazione, negozi per lo shopping. Per cui – ha concluso il presidente dell’assise civica di Palazzo San Giorgio – queste iniziative sono le benvenute e faccio i complimenti all’associazione tennis Campobasso, che gestisce il circolo tennis di villa De Capoa, la quale sta svolgendo davvero un ottimo lavoro”.           
Prestigioso arrivo nei ranghi tecnici gialloblu: si occuperà del team agonistico e della scuola nuoto a Termoli
immagine
(AGMnews) - Termoli (CB), 9 set. Dopo l’ennesima stagione positiva, nel corso della quale la Hidro Sport ha conquistato prestigiosi risultati sia in campo regionale che nei meeting nazionali, la società gialloblu guarda avanti e sulle basi attuali programma il futuro. In tale ottica si pone l’arrivo nella grande famiglia della Hidro Sport di Gianfranco Belfiore, con il ruolo di responsabile dell’impianto di Termoli, di allenatore delle squadre agonistiche e della scuola nuoto che orbitano nella struttura della cittadina adriatica e di direttore tecnico. L’approdo di Belfiore nella squadra gialloblu coincide con l’avvio, sempre a Termoli, del nuovo servizio di rieducazione funzionale in acqua sia a livello individuale e sia di gruppo. Calabrese di 44 anni, il nuovo tecnico della Hidro Sport ha una lunga esperienza a bordo vasca, dove è giunto dopo una carriera da atleta di buon livello. Belfiore infatti fino all’età di 30 anni è stato nuotatore e triathleta, con una partecipazione al Campionato Europeo di Triathlon su distanza olimpica nel 2000. Si è poi dedicato al settore Master dove ha conquistato, nel 1999, la corona di campione italiano nei 50 metri stile libero. Ha iniziato la carriera di tecnico da 25 anni, principalmente in Calabria ma con incarichi anche in società umbre e toscane; tra i risultati di maggior rilievo ottenuti a bordo vasca, la convocazione di un suo atleta ai Campionati Mondiali Juniores di Singapore (agosto 2015) e ai Giochi Europei di Baku (giugno 2015), esperienza arricchita dal 5° posto della staffetta azzurra nella finale dei 4x200 stile libero e la conquista di una medaglia ai Criteria Nazionali Giovanili. “Sono entrato in contatto con la Hidro Sport durante i tanti meeting nazionali dove partecipavano i nostri atleti – spiega Gianfranco Belfiore – rimanendone favorevolmente impressionato; sono qui in Molise da pochi giorni, ho accettato volentieri l’incarico che mi è stato proposto perché le motivazioni non mancano”. Il nuovo tecnico punta molto sull’aspetto promozionale: “La Hidro Sport mi sembra una realtà societaria molto ben strutturata, e questo ha influenzato sicuramente molto la mia decisione, ma lo stimolo maggiore deriva anche dal fatto che il Molise, sotto l’aspetto della pratica del nuoto è molto affine alla Calabria, nel senso che c’è una buona diffusione delle discipline natatorie ma allo stesso tempo ci sono spazi di crescita molto ampi per far crescere e conoscere ancora di più la cultura della pratica sportiva in acqua”. Seppure da poco tempo a contatto con la realtà molisana, Belfiore ha riscontrato alcune impressioni favorevoli ed ha ben chiari gli obiettivi che intende perseguire con il suo lavoro: “Ho visto gruppi abbastanza disciplinati, dotati di molta volontà ed impegno e soprattutto con grandi prospettive di miglioramento; allargare le esperienze sportive dei nostri ragazzi è uno degli obiettivi primari mio e della società. Sono finora diversi gli atleti della Hidro Sport che si sono già affacciati sui palcoscenici nazionali, non nego che è intento comune con la società quello di incrementare il numero di ragazzi che ottengono i tempi limite per l’accesso alle kermesse nazionali e consentire a qualche nuotatore più promettente di affacciarsi alle porte della Nazionale – spiega Belfiore – e questo sarà possibile solo con un lavoro collettivo svolto con serietà e lungimiranza; oggi la Hidro Sport è di gran lunga la prima società a livello regionale e che vanta buoni risultati anche fuori regione, ma l’intento è proprio quello di crescere ancora di più nel confronto con le realtà di altre regioni” conclude Belfiore. “Abbiamo affidato la struttura di Termoli e i nuotatori di tale impianto ad una persona– commenta Toni Oriente, presidente e tecnico Hidro Sport – che con la sua competenza e l’esperienza maturata potrà dare tanti input positivi alla nostra attività e alla crescita dei nostri ragazzi. Siamo convinti di aver fatto un’ottima scelta e siamo convinti che i risultati ce lo confermeranno” conclude Oriente.
Appena iniziato l'anno calcistico del campionato di serie B di calcio a 5. Vecchie conoscenze del club e stesso coach Pizzuto
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 31 ago. Ha preso il via nel pomeriggio di lunedì 29 giugno 2016 la stagione sportiva della Chaminade Campobasso, ai nastri di partenza del campionato di serie B, inserita nel girone F. Agli ordini del riconfermato coach Paolo Pizzuto, del preparatore atletico Alessandro Pinelli e del preparatore dei portieri Gaetano Bova, un gruppo di sedici calciatori, tutte vecchie conoscenze del club del capoluogo di regione. Volto nuovo il laterale Michele Marro, classe 1978, che nell'ultima stagione si è diviso tra il Circolo La Nebbia e i 'cugini' dell'Adw Campobasso. Presente, per il saluto di inizio stagione, la società al gran completo: a fare gli onori di casa il presidente Franco Bossi, il direttore generale Domenico Scarnata e l'operatore di mercato Massimiliano Di Cuia. "Questo raduno ha un sapore particolare - le parole del presidente Franco Bossi - perché a giugno era incerta la nostra iscrizione al campionato di serie B. Sono contento che la base societaria si sia allargata, perché vuol dire che abbiamo qualcosa di importante l'abbiamo fatto nei diciassette anni trascorsi insieme. Quest'anno ci rituffiamo in una avventura in un campionato nazionale e sono certo che l'attaccamento alla maglia, che i ragazzi hanno dimostrato nel corso delle ultime settimane saranno la nostra arma in più. Uno sguardo particolare lo daremo alla scuola calcio, che stiamo rilanciando". "Inizio quest'avventura - le affermazioni del direttore generale Domenico Scarnata, passato dal calcio a 11 col Campobasso al futsal con la Chaminade - con l'entusiasmo di chi vuole creare un polo sportivo nella nostra città. Campobasso ha le potenzialità per emergere nello sport. Serve, però, una seria programmazione, aspettando i tempi necessari per lo sviluppo di qualsivoglia progetto che guardi lontano. La prima squadra sarà il percorso finale di un tragitto che inizia dalla nostra scuola calcio. Investiremo molto sul brand Chaminade, così come abbiamo fatto nelle scorse settimane, quando siamo scesi in Piazza Municipio, attirando le attenzioni di tanti ragazzi, incuriositi dalla nostra offerta. Non escludo, per quel che concerne, la prima squadra, affidata a coach Pizzuto, che a ridosso del campionato possa arrivare qualche altro elemento. Quest'anno puntiamo a salvarci senza troppi patemi d'animo, così come già ha fatto questo gruppo nell'ultima stagione". "Per me è un nuovo inizio - ha sentenziato il direttore tecnico Massimiliano Di Cuia - dopo le diverse esperienze in panchina da allenatore, sia nel calcio a 11 che nel futsal. Anche io inizio con grande entusiasmo in questa nuova veste. Sarò il raccordo tra la squadra, l'area tecnica e la dirigenza. Ho trovato un bell'ambiente. Ciò che dirò al nostro giovane gruppo di affrontare la stagione con la giusta tranquillità. I nostri primi obiettivi saranno quelli di divertirci e far divertire tutti coloro che il sabato pomeriggio vorranno trascorrere due ore a incitare i nostri calciatori".
A breve, la società presenterà la 'Chami Card', una tessera d'appartenenza, che sarà venduta ai sostenitori del club, con la quale si potrà accedere al circuito dei partner della Chaminade, con una interessante scontistica applicata dalle attività che sposeranno il progetto del club campobassano. Inoltre, in occasione delle gare casalinghe sarà distribuito, gratuitamente, il giornalino della Chaminade Campobasso, nel quale i protagonisti saranno i calciatori del team e tutti i partner del club.
La Chaminade Campobasso 2016/2017
Sari Shogun Al Assuad, portiere, classe 1989, confermato
Francesco Ialenti, portiere, classe 1990, confermato
Anselmo Gianfelice, portiere, classe 1998, dall’Under 21 Chaminade
Alfredo Badodi, portiere, classe 1998, dall’Under 21 Chaminade
Francesco Pizzuto, classe 1989, confermato (capitano)
Gianfrancesco Pescolla, laterale, classe 1992, confermato
Luca Oriente, laterale, classe 1992, confermato
Michele Marro, laterale, classe 1978, Circolo Nebbia Bojano / Adw Campobasso
Florindo Camillo, laterale, classe 1998, dall’Under 21 Chaminade
Simone Petrella, laterale, classe 1997, dall’Under 21 Chaminade
Federico Ruscica, centrale, classe 1995, confermato
Giuseppe Pasqualone, centrale, classe 1987, confermato
Antonello Pascale, pivot, classe 1988, confermato
Andrea Travaglini, pivot, classe 1995, Frentana Larino
Mario Villani, classe 1995, pivot, confermato
Alessandro Cavaliere, universale, classe 1990, confermato
In campo dopo quaranta giorni di surreale silenzio. Tutto pronto per la prima partita ufficiale del Campobasso targato Novelli.
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 28 ago. Oggi, domenica 28 agosto 2016, i lupi scenderanno in campo alle 16 contro la Civitanovese per il primo turno della Coppa Italia dilettanti. Una partita importante contro i marchigiani, in quanto si giocherà per la prima volta tra le mura amiche e, dopo tanto silenzio che ha avvolto la composizione della rosa, i tifosi rossoblù potranno finalmente vedere all’opera i giocatori scelti per vestire la casacca rossoblù in questa stagione. La presenza dei tifosi del Lupo, inoltre, assumerà un’importanza ancor più rilevante, in quanto parte dell’incasso dei botteghini verrà devoluta alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto. Intanto questa mattina, sabato 27 agosto 2016, la squadra ha svolto la rifinitura sul rettangolo verde del “Nuovo Romagnoli”. Al termine dell’allenamento mister Novelli ha commentato la partita di domani: “Non bisogna fare differenze tra partite di Coppa e quelle di campionato – le sue parole – bisogna avere per tutte la stessa mentalità. Sarà importante andare a trovare le distanze e i tempi giusti, provare alcune giocate e soprattutto cominciare ad avere quella mentalità necessaria per questa squadra”. Probabile l’inserimento tra i titolari dei nuovi arrivi in casa rossoblù: “Qualcuno potrebbe giocare – ha dichiarato il tecnico dei lupi – altri anche se non giocano la partita svolgeranno un regolare allenamento per consentire il continuo lavoro che stiamo apportando i questi giorni”. I reparti sono quasi al completo, mancherebbe solo un attaccante di peso e un centrocampista di esperienza. Quest’ultimo potrebbe essere Davide Carrus, ex centrocampista del Cagliari classe 1979, che vanta diverse presenza tra serie A e serie B, lo stesso è già a disposizione di Novelli ma ancora bisognerà attendere qualche giorno prima della sua ufficializzazione. Sicuramente i protagonisti di questa stagione saranno i tanti giovani che compongono gran parte dell’organico, molti di essi provenienti dal settore giovanile rossoblù allenato lo scorso anno da mister Carmine Rienzo. Contro la Civitanovese, Raffaele Novelli, da molti descritto come un trainer dall’indole zemaniana, potrebbe schierare nel suo classico 4-3-3 Coccitelli tra i pali, linea difensiva formata da Fezzi, D’Angelo, Esposito e Corbo, centrocampo con Grazioso, Voltasio e Lucchese e il tridente composto da Improta, Perrella e Soudant. La gara sarà diretta dal Fabio Mattia Festa della sezione di Avellino, coadiuvato dagli assistenti Lorenzo Battista della sezione di Torre del Greco e Giuseppe Pellino della sezione di Frattamaggiore. I convocati: portieri Palumbo, Cotticelli e Mazzella; difensori Frezzi, Corbo, Monuori, De Matteis, Esposito, Martinelli, D’Angelo; centrocampisti Grazioso, Lucchese, Tini, Voltasio, Di Genova; attaccanti Perrella, Mulatero, Improta, Soudat, D’Aversa.
Il responsabile dell’area tecnica Di Cuia ha trovato l’intesa con Travaglini, il quale tra venti giorni si metterà a disposizione di coach Pizzuto per l’inizio della preparazione precampionato
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 10 ago. Un passato nella Frentana Larino, Travaglini sarà all’esordio nel campionato di serie B, fortemente voluto da Di Cuia, che lo ha allenato nell’esperienza larinese.  “Ho accettato subito la proposta della Chaminade – le parole di Travaglini – per l’opportunità che la società mi ha dato, ovvero la possibilità di misurarmi in un campionato nazionale in un contesto dove, da quello che ho capito, prevarrà la linea verde. Dopo diversi anni nei tornei regionali, avrò la chance di misurarmi con i big di questa disciplina”. Se Travaglini sarà un volto nuovo alla Palestra ‘Sturzo’ di Campobasso, sono stati riconfermati il portiere Francesco Ialenti (classe 1990), i centrali Giuseppe Pasqualone (classe 1987) e Federico Ruscica (classe 1995), quest’ultimi che hanno preferito misurarsi ancora nel campionato nazionale di serie B, piuttosto che scendere nuovamente nelle categorie regionali. La squadra che si metterà agli ordini di coach Pizzuto inizia a prendere forma: prima delle ultime ufficializzazioni, il duo Scarnata-Di Cuia aveva chiuso gli accordi con i riconfermati Pizzuto, Pascale, Cavaliere e la new-entry Marro. “Stiamo valutando diversi calciatori – hanno sottolineato Scarnata e Di Cuia – a dispetto di quello che abbiamo letto e sentito. Abbiamo tutto il tempo, considerando che il campionato inizierà tra cinquanta giorni. Vogliamo costruire un gruppo con calciatori che credono nel nostro progetto di valorizzazione dei calciatori del circondario. Diamo l’opportunità di misurarsi in un campionato, il cui livello non ha nulla a che vedere con i tornei regionali. Abbiamo lavorato in questo mese e mezzo dall’inizio della nostra avventura su più fronti: prima squadra, scuola calcio, impiantistica, aspetto sociale della nostra attività. Non ci siamo focalizzati soltanto sul campionato di serie B, ma a abbiamo dato la stessa attenzione a tutta l’attività del club. Ad esempio, tutti i tesserati, dalla prima squadra ai Primi calci, avranno l’opportunità di parlare costantemente con una psicologa e una nutrizionista, rigorosamente giovani professioniste del capoluogo. Sarà un modo di crescita per tutti noi, provando a far capire ai ragazzi quanto sia importante un corretto atteggiamento e stile di vita”. Intanto, per quattro giocatori che hanno sposato il progetto della Chaminade Campobasso, uno che ha salutato il gruppo. Si tratta dell’under Andrea Cioccia, trasferito al Cus Molise. “Chi farà parte della Chaminade – hanno concluso i due dirigenti – dovrà essere convinto di restare con noi, sposando la nostra mentalità e il nostro progetto. Ci sono dei calciatori che non se la sono sentita di far parte del gruppo. Il calciomercato è anche questo. Auguriamo a Cioccia e ai nostri ‘cugini’ la disputa di un ottimo campionato”.
Col motto: "Noi siamo il Campobasso"
immagine
(AGMnews)-Campobasso 21,Lug.  Coinvolgere sempre più i tifosi e la piazza in una passione comune, cioè la propria squadra, la propria identità; non solo una maglia o un emblema, ma uno stile di vita. A questo proposito, il presidente del Consiglio Comunale di Campobasso, Michele Durante, rivolge un invito al sindaco, ai componenti dell'assise civica, a tutti gli amministratori locali interessati e ai cittadini a sottoscrivere le quote dell'associazione "Noi Siamo il Campobasso", presieduta da Daniele Landolfi, per sostenere la società nell'imminente stagione sportiva 2016/2017.  "Ritengo giusto e opportuno - ha detto - che gli amministratori, insieme ai cittadini, contribuiscano alla rinascita e alla prosecuzione del progetto e a promuovere queste forme di collaborazione e partecipazione tra la piazza e la società. La città di Campobasso lo merita e si aspetta risultati importanti per ritornare ai vecchi fasti. Per questo, voglio ringraziare chi ha operato nella società con impegno e correttezza e augurare buon lavoro ai nuovi soci che si apprestano ad affrontare la nuova stagione sportiva con la speranza che sia ricca di successi". 
 
 
 
 
Responsabile comunicazione esterna
Antonio Di Monaco
Lavori, per un importo di 800mila euro, concessi dalla Regione Molise,
immagine
(AGMnews) - Vito Garofalo - Campobasso, 16 lug. Approvato il progetto per il potenziamento e messa in sicurezza dello Stadio di Selvapiana. Lavori, per un importo di 800mila euro, concessi dalla Regione Molise, che permetteranno di riqualificare e potenziare, anche dal punto di vista dell’impiantistica e della prevenzione incendi, lo stadio. Con il finanziamento regionale saranno anche installate telecamere di videosorveglianza, verranno ripristinati i fari delle quattro torri che illuminano il rettangolo di gioco e la sala GOS (Gruppo operativo sicurezza), verrà inoltre riattivata la centrale elettrica al servizio della struttura che permetterà di disputare incontri di calcio anche in notturna. Intanto continueranno i lavori della Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo che sarà a breve riconvocata su richiesta dell’amministrazione Comunale da parte del Prefetto di Campobasso. Dunque nessuna chiusura dello stadio: Commissione e Comune lavorano alacremente per assicurare l’agibilità in tempi rapidi. Tant’è che bruciando i tempi, rispetto alle previsioni, oggi il progetto esecutivo sottoposto dall’assessore ai Lavori Pubblici Pietro Maio al vaglio della giunta Battista è stato approvato in via definitiva. Tocca ora alla struttura tecnica indire le relative gare d’appalto e procedere, di conseguenza, all’aggiudicazione dei lavori che ricordiamo ammontano a 800mila euro. L’amministrazione coglie l’occasione per ringraziare il Prefetto di Campobasso e la Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo per il lavoro finora svolto. 
calcio
Il 22 giugno i supporters dei Lupi rossoblu in centro.
immagine

(AGMnews) - Campobasso, 22 giu - L’assessore comunale allo Sport, Cultura e Pari opportunità, Emma de Capoa, in una nota ha dichiarato: "Sarò presente, con i tifosi del Campobasso, alla bella iniziativa che vedrà, in Piazza Municipio, mercoledì 22 giugno, i supporter del Lupo riuniti tutti insieme in un centro cittadino che mi auguro possa colorarsi di rossoblù. Lo sport in generale e il calcio più in particolare sono fenomeni di aggregazione sociale e, da assessore allo Sport del Comune di Campobasso, sono contenta di poter vedere i tifosi riunirsi per dare un contributo al club rossoblù. Invito tutti i cittadini a dare un aiuto ai ragazzi che, nel corso della serata, si metteranno a disposizione per aiutare la locale squadra di calcio, vendendo le quote dell’Associazione ‘Noi siamo il Campobasso’ e i gadget del Lupo. È un modo per dare, ognuno di noi, un piccolo ma significativo contributo per il Campobasso che si appresta a iniziare una nuova stagione calcistica. Stagione che ci auguriamo possa regalarci quelle soddisfazioni che abbiamo già vissuto nel corso della prima parte del 2016. In questi giorni stiamo assistendo agli Europei e vediamo gli spalti pieni di tifosi entusiasti, pronti a seguire gli Azzurri in Francia. Domani mi auguro che questa unione che stiamo vedendo in televisione per gli Azzurri sarà la stessa che si respirerà in Piazza Municipio per la squadra della nostra città dalle 18 e per l’Italia dalle 21, quando la Nazionale giocherà contro l’Irlanda con la qualificazione agli ottavi di finale già in tasca. Appuntamento dunque in Piazza Municipio per tifare Campobasso e per contribuire alla sottoscrizione delle quote dell’Associazione ‘Noi siamo il Campobasso’".

nuoto
Il team gialloblu si aggiudica la kermesse per il quarto anno consecutivo
immagine

(AGMnews) - Campobasso, 20 giu - Dall’impianto “Le Naiadi” di Pescara è arrivata una bellissima conferma per la società natatoria molisana Hidro Sport: il team gialloblu infatti si è aggiudicato anche la quarta edizione del Trofeo d’Abruzzo, importante meeting nazionale che mette a confronto squadre e talenti provenienti da diverse regioni italiane. Per la Hidro Sport si tratta del quarto successo consecutivo, su quattro edizioni fin qui organizzate del Trofeo, un en plein che conferma il feeling tra la squadra molisana e la prestigiosa kermesse pescarese. Dopo aver vinto le prime tre edizioni, l’attenzione era puntata tutta sul team molisano che non ha deluso le attese e nella classifica finale a squadre ha trionfato davanti alla società di casa Hurricane, scrivendo così ancora una volta il proprio nome nell’albo d’oro della manifestazione. “Grande soddisfazione - ha commentato Toni Oriente, tecnico e presidente Hidro Sport – per questo bellissimo poker, scaturito grazie alle ottime prestazioni dei ragazzi e allo spirito di squadra che è stato il collante e la marcia in più che ci ha portati di nuovo al successo qui a Pescara”.

nuoto
Per i nuotatori gialloblu sono arrivate medaglie e diversi pass per i campionati nazionali estivi
immagine

(AGMnews) - Campobasso, 18 giu - Sono state tante le soddisfazioni portate a casa dai nuotatori della Hidro Sport che hanno partecipato alla seconda edizione dell’International Meet Tiro a Volo, andato in scena nella bellissima cornice dello Stadio del Nuoto di Roma; una kermesse di caratura internazionale che ha visto la partecipazione di blasonatissimi sodalizi italiani, per un totale di 77 società per la categoria Assoluta e 20 per il Trofeo Esordienti, con 1500 atleti circa iscritti alle varie gare. Guest star d’eccezione di questa edizione, il nuotatore americano Michael Andrew, che per un solo centesimo ha fallito la conquista del record mondiale juniores nei 50 rana. Sono state quattro le medaglie guadagnate dagli atleti gialloblu, che si sommano a tante finali conquistate e a vari record personali infranti; sono salite due volte ciascuna sul podio Lucia Benini e Federica Caruso. La prima si è piazzata sul gradino più alto negli 800 stile libero dove, con il fantastico crono di 9’15’’49 ha annientato il suo record personale e ha staccato il pass per i campionati italiani giovanili estivi; secondo posto per lei invece nella gara dei 400 stile con il tempo di 4’32’’15 e anche qui con relativa conquista di un posto per i campionati italiani. Due bronzi per Federica Caruso: nei 200 misti con il tempo di 2’29’’56 e nei 200 delfino, gara dove grazie all’ottimo tempo di 2’24’’81 migliora il personale e guadagna un posto per i campionati giovanili estivi. Ottime le performance ottenute anche da Cristiano Hantjoglu che ha ottenuto l’accesso alle finali assolute sia nei 50 che nei 100 dorso; sulla distanza corta ha chiuso in settima posizione con 26’’98, sui 100 metri in 58’’57, sempre in settima posizione. Cristiano ha disputato anche la finale B nei 200 dorso, chiusa in 2’11’’31 e dei 200 misti (2’13’’39). Finale B anche per Arturo Spina nei 400 misti (5’10’’) e Giulia Calabrese, che ha centrato un ottimo sesto posto nei 100 dorso (1’08’’23). Un risultato molto incoraggiante per Hantjoglu, proprio a pochi giorni dal prestigioso Trofeo Internazionale Sette Colli al quale l’atleta della Hidro Sport avrà l’onore di partecipare grazie ad una meritata qualificazione. Infine, diversi atleti gialloblu hanno conquistato il diritto a gareggiare nelle finali di categoria; per i Ragazzi, Federica Caruso ha disputato la finale dei 200 misti ed ha centrato due ottime quinte posizioni, nella finale dei 50 stile (28’’26 e miglior personale) e in quella dei 100 rana (1’18’’12). Hanno partecipato alle finali di categoria (sempre Ragazzi), anche Caterina Hantjoglu, nona nei 100 delfino (1’09’’35), decima nei 100 dorso (1’10’’30) e settima nei 200 delfino (2’32’’76), Lucia Benini, decima nei 100 delfino con 1’10’’07, Noemi Reggi, ottava nei 200 delfino (2’33’57) e Alessandro Benini, settimo nei 100 dorso con 1’03’’42. “Una partecipazione, quella al Meeting Tiro a Volo, molto proficua – ha commentato il presidente e tecnico gialloblu Toni Oriente – sia sotto l’aspetto tecnico che motivazionale; con i risultati maturati in corsia abbiamo avuto conferma del potenziale dei nostri ragazzi e della validità dei nostri metodi. Gareggiare in un parterre di tale caratura non è facile e metterebbe in difficoltà chiunque, ma nei ragazzi ho visto tanta determinazione e grinta, cosa che non può che farci piacere per poter crescere ancora di più. La stagione è ormai nella sua fase più importante, stiamo cercando di mantenere alta la concentrazione e, a giudicare dai responsi che ci giungono ogni settimana dalle piscine dove sono impegnati i nostri atleti, ci stiamo riuscendo. Siamo pronti – ha concluso Oriente – per affrontare al meglio i prossimi importanti appuntamenti”.

Ci sono stati caroselli di festa in diverse città della Regione per celebrare la strepitosa vittoria del campionato.
immagine
(AGMnews) -Vito Garofalo - Pescara, 10 giu.  Grande Pescara calcio.  Festa grande   per il suo ritorno in serie A dopo 3 anni. Ieri in quel di Trapani  ha conquistato la promozione nella massima categoria del calcio dopo aver pareggiato per 1 a 1 con la fortissima  formazione del Trapani  (risultata 3 in classifica alla fine della regolar season). Ma nella finale play-off di serie B non c’è stato niente da fare per la compagine siciliana anche se, come dichiarato da  Mr Oddo a fine gara, anche il Trapani  meritava la serie A.. La notizia bella è che,  la promozione raggiunta dal Pescara, ha fatto gran piacere anche ai tantissimi tifosi molisani , sopratutto quelli dell’alto Molise e della costiera adriatica, perché hanno  accolto con  gioia la notizia,  già assaporando  il fatto  che da agosto prossimo potranno godere della serie A della Regione limitrofa.. Passiamo alla cronaca. La  squadra di Cosmi é partita a spron battuto ed è passata subito in vantaggio con Citro. Al quinto minuto il giocatore granata trafigge Fiorillo da pochi metri dopo un'azione in contropiede. Predominanza del Trapani per la prima mezzora, poi il Pescara ha due acuti, ma è decisivo Nicolas: al 35' su Lapadula e un minuto dopo su Pasquato. Al 38' protesta la squadra di Oddo per un colpo di testa ravvicinato di Lapadula che si stampa sul gomito di Pagliarulo, ma per l'arbitro è tutto regolare. Altra occasione al 44' per il Pescara con Pasquato che sfiora il palo con un tiro-cross. I granata chiudono in vantaggio la prima frazione di gara. Nella ripresa arriva il pari di Verre all'11, davvero con un eurogol. Il centrocampista vede Nicolas lontano dai pali e lo trafigge con un tiro da centrocampo. Al 18' per il Trapani si fa ancora più dura: Scognamiglio ferma Lapadula con un fallo da ultimo uomo e per l'arbitro è espulsione. AL 35' grande occasione di Caprari per chiudere i conti, ma Nicolas si oppone.  Termina la gara con il trionfo del pescara e con un tenereo abbraccio tra i due allenatori soprattutto cercato da Oddo che si congratula coon serse Cosmi in lacrime. Un esempio che si spera sempre si veda sui campi di gioco.
 
Formazioni:
 
TRAPANI: Nicolas, Perticone, Pagliarulo, Scognamiglio, Fazio, Eramo, Nizzetto, Coronado, Rizzato, Petkovic, Citro. A disposizione: Fulignati, Daì, Camigliano, Basso, Ciaramitaro, Barillà, Montalto, Torregrossa, De Cenco. All. Serse Cosmi
PESCARA: Fiorillo, Zampano, Campagnaro, Fornasier, Crescenzi, Verre, Torreira, Benali, Pasquato, Caprari, Lapadula. A disposizione: Aresti, Bruno, Verde, Zuparic, Acosta, Selasi, Vitturini, Mitrita, Cappelluzzo. All. Massimo Oddo
ARBITRO: Fabio Maresca di Napoli; Assistenti: Pasquale De Meo di Foggia e Luca Mondin di Treviso; Quarto Uomo: Vincenzo Soricaro di Barletta; Arbitri addizionali: Gianluca Manganiello di Pinerolo e Riccardo Pinzani di Empoli
nuoto
I nuotatori del sodalizio gialloblu hanno vinto ben 12 delle 22 gare in programma riservate a Esordienti A e B
immagine

(AGMnews) - San Giuliano di Puglia (CB), 3 mag - Ha fatto tappa a San Giuliano di Puglia la terza prova del Gran Prix di nuoto riservata alle categorie Esordienti A e B, nell’accogliente e funzionale struttura della piscina comunale. Ottimi i risultati ottenuti dalla Hidro Sport: la società gialloblu, su 22 gare in programma, ne ha vinte ben 12 guadagnando altrettante seconde posizioni e 18 terzi posti.

I maschietti degli Esordienti A hanno fatto registrare una splendida tripletta nei 200 stile libero con la vittoria di Patrick Comodo (2’13’’6), seguito al secondo posto da Marco Gallesi (2’21’’) e al terzo da Edoardo Varriano (2’27’’9), tutti e tre con miglioramento del personale; Patrick ha prevalso anche nei 100 rana, con 1’22’’8 seguito dal compagno di squadra Francesco Cocco, terzo con 1’35’’6 (primato personale per entrambi). Altre double per la Hidro sono giunte dai 200 dorso con l’oro di Davide Sabella (2’35’’8) e il bronzo di Edoardo Varriano (2’43’’2), dai 200 misti con Davide Sabella secondo (2’42’’4, miglior personale) e Antonio Mascilongo terzo (tempo personale con 2’51’’6) e dai 100 delfino con l’argento di Marco Gallesi (1’14’’) e il bronzo di Gabriele Terrigno (1’27’’9). Buone prove anche per le ragazze della medesima categoria: nei 100 rana oro per Alessandra Arbotti (1’27’’) e bronzo per Benedetta Sangregorio (1’34’’9), nei 200 misti argento per la Arbotti (2’56’’5), mentre nei 200 stile bronzo per Maria Pia Triventi (2’36’’5).

Ricchissimo il medagliere degli Esordienti B; per i maschi, doppietta nei 200 misti con l’oro di Ermanno Tedeschi (2’55’7) e il bronzo di Jacopo Varriano (3’07’’7); altre doppiette nei 200 stile con Mario Castagnoli medaglia d’argento grazie al crono di 2’55’9 e Mario Colalillo terzo con 3’15’’9 (primato personale per entrambi), nei 50 stile con Simone Silvestri secondo (37’’1 e primato personale) e Jacopo Licursi terzo (miglior personale con 38’’3), nei 200 dorso con Jacopo Varriano secondo (2’59’’9) e Ermanno Tedeschi terzo (3’03’’ miglior crono personale per tutti e due) e nei 100 farfala con l’argento di Giuseppe Perna (1’35’’) e il bronzo di Emanuele Iannone (1’42’’). A chiudere il quadro, il bronzo nei 100 rana di Francesco Abbruzzese (1’46’’ e miglioramento del personale) e lo splendido oro nella staffetta 4x50 misti composta da Jacopo Varriano, Mario Castagnoli, Jacopo Licursi ed Ermanno Tedeschi. Passando, infine, alle gare femminili della stessa categoria, è stato netto il predominio delle nuotatrici della Hidro Sport. Le atlete gialloblu hanno monopolizzato la gara dei 100 rana, conquistando l’intero podio grazie all’oro di Maira Miranda con 1’41’’3, all’argento di Ludovica Ziccardi con 1’41’’8 e al bronzo di Beatrice Pollutro con 1’44’’4, per tutte e tre primato personale; Hidro indiscussa protagonista anche nei 200 misti: oro per Francesca Petacciato che ha nuotato in 3’08’’7, seguita da Maira Miranda (3’19’’1) e da Erika Minicucci (3’36’’3), sempre con miglioramento del tempo personale per tutte e tre. La terza tripletta è arrivata nei 100 farfalla: oro ad Alisia D’Agnone (1’32’’6), argento a Francesca Petacciato (1’35’’) e bronzo a Lucia Piscolla (1’53’’2). Ma altre pesanti affermazioni sono giunte nei 50 stile con l’oro di Lorenza Santoro (36’’6) e l’argento di Sofia Del Papa (37’’), nei 200 dorso con Alicia D’Agnone più veloce di tutte con 3’00’’ e Lorenza Santoro terza con 3’18’’3 (entrambe miglior personale), nei 200 stile con il bronzo di Francesca Galasso (3’10’’4 e primato personale) e nella staffetta 4x50 mista (Erika Minicucci, Francesca Petacciato, Maira Miranda e Alisia D’Agnone) che ha conquistato un meritato oro.

“Una giornata molto proficua quella passata in questo bellissimo impianto – ha commentato Toni Oriente, tecnico e presidente della Hidro Sport – che sul piano dei risultati ci ha dato indicazioni molto concrete. A parte il ricco medagliere, ottenuto grazie alla concentrazione e alla grinta che i ragazzi tutti hanno messo una volta scesi in vasca, mi piace sottolineare come molti di loro sono riusciti anche a migliorare i loro tempi personali; questo è un segnale molto positivo, che premia il loro impegno ma anche quello dei nostri tecnici, ai quali va un plauso, che con questi responsi raccolgono i frutti del loro lavoro quotidiano” ha concluso Oriente.

nuoto
Il nuotatore della Hidro Sport trionfa nei 50 e nei 100 metri stile libero, dove fissa anche il nuovo record di categoria
immagine

(AGMnews) - Campobasso, 26 apr - Ennesimo prestigioso risultato conquistato da Pompeo Barbieri, nuotatore della Hidro Sport, che all’ultima edizione dei Campionati Italiani Giovanili Paralimpici, si è laureato campione italiano in tutte e due le gare per le quali era in lizza, i 50 e i 100 metri stile libero. Alla manifestazione, svoltasi presso il complesso “Le Naiadi” di Pescara, l’atleta di San Giuliano di Puglia, bracciata dopo bracciata, ha fatto il vuoto dietro di sé, fino ad arrivare a toccare la piastra prima di tutti e a gioire per il successo insieme a tutto il sodalizio gialloblu e alle tante persone che seguono le sue imprese natatorie. Ha tenuto fede al suo motto, quel “non mollare mai” che Pompeo ha avuto sempre come obiettivo, nella vita come in piscina, e ancora una volta i risultati gli hanno dato pienamente ragione; ha iniziato l’attività agonistica con i colori della Hidro Sport nel 2009 e, da allora, ha inanellato una serie impressionante di successi che lo hanno portato di diritto ad essere considerato una delle migliori espressioni del nuoto paralimpico: record di categoria sui 50 metri stile libero agli Assoluti italiani di Abano Terme (2009), campione italiano giovanile nella stessa disciplina e vice campione nazionale giovanile nei 50 dorso (2010), nel 2011 altro record nei 50 stile ai Campionati Interregionali di Roseto degli Abruzzi, nel 2012, sempre agli Interregionali, vince 50 stile libero e 50 farfalla, ai campionati italiani assoluti di Busto Arsizio è quarto nei 50 stile e nei 50 farfalla, nel 2012 ai campionati italiano giovanili di Brugherio doppia vittoria, nei 50 stile e nei 50 farfalla,; seguono tre anni di inattività forzata e nel 2015 torna con un secondo posto agli Assoluti di Napoli nei 50 metri stile libero (migliore prestazione in vasca lunga) e il titolo di vice campione italiano assoluto e infine ai campionati italiani giovanili di Massarosa si laurea campione italiano nei 50 metri stile libero e nei 100 metri stile, dove ottiene anche il record italiano di categoria. E a Pescara ha bissato esattamente la performance di un anno fa a Massarosa, con la vittoria sia sulla distanza corta che sulla lunga e il record italiano sui 100 metri. Nella gara dei 50 metri Barbieri partiva con un tempo di iscrizione di 52’’70 ed ha concluso la sessione davanti a tutti nuotando in 51’’6. Sulla distanza più lunga ha dato il meglio di sé: sceso in vasca con un tempo di qualificazione di 1’58’’70, nei 100 metri stile ha mostrato tutta la sua sicurezza e la sua preparazione, chiudendo la pratica in 1’56’’7 e facendo registrare anche il record italiano per la classe S5. Una soddisfazione enorme per Pompeo, che ripaga il ragazzo della sua forza di volontà e dell’abnegazione con la quale quotidianamente si allena nell’impianto di San Giuliano di Puglia, sotto l’occhio vigile del suo allenatore, Antonio Cucoro; questo risultato arriva inoltre dopo il conferimento, lo scorso febbraio, del prestigioso premio di “Sportivo dell’anno 2015” nell’ambito della Giornata dello Sport della Regione Molise, un riconoscimento che ha dimostrato ancora una volta di meritare appieno. E ovviamente le performance di Barbieri non potevano non avere il plauso della sua società di appartenenza: “Siamo estremamente soddisfatti per il risultato di Pompeo - ha commentato Toni Oriente, presidente e tecnico della Hidro Sport – a conferma del suo ottimo stato di forma e soprattutto del grande lavoro che ha svolto. Le vittorie di Pescara sono la diretta conseguenza del suo grande impegno nell’affrontare quotidianamente gli allenamenti, un riconoscimento importante soprattutto per lui ma anche per chi lo ha seguito e ha saputo indirizzarlo. Due allori che arrivano dopo tanti sacrifici e che Pompeo ha meritato in pieno” ha concluso Oriente.

nuoto
L’atleta gialloblu Hantjoglu, unico molisano qualificato per gli Assoluti di Riccione, sabato in gara nei 50 dorso
immagine

(AGMnews) - Campobasso, 21 apr - Il mese di aprile ha visto la Hidro Sport calcare i palcoscenici di importanti manifestazioni natatorie di caratura nazionale, con risultati fin qui molto soddisfacenti. Tra questi, il Campionato Nazionale Assoluto Primaverile, in corso a Riccione, che vede impegnato Cristiano Hantjoglu in rappresentanza della Hidro Sport, unico atleta molisano qualificato. Oltre che per l’elevato livello dei partecipanti (tra gli altri, Magnini, Sabbioni, Paltrinieri), il Campionato acquisisce grande importanza anche perché funge da selezione per i Campionati Europei di Londra ed è la prima occasione per potersi qualificare per le Olimpiadi di Rio. Hantjoglu era qualificato per le gare dei 100 e dei 50 metri dorso. Nella prima ha gareggiato martedì 19, con un ottavo posto in batteria (tempo di 58’’39); una batteria molto dura quella del forte dorsista molisano, composta da atleti di primissimo piano come Simone Sabbioni (recordman italiano nella specialità, sia in vasca lunga che in vasca corta), che ha ampiamente prevalso, Lorenzo Glessi e Jacopo Bietti. Hantjoglu avrà una seconda chance sabato 23, quando scenderà in vasca nella sua specialità preferita, i 50 metri, dove ha riportato nel corso della sua carriera eccellenti risultati; sarà l’occasione per Cristiano di mostrare il proprio valore e tenere alto l’onore del nuoto molisano, essendone l’unico rappresentante a Riccione. Anche per lui quello di aprile è stato un mese molto impegnativo; oltre agli Assoluti, è stato impegnato anche ai Campionati Giovanili Primaverili due settimane fa, sempre a Riccione dove, insieme all’altro dorsista Francesco Gatti, ha espresso ottime performance, accanto a quelle altrettanto buone della squadra femminile Hidro Sport. Cristiano ha riportato un bel quinto posto nei 50 dorso (25’’47) e un settimo nei 100 (55’’21), mentre Francesco ha chiuso, nella categoria Cadetti, i 100 dorso al secondo posto in batteria con un ottimo 57’’01 e un importante 19esimo posto nella classifica Cadetti dove, nonostante gareggi con molti atleti di un anno più grandi, nella gara dei 200 dorso ha fatto registrare un significativo 2'02"25. Per Francesco sempre presente nella rassegna giovanile da 6 anni, la conferma di un percorso costante che lo ha visto raggiungere con sistematicità la qualificazione alla rassegne giovanili invernali e estive. E in questi giorni la Hidro Sport ha partecipato anche al Campionato Nazionale Indoor di fondo, grazie alla storica qualificazione conquistata da Lucia Benini alle selezioni di Napoli. L’atleta gialloblu ha nuotato nei 3000 metri stile libero (categoria Ragazzi 02), che ha concluso con il tempo di 36’28’’07, nettamente al di sotto del crono con il quale si era qualificata e cioè 36’54. Un risultato interessante in termini di miglioramento personale e per l’importanza che tale gara assume in prospettiva futura, considerando che si tratta della prima importante esperienza per la Hidro nel mezzo fondo. “Siamo alle prese con tanti appuntamenti importanti in questo periodo – ha commentato Toni Oriente, presidente e tecnico della Hidro Sport – e non è facile tenere alta l’attenzione su tanti fronti, ma devo dire con soddisfazione che ci stiamo riuscendo molto bene per merito dei ragazzi e dei tecnici che li seguono. Facendo il punto degli ultimi impegni, siamo sicuramente soddisfatti: ai Campionati Giovanili ci siamo espressi con buone prestazioni, per quanto riguarda gli Assoluti, ora aspettiamo Cristiano sui 50 metri, gara che concluderà questo appuntamento prestigioso al quale il nostro atleta non manca ormai da tre stagioni. Infine, la partecipazione e la buona prestazione di Lucia Benini al Campionato Nazionale Indoor sono un’ulteriore bella notizia: è la prima volta che ci misuriamo nel fondo e lo abbiamo fatto senza nessun timore. In ottica futura questa è un’indicazione molto importante” ha concluso Oriente.

kung fu
350 atleti in gara, nel ricordo di Massimo De Palma
immagine

(AGMnews) - Termoli, 8 apr - Saranno 350 atleti di Kung-Fu e Sanda a Termoli a ricordare l’Atleta Massimo De Palma sabato 9 e domenica 10 aprile durante il 14° Campionato Nazionale Libertas “Kung Fu, SandaSemisanda e gare di forma”, valido anche come “11° Memorial Massimo De Palma” al Palasabetta. L’evento, patrocinato dal Comune di Termoli e dalla Regione Molise, è stato presentato dal Maestro Carmine De Palma, insieme al Centro Regionale Libertas,Ivan Vincenzi (istruttore e arbitro), Saverio Lacerenza (Istruttore e arbitro)gli Atleti Testa Giuseppe, Corbo Federico, Zucaro Giuseppe, Alloggio Alessio e Coscia Enrico. “Come ogni anno parteciperanno all’incirca 350/400 atleti, sia uomini che donne, di età compresa tra i 5 e 46 anni (l’atleta iscritto più maturo), provenienti da diverse regioni italiane, quali: Molise, Abruzzo, Puglia, Campania, Lazio, Marche, Sicilia , Basilicata, Emilia Romagna e Toscana – ha spiegato il Maestro De Palma -. Si partirà alle ore 15:00 di sabato 9 aprile con gare di forma per bambini/ragazzi e adulti a seguire combattimenti piccolissimi. Domenica si gareggerà dalle ore 8:30 alle 19:30 al PalaSabetta”. Il consigliere di Maggioranza Antonio Giuditta ha sottolineato la bontà dell’iniziativa che come ogni anno onora la memoria di Massimo De Palma, un grande atleta scomparso ormai quattordici anni fa a causa di un tragico incidente stradale, e della positività che l'evento avrà a livello turistico e sull'intero indotto, considerato l'elevato numero dei partecipant

Inizio
10 successivi >>
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact