Tag Titolo Abstract Articolo
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 21 mar. Ha riscosso un notevole consenso la pedalata  denominata "In bici con Papà" organizzata dalla Scuola Materna Paritaria "Maria Ss.ma di Bisaccia", in occasione della ricorrenza della Festa del Papà. L'iniziativa, patrocinata dal Comune di Montenero di Bisaccia, si è tenuta nel pomeriggio di domenica 19 Marzo e ha visto la partecipazione di moltissimi bambini accompagnati dai propri genitori, i quali hanno potuto fare un lungo giro in bicicletta nell'area circostante la chiesa di San Paolo Apostolo, Via Paterno, Via Padre Pio e Via Gramsci, grazie anche alla chiusura al traffico delle strade interessate. "E' stata un'occasione molto bella per genitori e figli - ha dichiarato il sindaco Nicola Travaglini - per stare insieme e godersi una passeggiata in bicicletta in una delle aree più adatte del nostro paese per questo tipo di eventi". Ringrazio suor Tonia in qualità Coordinatrice della Scuola Materna Paritaria Maria Ss.ma di Bisaccia - ha commentato l'Assessore alla Cultura, Turismo e Spettacolo Massimo Di Stefano - per averci proposto questa bella iniziativa. Noi abbiamo sostenuto immediatamente la sua richiesta, perché crediamo molto negli eventi ludici che vedono coinvolti bambini e famiglie, tutti insieme. Auspichiamo quindi che ci siano sempre più proposte di questo tipo, per poter regalare momenti di autentico svago e divertimento ai nostri concittadini più piccoli e ai loro genitori". 
L'amministrazione comunale di Montorio nei Frentani ha promosso questa iniziativa per il prossimo 23 marzo dedicato ai coltivatori di olivo
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 20 mar. È giunto alla tredicesima edizione il premio “L’arte del potare molisano”, il campionato regionale di potatura dell’olivo allevato a vaso policonico, indetto dall’ARSARP, l’Agenzia Regionale per lo Sviluppo agricolo, rurale e della pesca. Il prossimo 23 marzo, nel Comune di Montorio nei Frentani (CB), i concorrenti dovranno potare tre piante di olivo in un tempo massimo di 20 minuti. Il concorso ha la finalità di valorizzare il comparto olivicolo molisano e di stimolare gli operatori del settore alla crescita professionale attraverso il confronto con le diverse realtà olivicole regionali. Possono partecipare all’evento gli agronomi, gli operatori agricoli con esperienza nel settore o che siano in possesso di un attestato di partecipazione a corsi di potatura e gli studenti dell’Istituto Tecnico Agrario di Larino. I primi sei classificati parteciperanno di diritto al campionato nazionale di potatura dell’olivo ,“Forbici d’oro”, che si terrà in Toscana il primo aprile 2017. Per poter partecipare all’evento, gli interessati dovranno presentare domanda di adesione, per mezzo posta elettronica o con consegna a mano, alla segreteria del concorso istituita presso l’ARSARP di Larino. Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito internet dell’ARSARP www.arsarp.it o contattare la segreteria organizzativa al seguente indirizzo e-mail: dopoliomolise@arsarp.it , tel. 0874822840
Convegno con il Garante Nazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Filomena Albano
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 11 mar. Lotta al cyberbullismo, prevenzione dei pericoli sul web per i minori e uso consapevole dei nuovi media. E’ su questi temi che si svilupperà il convegno/dibattito “Dentro la rete – la tutela dei minori in internet” promosso dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Molise in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di S. Elia a Pianisi (Campobasso). E’ previsto anche l’intervento del Garante Nazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Filomena Albano. L’appuntamento è in programma il prossimo 13 marzo dalle 10 alle 13 nella Sala della Costituzione della Provincia di Campobasso (via Milano). L’iniziativa rientra nel progetto “Bulli tra reale e virtuale: il ruolo dei pari come elemento di trasformazione” dell’Istituto Comprensivo di S. Elia a Pianisi. Il progetto è tra i vincitori del Bando emanato dal MIUR all’interno del Piano nazionale per la prevenzione dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo e prevede una serie di iniziative di interesse regionale da realizzare in rete con tutte le istituzioni scolastiche del Molise e con il coordinamento dell’Ufficio Scolastico Regionale. Partner del progetto sono l’Università del Molise, l’Ambito territoriale Sociale di Riccia/Bojano, la Cooperativa sociale E.D.I. Onlus. Il convegno/dibattito, a cui parteciperanno dirigenti scolastici, docenti e studenti della regione, è patrocinato dalla Provincia di Campobasso. 
Dal 17 al 19 marzo a Campobasso e Isernia l’operetta con CIN CI LÀ
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 10 mar. Oltre 400 visitatori hanno affollato ieri la sala espositiva del Palazzo Gil a Campobasso per la mostra “Picasso l’intimità del genio”, in esposizione fino al prossimo 18 aprile. In occasione dell’8 marzo, infatti, la Fondazione Molise Cultura ha accolto e fatto sua l’iniziativa del Mibact #8marzoalmuseo con l’ingresso gratuito alla mostra per le donne. Tra le altre iniziative in programma domani sera, venerdì 10 marzo, è previsto un nuovo appuntamento con Poietika che ospiterà un assoluto protagonista della narrativa italiana come Antonio Moresco che dialogherà con il nostro Adelchi Battista, proseguendo quel fecondo confronto che vede importanti personaggi del panorama nazionale e mondiale incontrare le esperienze critiche ed artistiche regionali. Infine dal 17 al 19 marzo nel Molise, a Campobasso e Isernia, torna l’operetta con la rappresentazione di Cin Ci là, una produzione del Teatro al Massimo di Palermo, che vedrà protagonista Umberto Scida. Un’occasione per riappropriarsi di quel vasto patrimonio caratterizzato dalla vivacità musicale, l’immediata godibilità e le bellissime coreografie che caratterizzano questo genere teatrale, che ebbe considerevole fortuna sugli schermi televisivi nelle rappresentazioni RAI negli anni settanta, dalle registrazioni della storica compagnia di Sandro Massimini e da teatri celebri per la produzione operettistica come il Teatro Verdi di Trieste. 
Un concorso dedicato alla violenza contro le donne rivolto agli studenti di scuola media
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 28 feb. In occasione delle Giornate di Contrasto alla violenza di genere, alla violenza contro le donne e a ogni forma di discriminazione promosse dall’assessorato alla Cultura e Pari Opportunità del Comune di Campobasso, l’associazione CampobassoLive – La città in diretta -  in relazione all’attività culturale perseguita attraverso la promozione di convegni, conferenze, dibattiti, seminari, nonché la realizzazione di iniziative editoriali, ha indetto un concorso letterario rivolto agli studenti delle classi III  e IV (I e II Liceo Classico) delle scuole superiori della città di Campobasso, finalizzato alla sensibilizzazione delle giovani generazione sulla violenza di genere. In modo particolare, i giovani studenti sono stimolati a riflettere su un tipo di violenza, sempre più diffusa e sempre più invisibile, perché veicolata sui social media. Piazze virtuali in cui quotidianamente non solo vengono infrante le regole della comunicazione, ma calpestati i diritti della persona fino a porre in essere, in maniera inconsapevole soprattutto nelle nuove generazioni, reati punibili dal Codice Penale. Il Concorso Letterario denominato “Parole che uccidono” consiste nella stesura di un breve racconto o una poesia che avrà come tema una riflessione ad ampio raggio sul concetto di violenza. Pagine sui social network che inneggiano alla violenza, commenti che deridono le persone, chiose per stigmatizzare gli altri, i cui valori di giudizio incalzati dal modo in cui talvolta la violenza cresce e si diffonde in rete, possono arrivare a condizionare la vita privata della persona, oggetto di offese. Il concorso liberamente ispirato alla tragica storia di Tiziana Cantone, la 31enne morta suicida a Napoli, dopo che un video hard diffuso in rete non le ha mai più permesso di ricostruirsi una vita, può prendere spunto anche da episodi o fatti di cronaca realmente accaduti. Il Concorso, rivolto ai giovani studenti del capoluogo, vuole essere un modo anche per affermare come la morte della giovane pesi su una coscienza collettiva e come le parole, al pari delle armi, feriscono e uccidono. Storie e personaggi di racconti e poesie dovranno avere un comune denominatore: ovvero la ferma condanna per questa forma subdola di violenza che negli ultimi tempi imperversa sui social media. Il Concorso si pone in continuazione di un’altra iniziativa: la mostra fotografica ‘Bellezza e brutalità – Segni che uccidono’ curata dalla giovane artista del capoluogo Valentina Fusiello, che si è tenuta a Piazzetta Palombo a Campobasso dal 25 al 3 dicembre dello scorso anno. L’evento che nel mese di novembre prese il via nel corso della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, sempre nell’ambito delle manifestazioni Contro la violenza e le discriminazioni promosse dal Comune di Campobasso - Assessorato alla Cultura e alle Pari Opportunità. La partecipazione al Concorso letterario è gratuita. I testi devono essere inediti e redatti in lingua italiana. Ogni candidato potrà partecipare con un solo testo. Il concorso è suddiviso in due sezioni: RACCONTI e POESIE. I testi devono essere inviati esclusivamente in formato (Word o PDF) al seguente indirizzo e-mail concorsoparolecheuccidono@gmail.com. Gli elaborati dovranno pervenire entro il 31 marzo 2017.  La premiazione avverrà nel mese di aprile 2017 nella Sala Consiliare di Palazzo San Giorgio.
 
 
REGOLAMENTO
 
DESTINATARI
Il concorso letterario è rivolto agli studenti delle classi III e IV (I e II Liceo Classico) delle scuole superiori della città.
 
 
MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione è gratuita. I testi devono essere inediti e redatti in lingua italiana. 
Ogni candidato può partecipare con un solo testo.
 
 
CARATTERISTICHE, DIMENSIONI E FORMATO DEL TESTO
Il concorso è suddiviso in due sezioni: RACCONTI e POESIE
 
SEZIONE RACCONTI
Il testo dovrà essere redatto sottoforma di racconto breve per un massimo di 10000 battute, spazi inclusi, utilizzando il carattere Times New Roman 12. Ogni racconto dovrà avere un titolo.
Ciascun candidato potrà presentare un solo elaborato.
I testi devono essere inviati esclusivamente in formato (Word o PDF) al seguente indirizzo e-mail concorsoparolecheuccidono@gmail.com
 
Nel corpo della mail il candidato dovrà indicare le proprie generalità come di seguito indicato:
NOME; 
COGNOME,
SCUOLA;
RECAPITO TELEFONICO.
 
 
SEZIONE POESIE
Ogni componimento dovrà avere una lunghezza per un massimo di 36 versi, redatto utilizzando il carattere Times New Roman 12. Ogni poesia dovrà essere corredata da un titolo.
Ciascun candidato potrà presentare un solo componimento.
I testi devono essere inviati esclusivamente in formato (Word o PDF) al seguente indirizzo e-mail concorsoparolecheuccidono@gmail.com
 
Nel corpo della mail il candidato dovrà indicare le proprie generalità come di seguito indicato:
NOME; 
COGNOME,
SCUOLA;
RECAPITO TELEFONICO.
 
 
 
 
SCADENZA INVIO ELABORATI:
Entro la mezzanotte del 31 marzo 2017. Faranno fede data e ora dell’invio.
 
 
GIURIA
Gli elaborati saranno esaminati da una giuria qualificata e da figure professionali differenti. 
Il giudizio della giuria è insindacabile. 
 
 
PREMI:
Il racconto del primo classificato sarà pubblicato in maniera integrale sul portale della città capoluogo: CBlive.it. 
Ai primi tre classificati sarà consegnata una targa. Per tutti partecipanti è prevista, invece, la consegna  di una pergamena.
 
 
 
LA PREMIAZIONE 
La premiazione avverrà nel mese di aprile 2017 nella Sala Consiliare di Palazzo San Giorgio.
N.B.: In caso di impossibilità, per alcuni vincitori, a essere presenti nel giorno della premiazione, saranno presi accordi diretti con gli stessi.
Concorso letterario riservato alle scuole medie per mettere in pratica competenze artistico-culturali apprese in ambito scolastico
immagine
(AGMnews) - Termoli (CB), 11 feb.L’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Termoli ed il Distretto Molise Orientale sono felici di comunicare che sono arrivate a trenta le adesioni delle scuole per il concorso “Promuovo il mio paese”. Giunta alla sua seconda edizione, la manifestazione è riservata alle scuole primarie ed alle scuole secondarie di primo grado della regione Molise. Si tratta di dare visibilità alle migliori idee degli alunni e degli studenti che attraverso competenze artistico-culturali apprese in ambito scolastico potranno realizzare diversi elaborati per rappresentare e promuovere il proprio paese. Bisognerà quindi rappresentare la propria conoscenza dei beni culturali per una giusta promozione del territorio. Gli studenti e gli alunni potranno dare sfogo alla propria creatività attraverso un manifesto-pannello digitale con foto e testo, con un video di due minuti oppure tramite la presentazione di disegni e pittura in tecnica libera, computer grafica, software, mosaici e murales da realizzare all’interno di un luogo sociale del proprio paese e con la super visione di docenti ed alunni del liceo artistico Benito Jacovitti di Termoli. Tutti gli elaborati dovranno pervenire all’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo ed al Distretto Molise Orientale entro il prossimo 15 marzo. Solo allora una giuria composta da esperti operatori culturali e della comunicazione si metterà al lavoro per giudicare e premiare i migliori lavori per i quali sono previsti tre premi: una coppa al primo classificato, una targa ed a seguire un diploma di merito. Tutti i lavori saranno esposti nell’aula magna del liceo artistico Benito Jacovitti e nei comuni che, eventualmente, ne faranno richiesta. Nota non trascurabile è che tutti i lavori saranno pubblicati sul sito internet dell’Azienda di Soggiorno e Turismo ed i migliori saranno anche presentati alla Borsa Internazionale del Turismo che si terrà a Milano dal 2 al 4 aprile prossimi.
I bambini dai 3 ai 6 anni della scuola dell'infanzia di Ripalimosani hanno l’opportunità di essere seguiti ed orientati attraverso il gioco e il divertimento
immagine
(AGMnews) -Ripalimosani (CB), 07 feb. Anche quest’anno il Comune di Ripalimosani ha aderito al progetto Mettiamoci in Gioco, iniziativa promossa dalla delegazione di Campobasso del CONI Molise con la quale il Comune ha raggiunto negli ultimi anni interessanti obiettivi sulla didattica dei bambini. Dunque, come già sta accadendo per l’anno in corso, anche il prossimo anno i bambini dai 3 ai 6 anni della scuola dell'infanzia di Ripalimosani hanno l’opportunità di essere seguiti ed orientati attraverso il gioco, il divertimento insieme ad un professionista in scienze motorie che li accompagna nell’acquisizione delle autonomie relazionali e motorie fondamentali per la loro crescita. Obiettivo ultimo dell’iniziativa, che vede all’opera esperti del settore sia nella progettazione sia nella realizzazione, è portare i piccoli a crescere costruendo uno stile di vita attivo da tenere da grandi. “Le basi per le buone abitudini si mettono sin dalla scuola dell’infanzia: è in questo senso che ci muoviamo con docenti e operatori – spiega il consigliere delegato allo sport Cristian Cristofaro – Negli anni abbiamo riscontrato soddisfazione da parte delle famiglie ripesi, inoltre contribuire ad una crescita sana delle nuove generazioni è uno degli obiettivi primari per i progetti dell’amministrazione. Volentieri abbiamo rinnovato questa collaborazione e continuiamo a lavorare con e per i nostri bambini”. 
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 26 gen. In occasione della Giornata della Memoria, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici nei campi nazisti, si terrà domani, giovedì 26 gennaio alle ore 10, presso l’Auditorium del Liceo Classico di Campobasso (via Scardocchia) la proiezione del film “Storia di una ladra di libri” . Il film, tratto dall’omonimo romanzo, si svolge in Germania durante la Seconda Guerra Mondiale e racconta la Storia della piccola Liesel, una bambina adottata che non ha mai frequentato la scuola ma che grazie agli insegnamenti del suo nuovo papà impara ben presto a leggere. È grazie all’amore per la lettura che supera l’iniziale diffidenza verso Max, un ebreo che i suoi genitori nascondono nel sottoscala della loro cantina. Insieme a lui legge i romanzi che salva dai roghi nazisti. Per entrambi l’immaginazione diventa l’unico modo per sfuggire all’orrore che si scatena intorno a loro. Un film ricco di emozioni che affronta temi universali come l’amicizia, la forza dell’animo umano, il potere delle parole, e che sarà certamente un’occasione di conoscenza e riflessione per gli studenti delle scuole sui temi legati all’Olocausto e ai crimini commessi dal nazismo. La regia di “Storia di una ladra di libri” è di ben Brian Percival e i protagonisti sono il premio Oscar Geoffrey Rush, Emily Watson, Sophie Nelisse e ben Schnetzer. L’iniziativa, proposta dall’Associazione “Libera Contro le Mafie” di Campobasso, è promossa dall’assessorato alla Cultura e Pari Opportunità di Palazzo San Giorgio e curata dall’associazione Culturale Molise Cinema. Ma non è questa l’unico appuntamento che il Comune ha organizzato per il Giorno della Memoria: il 27 gennaio alle ore 11,30 infatti presso il Parco della Memoria (in caso di condizioni meteo avverse nell’auditorium dell’Istituto Comprensivo Montini) si terrà la cerimonia commemorativa a cui parteciperanno sia l’orchestra della Montini che l’attore Francesco Vitale il quale ricorderà lo sterminio degli ebrei attraverso la lettura di alcune poesie di Gertrud Kolmar.  
Una decisione stabilita in quanto sono emerse problematiche legate alla struttura e alla programmazione
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 17 gen. Il Cda della Fondazione Molise Cultura ha deliberato di non aderire, per l’anno 21017, al Fondo Unico dello Spettacolo sulla base di considerazioni di ordine logistico – organizzativo e in nome di un’attenzione sempre più qualificata e qualificante rivolta al territorio. Alcuni dati numerici servono a fare chiarezza. In relazione all’anno 2016, a fronte di un impegno di spesa di circa 500mila euro, il contributo indicato dal Fus è stato pari a 65 mila euro (circa il 12% che verrà erogato, con ogni probabilità, dopo giugno 2017). I criteri e le modalità di concessione dei contributi sono disciplinati dal Decreto Ministeriale 1 luglio 2014 relativo alla legge 30 aprile 1985 n. 163, quest'ultima istitutiva del Fus “Nuova disciplina degli interventi dello Stato a favore dello Spettacolo”. Il decreto prevede criteri rigidi, validi per tutte le regioni italiane: in questo senso occorre una programmazione annuale di almeno 160 spettacoli. L’organizzazione di un calendario che tenga conto di numeri sovradimensionati per la nostra Regione (organizzazione che non può prescindere dalla tempestività, pena l’esclusione dal FUS) rischia di spostare l’attenzione sul dato puramente quantitativo a scapito di quello qualitativo. Lasciarsi guidare esclusivamente dalla tirannia dei numeri, sicuramente non fa bene al teatro nel suo complesso.16.669 spettatori paganti su 16 palcoscenici regionali costituiscono un risultato interessante, ma non sempre e non in ogni luogo, proporzionale allo sforzo portato avanti. Pur nella consapevolezza che ogni investimento in cultura è un investimento sui lunghi tempi che sfugge a logiche meramente ragionieristiche, è necessario riflettere sui dati presenti nella tabella allegata; in alcuni casi gli spettacoli hanno visto la partecipazione di 4, 5 spettatori, dato che, certamente, non costituisce un’opportunità per attori e compagnie. Lo sforzo logistico e organizzativo, inoltre, si è scontrato con problematiche legate alle strutture, non sempre adeguate e con difficoltà promozionali e logistiche legate alla specificità del territorio.
 
ANNUALITA' 2016
luogo spettatori recite media spettatori
 
AUDITORIUM GIL   808 15 54
AUDITORIUM ISERNIA   1040 11 94
DIMORA DEL PRETE (VENAFRO) 134 7 19
EX CONVENTO CAPPUCCINI (RICCIA)   170 3 57
IL PROSCENIO (ISERNIA)   340 22 15
PALAZZO COLAGROSSO (BOJANO) 106 7 15
SALA BEATO S.STEFANO (VENAFRO)   67 3 22
SALA ESPOSITIVA PALAZZO GIL 267 13 20
TEATRO DEL CANNETO (ROCCAVIVARA) 153 5 31
TEATRO DEL LOTO (FERRAZZANO) 120 8 15
TEATRO FULVIO (GUGLIONESI)   816 12 68
TEATRO ITALOARGENTINO (AGNONE) 411 8 51
TEATRO RISORGIMENTO (LARINO) 539 10 54
TEATRO ROMANO ALTILIA (SEPINO) 462 5 92
TEATRO SANNITA (PIETRABBONDANTE)   390 5 78
TEATRO VERDE (TERMOLI)   1900 5 380
Sub totale 7723 139
TEATRO SAVOIA 8946 25 358
Totale complessivo 16669 164
 
 
La Fondazione ribadisce il valore positivo che l’esperienza ha avuto, esperienza alla quale, per altro, non si era plaudito, in passato, con una convinzione almeno pari alla preoccupazione con la quale oggi se ne registra la conclusione; grazie al Fus, infatti, è stato possibile monitorare, conoscere le vocazioni e gli interessi del territorio, portare avanti una ricognizione sui luoghi utilizzati per gli spettacoli dal vivo. In questa direzione la Fondazione Molise Cultura, confermando gli impegni presi per il 2017, ribadisce il suo intento di sostenere le attività dello spettacolo, in un’ottica di razionalizzazione delle risorse, mediante una programmazione maggiormente armonizzata con il territorio molisano e non imposta dall'alto con criteri che oggi risultano estranei alle caratteristiche del Molise. Dunque si guarderà con grande cura alla qualità della proposta e alle potenzialità del territorio.  
A Larino salirà sul palco del teatro Risorgimento Santilli con “Io adoro la sintesi, sarò bre…” mentre a Guglionesi si terrà “Black bloc”
immagine
(AGMnews) - Livia Garofalo - Campobasso, 17 nov. Sabato 19 novembre alle ore 21 in contemporanea saliranno sul palco ma in due luoghi diversi Santilli e Maroncelli. L'opera dell'attore molisano Santilli intitolata "Io adoro la sintesi, sarò brè.." tratta di un viaggio semiserio nell'umorismo del '900 da Petrolini a Campanile, assando per Ennio Flaiano e Marcello Marchesi. "Io adoro la sintesi, sarò bre..." è il titolo intrigante e provocatorio che racconta tra aforismi e freddure la nostra cultura nell' ultimo secolo. E' un percorso in un'Italia che Santilli ama definire di "spessore", grazie a intuizioni culturali e dialettiche che hanno condizionato la nostra formazione. Chi è l'umorista? Non è il comico la cui battuta è fine a se stessa, ma, come dice Pirandello, è un tragico che prende la vita con ironia. La battuta dell' umorista, invece, figlia di una intuizione culturale, apre la mente allo spettatore conducendolo per mano a riflessioni sulle condizioni del genere umano mai esplorate prima. Mentre l'altro spettacolo di Maroncelli intitolato "Balck block" narra di un ragazzo che fa i conti con le sue contraddizioni da quando è adolescente. Ha lottato per vivere da puro in questa società ma, ad un certo punto, realizza che è impossibile. Allora si dà delle regole. Ma non vuole arrendersi e prova ancora con più forza a cambiare il mondo: le masse non si intercettano però, non riesce a coinvolgere nessuno nella lotta e, quando ci prova, arriva un’ulteriore consapevolezza: “chi cazzo sono io per spiegare a Giuseppe, 21 anni di fabbrica con le mani gonfie, che deve rinunciare a entrare al lavoro, che deve scioperare perché non si rende conto che è sfruttamento”. L’unica strada che vede di fronte a sé è alzare il conflitto, agire con violenza, distruggere i simboli della società che lo strozza da quando è nato. Lo fa con la testa, mai con la pancia; il suo è un ragionamento non un istinto. Il black bloc non è un etichetta politica ma uno schema preciso da realizzare durante le manifestazioni: uno schema di violenza non animale ma profondamente umana.
L'evento, con tutta probabilità, si terrà la settimana precedente le manifestazioni legate al Corpus Domini
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 2 nov. Il consiglio comunale di Campobasso ha deliberato all'unanimità dei presenti, l'istituzionalizzazione della rievocazione storica della Pace tra Crociati e Trinitari. La proposta è stata avanzata dal consigliere Tramontano che ha sottoposto ai commissari della commissione l'argomento in questione. Proprio in commissione cultura, la proposta di delibera ha preso forma diventando l'atto oggi approvato. Il presidente della commissione cultura Viola ha ritenuto fondamentale portare avanti la proposta di istituzionalizzare l'evento storico della Pace tra Crociati e Trinitari, rendendolo così un appuntamento fisso delle manifestazione culturali della città di Campobasso, demandando ora alla Giunta e al Dirigente all'area, la convenzione con l'associazione Pro Crociati e Trinitari e le specifiche dell'evento, che si terrà preferibilmente la settimana precedente le manifestazioni legate al Corpus Domini. Il presidente Viola ha ringraziato il consigliere Tramontano e tutti i componenti della commissione sottolinenando che È un obiettivo prestigioso per la Città di Campobasso, ottenuto grazie al lavoro corale di tutti i componenti della commissione. Il consigliere Tramontano ribadisce l'ottimo lavoro svolto da tutti, sottolineando che la passione di Viola e dei commissari, ha portato al raggiungimento di un traguardo storico per la città di Campobassso
Un' iniziativa dove protagonista sarà la musica. Ballerini e danzatori si esibiranno nella loro perfomance
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 26 ott. Nuovo appuntamento di rilievo ospitato dal Cus Molise. Domenica sarà la volta della danza. Grazie alla sapiente regia di Annalisa Astorelli, Erica Manocchio e Sara Inzillo andrà in scena il Molise Dance Festival 2016. Un evento dedicato alla danza durante il quale curiosi, appassionati e sportivi potranno vedere e apprezzare le gesta di allievi e professionisti del settore. Nello splendido scenario del Palaunimol si alterneranno, alla guida delle classi Daniele Baldi, Alessandro Papa e Sara Inzillo per l’Hip Hop mentre Macia Del Prete e Caterina Felicioni prenderanno per mano gli allievi delle classi di Modern Jazz e Contemporaneo. Entrambi i percorsi prevedono classi intermedie e classi avanzate in base al livello di studi raggiunto dagli allievi e nel pomeriggio è prevista una Open Class con un talento indiscusso, Patrizio Ratto reduce dalla recente partecipazione alla trasmissione Amici 2016. Alle 18,30, poi, sempre al Palaunimol, ci sarà il Galà Spettacolo nel quale si esibiranno i gruppi che partecipano alle convention. Dopo un giorno di intenso studio sarà altrettanto importante per i partecipanti esibirsi su un palcoscenico, non solo per provare quella straordinaria emozione di condividerlo con ballerini professionisti, ma anche perché sarà per loro una bella vetrina e un’ulteriore esperienza di crescita personale. In palio borse di studio ai migliori ballerini presso importanti scuole e stage.  Saranno gli stessi insegnanti che partecipano all’evento a far parte della giuria. Un modo per dare la possibilità ai ragazzi di proseguire gli studi ma soprattutto di continuare a credere nel proprio talento e nei propri sogni.  Sul sito molisedancefestival.wordpress.com è possibile scaricare i moduli per formalizzare le iscrizioni oltre ad accedere agevolmente a tutte le notizie riguardo gli orari, i corsi e i costi mentre per i più curiosi sulla Fan Page di Facebook Molise Dance Festival è possibile visionare i video degli insegnanti che si alterneranno nelle classi, scaricare la locandina, rimanere aggiornati sulle ultime novità riguardo l’evento e partecipare al concorso ‘Selfie Time’ Gioca e vinci’. Per partecipare al concorso basta scattare un selfie con una locandina dell’evento o con un volantino pubblicitario e  taggare la fan page Molise Dance Festival o inviare la foto sul sito molisedancefestival.wordpress.com entro il 28 Ottobre. Le foto che riceveranno più like sulla pagina Molise Dance Festival, potranno vincere ingressi omaggio al Galà Spettacolo e fantastici gadget.
Sarà presentato subito prima del big match “Vastese- Campobasso” di domenica prossima allo stadio Aragona di Vasto
immagine
(AGMnews ) -  Vito Garofalo - Campobasso, 12 Ott.   “Grazie per questo momento - La storia di Vincenzo  Cosco” -  E’ il  Libro che ha scritto  Giuseppe Formato (attuale direttore di CBlive),  in memoria del suo grande amico allenatore (con cui  è stato legato da sincera e profonda amicizia). Il libro  sarà  il  "ricordo dello Special Wolf” e  l’evento sarà presentato  subito prima dell’importante  gara di calcio, di serie  “D”  tra Vastese- Campobasso, che si disputerà allo stadio ‘Aragona’ di Vasto,   domenica  prossima 16 ottobre. Ricordiamolo: Vincenzo Cosco e Giuseppe Formato  calcisticamente , fino a pochi anni fa , sono stati  insieme nella stessa squadra di calcio, -  il Matera -  ricoprendo i rispettivi  incarichi di Allenatore e Team Manager . Il libro edito da   Keplero ha una prefazione del Direttore   editorialista del Corriere dello sport , Xavier Jacobelli. La presentazione di Vasto arriva dopo le tappe, che hanno visto il giornalista Giuseppe Formato e il presidente Mario Pietracupa, ricordare, attraverso la biografia, mister Cosco a Campobasso, San Giacomo degli Schiavoni, Cercemaggiore, Andria e Matera Il compianto allenatore di Santa Croce di Magliano ha giocato e allenato sia la Vastese (1989-1991 e 2002-2004) sia il Campobasso (1993-1996 e 2010/2011) e, per l’occasione del sentito incontro, i protagonisti di quest’anno dei due club si ritroveranno per ricordare l’amato trainer, che ha lasciato tracce indelebili nelle due città. Tra le altre cose, Cosco, partito dal Molise, ha lasciato il segno in tutte le città dove ha vissuto e lo scorso 7 marzo anche l’Associazione Italiana Allenatori Calcio ha riconosciuto la bontà della sua opera calcistica, assegnando a Coverciano allo Special Wolf la Panchina d’Oro Speciale. I proventi della vendita dei libri andranno a finanziare il progetto ‘VinCo la partita della salute: Vincenzo Cosco continua ad allenare’, che sarà curato dalla Fondazione Neuromed di Pozzilli.  “L’idea della biografia di Vincenzo Cosco – ricorda il giornalista Giuseppe Formato – è nata quando il mister stava vivendo la parte più intensa della sua carriera di allenatore. Ne abbiamo parlato tante volte e nostra intenzione era quella di pubblicarla qualora lo Special Wolf fosse riuscito a esordire almeno in serie B. È del periodo più difficile della sua vita terrena, invece, la sua idea di pubblicarla postuma, attribuendole un significato particolare. Anzi, il libro fornirà diversi significati, che i lettori stanno scoprendo con la lettura delle tantissime copie che si stanno vendendo in tutta Italia. Ha voluto legare la sua storia alla Fondazione Neuromed quando ha capito che la malattia stesse prendendo il sopravvento. Voleva contribuire con un gesto, una goccia nell’oceano, ad aiutare la prevenzione e la ricerca scientifica, per trovare le cure alle tante malattie rispetto alle quali ancora si trovano le soluzioni. Il ricordo più bello di questa fase è il calore che sto trovando in giro per l’Italiasegno questo che Vincenzo Cosco è ancora amato da parte dei tifosi che lo hanno conosciuto come uomo, prima ancora che come allenatore di calcio”.
“Special Wolf era un amico, condividevamo inoltre la passione calcistica  – le parole di Mario Pietracupa, Presidente della Fondazione Neuromed, autore del capitolo introduttivo del libro – L’ho apprezzato come uomo, prima ancora che come tecnico. Un’amicizia di quelle epidermiche, che non hanno bisogno delle frequentazioni per rafforzarsi anche se ero aggiornato su ogni suo spostamento. Quando ha capito che qualcosa non andava ha chiesto di me, tramite Giuseppe, per essere aiutato, fidandosi della mia esperienza e delle mie conoscenze e sapendo che da pochissimo avevo perso mia moglie  per lo stesso “male”. Nonostante la sua consapevolezza le speranze erano poche. Potete immaginare quale sia stato il coinvolgimento emotivo di questa vicenda. L’insegnamento che lui ha lasciato è andato al di là nel momento in cui, sempre tramite Giuseppe, mi ha consegnato il testimone invitandomi, attraverso il suo esempio, a diffondere la cultura della prevenzione e della ricerca scientifica. Se l’aspirazione di ognuno di noi è quella di lasciare un segno del proprio passaggio Vincenzo c’è riuscito. Chi vive un dramma personale è portato in genere a chiudersi in se stesso noi invece metteremo questa esperienza nonché esempio di vita a disposizione soprattutto delle giovani generazioni. Parlarne è importante per prevenire e sconfiggere il male del secolo e per me sarà anche un modo per accomunare nel ricordo di Vincenzo anche mia moglie Sara”. Oltre a Giuseppe Formato e Mario Pietracupa, all’evento di Vasto parteciperanno il sindaco Francesco Menna, l’assessore Carlo Della Penna, i presidenti della Figc/Lnd Abruzzo e Molise, rispettivamente, Daniele Ortolano e Piero Di Cristinzi, i presidenti, direttori sportivi e allenatori di Vastese e Campobasso, Franco Bolami, Giulio Perrucci, Pino De Filippis, Antonio Minadeo, Gianluca Colavitto e Raffaele Novelli, oltre al preparatore atletico biancorosso, il campobassano Roberto Barrea. Prevista la partecipazione anche dell’avvocato e allenatore Stefano Maggiani e di mister Marco Maestripieri. Modererà l’evento Michele Cappa, direttore area marketing e comunicazione della Vastese.
Una giornata completamente dedicata al trekking in mezzo alla natura e al verde
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 9 ott. Ripalimosani Borgo della Salute. Domenica si inaugura la Rete dei “Cammina…Salute” con un percorso a piedi, senza competizione ma solo col piacere di camminare insieme e fare sano movimento, per vivere il territorio con tutti i suoi valori, le sue risorse e le sue bellezze. L’iniziativa è dell’associazione “Liberi di Essere” che mira a creare una rete di percorsi per la salute, alla scoperta e riscoperta degli angoli dimenticati, lontani dai grandi flussi di traffico ed economici. Durante la presentazione del progetto, che vede il coinvolgimento del Comune e di altri paesi del Molise, Marco Tagliaferri, presidente dell’associazione, ha illustrato i mille benefici del camminare. “E’ un’attività che se fatta bene, con l’ausilio dei bastoncini, mette in moto il 90 per cento delle funzioni articolari – ha spiegato – Non ha limiti di età, è aperta a bambini ed anziani, apporta notevoli benefici sul piano psichico e se vissuta con altri diventa un ancor più piacevole e divertente”. L’itinerario completo che riguarda Ripalimosani è lungo 12 chilometri, composto da una decina di tappe di carattere storico, artistico naturale e, naturalmente, gastronomico. Domenica la Passeggiata della Salute ne percorrerà una parte, tra oliveti e vigneti ed in cui si fondono arte e storia, tratturo e cultura. Per approfondire l’aspetto culturale con il gruppo ci sarà l’architetto Franco Valente. “Andare sul posto, poter toccare e vedere i resti della nostra storia, ci fa capire che le chiese non nascevano per caso – ha detto Valente – Sulla via che percorreremo ci sono ruderi antichissimi, sorgenti e resti di chiese sconosciute. Far riemergere questi luoghi significa non solo conoscere meglio la cultura cui apparteniamo, ma anche recuperare la nostra identità, trascorrendo una giornata diversa, di grande qualità”. L’invito è rivolto a tutti. Per partecipare, è obbligatoria la prenotazione al  335 1349825.
Per saperne di più consultare la pagina Facebook Cammina…Salute.
 
Programma
 
Ritrovo a Ripalimosani: Piazza San Michele
- Iscrizioni: dalle 8.30 alle 9.30
- Ore 9.30: Breve storia di Ripalimosani, la sua arte e le sue tradizioni.
- Ore 10.00: partenza da Piazza San Michele. Breve sosta presso le Chiese di Santa Lucia e
Sant’Antonio di Padova.
- Ore 12.30: Arrivo a Piazza San Michele.
- Ore 13.00: Trasferimento con mezzi propri, in località Quercigliole.
- Ore 13.30: Ristoro Nutrizionale.
Il costo di partecipazione è di 5 €.
Il Servizio di Assistenza sarà svolto dai Volontari HUMANITAS.
Fiera campionaria a Larino. Dieci le imprese che potranno partecipare. Entro il 22 settembre è possibile effettuare l'iscrizione
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 16 set. Regione Molise ed Unioncamere Molise organizzano la partecipazione delle imprese molisane che hanno aderito al Programma “Piacere  Molise”, alla prossima edizione della manifestazione indicata in oggetto. Si tratta di una delle più antiche ed importanti fiere campionarie del centro-sud Italia che attira ogni anno tantissimi espositori e visitatori non solo dal Molise ma anche dalle regioni limitrofe. Alla manifestazione in oggetto potranno essere ammesse a partecipare al massimo 10 imprese che hanno fatto richiesta di aderire al marchio “Piacere Molise” e che sono state autorizzate dall’Unioncamere Molise ad utilizzarlo. Le suddette 10 imprese verranno individuate sulla base dell’ordine cronologico di arrivo delle domande. A ciascuna azienda verrà messo a disposizione uno stand di circa mq. 3x3 (con un solo lato aperto) privo di allestimento. Per cui sarà cura delle singole imprese espositrici dotarsi degli arredi necessari per l’esposizione e vendita dei propri prodotti (tavoli, sedie, scaffali ecc.).  La quota di partecipazione a carico delle imprese partecipanti è stata determinata in euro 100,00 (cento) + iva. Le imprese interessate a partecipare dovranno far pervenire entro giovedì 22 settembre 2016, all’indirizzo molise@cb.legalmail.camcom.it, le domande di adesione, utilizzando il modulo scaricabile dal sito internet www.mol.camcom.it. Per ulteriori informazioni si potrà contattare l’Unioncamere Molise al numero 0874/471801 e-mail: unioncamere@molise.camcom.it.  
Una manifestazione che unisce tradizione, religiosità, passione e tanto divertimento.
immagine
(AGMnews) - Livia Garofalo- Campobasso, 11 set.  Tutto pronto per l’85a edizione della Festa dell’uva di Riccia. Per le strade del paese sfileranno i carri dell’uva, clou della manifestazione. Il carro è infatti il simbolo della Festa.  La sua realizzazione è impresa laboriosa e molto sentita da parte della comunità e vi si fondono spirito di competizione e voglia di stupire. L’allestimento è frutto di giorni e di notti trascorsi sulle aie delle contrade a lavorare e a creare composizioni e strutture allegoriche. L’uva è l’altro elemento centrale su cui ruota la festa e di essa i carri sono interamente rivestiti. La Festa dell’Uva, di anno in anno, si conferma tra le più belle manifestazioni molisane e quella che incarna meglio lo spirito di accoglienza e di generosità dei riccesi. La Festa e diventa un rito collettivo attraverso il quale la comunità esalta le sue qualità. Ci pensano poi i suoni, i colori, i profumi e i sapori della giornata, insieme al coinvolgimento tra i figuranti, sopra e al seguito dei carri, e gli spettatori, a farla diventare un unico nel suo genere. La partenza è fissata per le ore 15,00. Il corteo muoverà dal piazzale antistante il Santuario della Madonna del Carmine per poi percorrere le strade cittadine fino ad arrivare alla parte alta, in Piazza Umberto I. I carri sono preceduti da gruppi musicali e folkloristici, questo anno ci saranno gli sbandieratori Florentinum” di Torremaggiore, i gruppi Folk “Giuseppe Moffa” di Riccia, “Le due torri” di Miranda, “La Teglia” di San Polo Matese, “I Bebiani” di Circello e la compagnia musicale “I Ricucce” di Petrella Tifernina. Due le novità quest’anno. La prima è rappresentata dal 1° Video contest denominato "Intrecci di vite".  Lo scopo del concorso è raccontare la Festa dell’Uva in tutte le sue declinazioni: goliardìa, tradizione, impegno e partecipazione. I videoamatori avranno a disposizione l’intera giornata di Domenica per realizzare un cortometraggio compreso tra i due e i cinque minuti. Previsti ricchi premi per i primi tre classificati. La seconda è la Mostra mercato di hobbistica ed artigianato, “Hobby & Art Tour”, al quale prenderanno parte numerosi artigiani provenienti da tutto il Molise per esporre le loro creazioni artistiche. Dal Comitato promotore fanno sapere che la sfilata sarà tenuta anche in caso di pioggia, è troppo forte l’attaccamento alla festa da parte delle contrade che allestiscono i carri che “non saranno quattro gocce” a fermare la macchina organizzativa. Un impegno che ogni anno vede coinvolti in prima linea il Comitato, l’Amministrazione comunale, associazioni e numerosi volontari, oltre alle centinaia di figuranti che lavorano per oltre un mese in modo da rendere la giornata spettacolare. La sfilata si concluderà in serata, alle 21.30 si terrà il concerto del gruppo salentino  “Antonio Grosso e le Muse del Mediterraneo” e dopo la premiazione dei carri, prevista per le 11.00, ancora musica con il dj set animato da Daky Biz, Gio Laurenti, Nax Curly e con la live performance di Davide Gentile. Tutti a Riccia, allora, per brindare con la Tradizione!
Ha 18 anni ed è di Vinchiaturo la regina regionale della bellezza. Ora dovrà partecipare alle semifinali di Miss Italia insieme alle altre premiate, tra cui due molisane: Albanese e Giliberto
immagine
(AGMnews) - Livia Garofalo- Campobasso, 29 ago. Arriva da Vinchiaturo la reginetta della bellezza 2016 del Molise. Si chiama Benedetta Belmonte, ha 18 anni. Alta un metro e 75, i suoi occhi sono marroni e i capelli castani. Frequenta il Liceo delle scienze umane "Galanti" a Campobasso.  E’ stata incoronata ieri sera, sabato 27 agosto, all’anfiteatro della Madonna del Canneto di Roccavivara, nella finale regionale che ha visto la partecipazione di 25 ragazze, molte delle quali provenienti da altre regioni. Ma a spuntarla è stata lei, che ha studiato canto (una delle sue grandi passioni) e che ‘da grande’, ci spiega, a poche ore dalla vittoria dopo una notte quasi insonne, vorrebbe fare l’insegnante. Benedetta aveva conquistato altre fasce nelle precedenti tappe (appena due quelle svolte in questa estate): miss Interflora a Larino e miss Cinema a Castrpignano. “Domani – racconta - devo partire per Jesolo, dove si svolgeranno fino al primo settembre le semifinali di Miss Italia. Devo organizzarmi in 24 ore, devo fare anche degli acquisti. Proprio non me l’aspettavo di vincere, quando ho sentito il mio nome ho tremato, una sensazione davvero indescrivibile”. Con Benedetta andranno a Jesolo anche altre due molisane: Nausicaa Albanese, 19 anni, di Guardiaregia, proclamata Miss Eleganza, e Sabrina Giliberto, 18enne di Campobasso, che in una precedente tappa aveva conquistato la fascia di Miss Alpitour. La finale di Miss Molise è stata presentata da Lidia Morelli (nella foto piccola insieme a Benedetta), a premiare la vincitrice sono state la quinta classificata a Miss Italia 2015, Rachele del Borrello, e il sindaco di Roccavivara Franco Antenucci.
Il concerto programmato per il 24 agosto è stato posticipato a questa sera alle ore 21
immagine
(AGMnews) Campobasso, 28 ago. "Il Concerto di Paolo Belli, verrà recuperato domenica 28 agosto”, ad annunciarlo è l’associazione Vivi Bojano, organizzatrice dell’Agosto Bojanese. Lo spettacolo, in programma inizialmente il 24 agosto, era stato annullato dall’artista per rispetto delle vittime del terremoto umbro-marchigiano. Ritmo coinvolgente e puro divertimento, un mix vincente fatto di musica e gag esilaranti che coinvolgono i suoi musicisti sul palco ma anche il pubblico presente in piazza. Non un semplice concerto, quello di Paolo Belli, ma un vero e proprio show, condito dallo stile inimitabile ed inconfondibile di Paolo, fatto di swing travolgente e tanto divertimento.
Il sindaco di Campobasso a causa del violento terremoto ha deciso di cancellare gli eventi previsti per quest'oggi
immagine

(AGMnews) - Campobasso, 26 ago. Il sisma che l’altra notte ha colpito il cuore dell’Italia ha portato morte e distruzione in un’area compresa tra quattro regioni. Tragedia che ha scosso la nostra comunità e il mondo intero che si è mobilitato per tendere la mano a chi, in pochi istanti, ha perso tutto. Il Comune di Campobasso - in segno di rispetto verso le popolazioni colpite dal terremoto, verso le forze di protezione civile e i volontari impegnati nelle operazioni di soccorso - sospende tutte le iniziative di spettacolo e ricreative che erano state inserite nel cartellone degli eventi estivi per oggi (venerdì 26 agosto). 

Una bella giornata, densa di emozioni, quella vissuta da decine di bambini sabato scorso presso la spiaggia adiacente al Porto Turistico Marina Sveva a Montenero di Bisaccia.
immagine
(AGMnews) -Campobasso, 23 ago. L'evento denominato "Mare senza età", organizzato dalla Scuba Global Service in collaborazione con il Comune di Montenero di Bisaccia e il Porto Turistico Marina Sveva, infatti, ha calamitato l'attenzione di molti bagnanti che hanno affollato l'area intorno al gazebo allestito per l'occasione. Dopo una lezione teorica sulla sicurezza in spiaggia e in mare, i bambini sono passati alla fase più ludica che si svolta sul bagnasciuga; il titolare della Scuba Global Service Diego Scardapane e i suoi collaboratori hanno indossato la muta e le bombole da sub portandosi a poca distanza dalla riva per accogliere i bimbi in attesa dell'agognato battesimo del mare. Muniti di piccoli pesi di piombo da immersione, i giovani allievi hanno dapprima ascoltato i consigli per respirare  attraverso il boccaglio della bombola e, dopo aver indossato una maschera, si sono immersi sotto il pelo dell'acqua per pochi secondi sperimentando l'ebbrezza della vita sottomarina. Dopo la fantastica esperienza da raccontare ai propri amici al rientro a scuola, tutti i bambini hanno potuto approfittare del punto di ristoro posto sotto il gazebo, dove è stato anche consegnato ai giovani partecipanti un cappellino, il diploma per aver superato brillantemente la prova del battesimo del mare e una piccola colazione.  Grandi attenzioni e tante carezze sono state riservate ai due bellissimi cani bagnino, Oliver e Marley, soggetti preferiti per la foto ricordo. Una giornata da ricordare, dunque, che ha fatto sicuramente divertire, ma che ha fornito anche le nozioni di base ai tanti giovanissimi presenti per affrontare con più sicurezza la propria estate in spiaggia e in mare. Soddisfazione per la riuscita dell'evento è stata espressa dal sindaco Nicola Travaglini, dall'assessore alla Cultura Turismo e Spettacolo Massimo Di Stefano e dall'assessore all'Ambiente Simona Contucci. 
Inizio
10 successivi >>
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact