Tag Titolo Abstract Articolo
Approda a Campobasso la 1^ edizione
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 31 Ago.  Dopo il successo riscosso a Castelmauro, per l’ultima delle 6 settimane di attuazione il progetto “Lo Sport: un diritto per tutti – estate”, alla sua prima edizione, approderà a Campobasso. Sono stati 64 i protagonisti dell’iniziativa realizzata dal CONI a Castelmauro, in collaborazione con la scuola e con il Comune.  Il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo, Antonio Vesce, ha accolto con favore l’iniziativa mettendo a disposizione le strutture sportive scolastiche ed il Sindaco del paese, Angelo Sticca, ha garantito l’utilizzo del campo sportivo comunale, del campo polivalente ed il servizio trasporto per i partecipanti.  E saranno oltre 60 anche a Campobasso gli iscritti al progetto che si svolgerà da lunedì 4 a venerdì 8 settembre presso la palestra dell’Istituto Comprensivo “Jovine” messa a disposizione dal Dirigente Scolastico Sergio Genovese. Nel capoluogo, il progetto è realizzato in collaborazione con la Chiesa di San Pietro Apostolo che ha garantito l’utilizzo dei locali della parrocchia e delle proprie strutture polivalenti.  Obiettivo dell’iniziativa, dare alle famiglie svantaggiate, residenti in zone di disagio sociale, la possibilità di far praticare sport ai ragazzi/e, di età compresa tra i 6 e i 14 anni, presso le strutture sportive delle scuole nel periodo di chiusura estiva dell'attività scolastica ordinaria. I partecipanti svolgeranno attività multidisciplinare sotto la guida degli istruttori incaricati dal CONI i quali lavoreranno per trasmettere ai giovani coinvolti un messaggio di stile di vita attivo basato su un’attività ludico-sportiva continuativa quale elemento fondamentale per la loro crescita, costruzione di sé e rapporto con gli altri. Salute, ambiente, cultura, socializzazione, integrazione, multiculturalità, educazione alimentare, con un denominatore comune: lo sport. Questo contraddistingue il nuovo progetto nato al fine di offrire un servizio di elevata valenza sociale alle famiglie svantaggiate, rivolto agli alunni della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado. I partecipanti hanno l’opportunità di praticare diversi sport, individuali e di squadra, ma anche di svolgere attività laboratoriali e ricreative. A Castelmauro il progetto, cominciato lo scorso 24 luglio, si concluderà venerdì prossimo     1 settembre. Lunedì 4 settembre sarà inaugurata la settimana di Campobasso che terminerà venerdì 8 settembre
Nella locandina di propaganda emanata dalla Società bello il richiamo alla serie "C"..
immagine
(AGMnews) - V.G.  Campobasso 23 Ago -   Io C sono... e tu?...  Con questa frase apparsa sul  manifesto si apre la campagna abbonamenti della Ssd Città di Campobasso. Segno evidente chela Società in questa stagione sportiva vuo fare sul serio per  vincere il campionato  di serie "D" 2017/18 .  Da giovedì 24 agosto inizierà la vendità degli abbonamenti  ed essa  si svolgerà nel punto vendita Do-Bop in via XXV Aprile,27 – Campobasso - dal lunedì al sabato con orario dalle 10:00 alle 13:30 e dalle 17:00 alle 20:30. Sono previste riduzioni per le donne(qualsiasi età) e per gli under 14 nati dopo il 30 giugno 2003. Viene proposto l’Abbonamento Famiglia riservato ad un nucleo di 3 persone (Capo famiglia, coniuge e figlio Under 18) con possibilità di sottoscrivere l’abbonamento anche con più figli under 18, previa presentazione del certificato di famiglia rilasciato del Comune di residenza. L’abbonamento darà diritto ad assistere a 16 partite interne su 17 di campionato: la gara esclusa dall’abbonamento sarà successivamente comunicata dalla società. Tale merce a pagamento riserverà agli abbonati accesso allo stadio con prezzo agevolato.
Il Progetto si pone l'obiettivo di dare alle famiglie svantaggiate la possibilità di far praticare sport presso le strutture sportive delle scuole
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 06 lug. Il CONI intende attuare in tutte le regioni d'Italia un nuovo progetto di promozione denominato "Lo Sport: un diritto per tutti - Estate", affidandone l'organizzazione ai Comitati Territoriali del CONI. Il Progetto si pone l'obiettivo di dare alle famiglie svantaggiate, residenti in zone di disagio sociale, la possibilità di far praticare sport presso le strutture sportive delle scuole nel periodo di chiusura estiva dell'attività scolastica ordinaria. Il format del progetto avrà una durata massima di 6 settimane (5 giorni a settimana - dal lunedì al venerdì - dalle 9.00 alle 13.00); in Molise il progetto si svolgerà in provincia di Campobasso, con inizio presumibilmente lunedì 17 luglio. Il coinvolgimento di tecnici qualificati permetterà al progetto di trasmettere ai giovani coinvolti un messaggio di stile di vita attivo basato su un’attività ludico-sportiva continuativa quale elemento fondamentale per la loro crescita, costruzione di sé e rapporto con gli altri. La sede scolastica rappresenta il luogo ideale per la sua funzione aggregativa e di confronto fra i giovani che svolge normalmente durante l’anno.
Salute, ambiente, cultura, socializzazione, integrazione, multiculturalità, educazione alimentare, con un denominatore comune: lo sport. Questo contraddistingue il nuovo progetto nato al fine di offrire un servizio di elevata valenza sociale alle famiglie svantaggiate, rivolto agli alunni della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado. I partecipanti avranno l’opportunità di praticare diverse discipline sportive, tra sport individuali e sport di squadra, sotto la guida degli educatori sportivi del CONI. Il valore aggiunto offerto dal progetto “Lo Sport: un diritto per tutti – Estate” è un contesto ludico educativo sicuro per la qualità e la competenza della struttura organizzativa e per il personale altamente qualificato. L’iniziativa giungerà al termine l’8 settembre.
Migliaia di partecipanti sono giunti nel capoluogo per assistere all'iniziativa promossa dall'amministrazione comunale
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 06 giu. Anche il CONI di Campobasso ha celebrato, con successo, la 14esima Giornata Nazionale dello Sport, domenica 4 giugno a Campobasso. L’iniziativa ha coinvolto centinaia di Comuni d’Italia con la finalità di diffondere la pratica sportiva e i suoi valori invitando i cittadini ad un confronto con lo sport in migliaia di manifestazioni, quest’anno sotto lo slogan “Tutto lo sport insieme”. Il CONI, attraverso i propri Comitati Territoriali, con la collaborazione delle Federazioni Sportive, delle Discipline Sportive Associate, degli Enti di Promozione Sportiva e delle Associazioni Benemerite, ha coinvolto numerosi Comuni nell’organizzazione di eventi e manifestazioni aperti a tutti. La Giornata Nazionale dello Sport si è incentrata prevalentemente sulla presentazione delle diverse discipline nelle proprie caratteristiche tecniche elementari, offrendo ai cittadini l’opportunità di un primo approccio pratico e permettendo loro di provare gli sport preferiti. Il CONI di Campobasso ha promosso l’iniziativa e si è attivato per portare lo sport in piazza. Quest’anno è stato protagonista il comune di Campobasso che ha ospitato la manifestazione lungo Corso Vittorio Emanuele II, grazie alla disponibilità e alla collaborazione dell’amministrazione comunale del capoluogo di regione. L’inno di Mameli ha accompagnato l’apertura della manifestazione, cantato dai partecipanti in rappresentanza degli organismi sportivi e delle società sportive che hanno reso possibile la realizzazione della XIV Giornata Nazionale dello Sport. Centinaia di persone hanno avuto l’occasione di provare le tante e diverse discipline proposte dalle società sportive partecipanti: atletica leggera, badminton, calcio, ciclismo, danza sportiva, karate, pallacanestro, pallavolo, pattinaggio, pesistica, rugby, tennis, scherma e caccia - settore cinofilia.
In programma domenica 21 maggio nella città di Salerno. L'ASD CS Pattinaggio Campobasso parteciperà al Campionato Regionale
immagine
(AGMnews) - Redazione, 18 mag. La stagione agonistica della ASD CS Pattinaggio Campobasso prosegue con il Campionato Regionale di corsa su pista in programma domenica al pattinodromo Torrione di Salerno.      Davvero numeroso il gruppo dei giovani pattinatori campobassani, sono ben 21, che parteciperanno alla gara federale su pista organizzata dal Comitato Regionale FISR (Federazione Italiana Sport Rotellistici) della Campania sulla pista della Località Torrione sul Lungomare di Salerno. Per la categoria Giovanissimi 1 (2009) gareggeranno Chiara Ferrara, Camilla Ialicicco, Ilenia Petrollino e Valeria Pilone impegnate nella prova di destrezza e nei 600 metri in linea. Sei gli atleti in gara nei giovanissimi 2 (2008), Alice Boscarelli, Denise Del Prete, Alice Ialicicco, Erika Marone, Chiara Palumbo e Maria Antonietta Spagnoletti che effettueranno anche loro la prova di destrezza e gli 800 metri in linea. Per la categoria Esordienti 1 (2007) gareggeranno Beatrice Lucchese e Simona Pinto impegnate nella destrezza e sui 1000 metri in linea. Due le atlete in gara anche negli esordienti 2 (2006), Arianna Capparelli e Adriana Messina che scenderanno in pista per la destrezza e per i 1200 metri in linea. Per la categoria ragazzi (2004-2005) saranno in gara due femmine e due maschi: Letizia Lucchese e Annalisa Macari, Francesco Di Marzio e Alessio Mignogna chiamati ai 300 metri sprint e 2000 metri a punti. Angelo Iorio, categoria allievi (2003) farà i 300 metri cronometro e i 5000 metri a punti e le juniores (2001) Anastasia Iorio e Francesca Musella dovranno correre anche loro sui 500 metri sprint e i 5000 metri a punti. Dopo gli ottimi risultati ottenuti a Pietrelcina (BN) in occasione del Campionato Regionale su strada, il presidente e tecnico del Centro Pattinaggio CB, Antonina Tapounova, auspica una prova altrettanto positiva dei sui atleti che anche su pista sapranno sicuramente farsi valere in tutte le categorie nelle diverse specialità.
Soddisfazioni arrivano dal consigliere regionale delegato allo sport Carmelo Parpiglia
immagine
(AGMnews) - Montenero di Bisaccia (CB), 16 mag. A seguire, dopo due giorni del grande spettacolo offerto dal Giro d’Italia nella tappa partita da Montenero di Bisaccia, il consigliere regionale delegato allo Sport, Carmelo Parpiglia, esprime tutta la soddisfazione per la perfetta riuscita dell’evento.“La Regione ha fatto per intero la sua parte rendendo possibile l’evento così come avvenuto due anni fa in occasione della tappa arrivata a Campitello Matese. Stavolta si è trattato di una partenza – continua il consigliere regionale delegato allo Sport – ma l’immagine che abbiamo dato come accoglienza e bellezza del paesaggio è stata lo stesso notevole.  “Sul piano della partecipazione – dice Parpiglia – è stata una mattinata straordinaria. Bello vedere tanta gente insieme per una manifestazione sportiva e altrettanto entusiasmante è stata la rappresentazione del Molise, in mondovisione al Giro del Centenario. “Ringrazio l’amministrazione comunale di Montenero per aver organizzato in modo eccellente, e il coordinatore locale di tappa, Teresio Di Pietro. Un plauso alla società sportiva Montenero Bike degli infaticabili Gennaro Di Lisio e Giovanni Morrone, senza dimenticare l’apporto indispensabile di Protezione civile, pro loco, forze dell’ordine e volontari. Infine, la citazione più importante, che è per la gente di Montenero, ospitale e calorosa. Per i ciclisti del Giro una bella testimonianza d’affetto – conclude Carmelo Parpiglia – e per il Molise uno spot efficace sul piano turistico e, in generale, della promozione del territorio”.
Progetto rivolto a giovani con affetto da disabilità finalizzato all'integrazione sociale attraverso l'attività sportiva
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 21 apr. Al via il Progetto SportHando, edizione 2017, organizzato dal CONI Molise – Delegazione di Campobasso. Come noto, il Progetto SportHando, al suo 14esimo anno di attuazione, è rivolto ai ragazzi disabili presenti sul territorio della provincia di Campobasso ed è finalizzato all’integrazione sociale attraverso l’attività sportiva, senza escludere lo spirito di sana competizione. L’iniziativa consente la pratica sportiva integrata dei ragazzi disabili in età scolare con i coetanei normodotati ed è realizzata in collaborazione con le Federazioni Sportive e con le Società Sportive che mettono a disposizione le proprie strutture ed i propri tecnici specializzati che fungono da tutor affiancando i ragazzi disabili nello svolgimento dell’attività. Il progetto si attua in due fasi: la prima da aprile a giugno e la seconda da settembre a dicembre. 75 gli iscritti; 10 le Federazioni Sportive che hanno aderito all’iniziativa, 15 le Società Sportive che hanno dato la disponibilità ad accogliere i partecipanti, 35 gli istruttori specializzati impiegati. Ogni allievo ha la possibilità di effettuare le lezioni della disciplina sportiva prescelta, con cadenza settimanale. “Lo sport è un diritto per tutti i ragazzi”. Il Progetto SportHando vuole favorire la divulgazione di questo principio affinché lo sport diventi un fattore importante per la riabilitazione dei disabili e per la loro integrazione all'interno della società, il cui obiettivo ultimo non è quello di rincorrere una parità materiale impossibile, ma di avere a disposizione una gamma sufficiente di opportunità appropriate alle proprie capacità.
Evento sportivo rivolto alla scuola dell'infanzia giunto alla decima edizione e prevede un programma di educazione attraverso percorsi creativi per favorire lo sviluppo psicofisico dei bambini
immagine
(AGMnews)  - Campobasso, 23 feb. E’ ripartito il progetto “Mio Amico Sport” promosso dal CONI Molise – Delegazione di Campobasso nell’ambito delle iniziative finalizzate alla promozione dello sport a scuola. L’iniziativa è al suo decimo anno consecutivo di attuazione ed è rivolta alla scuola dell’infanzia; partito nel 2008 in via sperimentale, il progetto raggiunge nove plessi scolastici del capoluogo: Via Iezza, Via Tiberio ed ex Via D’Amato (IC D’Ovidio), Via Crispi (IC Colozza), Cep Nord e Cep Sud (IC Montini), Via Pirandello (IC Petrone), ex Via Leopardi e Via Liguria (IC Jovine), coinvolgendo 42 sezioni per un totale di 900 alunni di età compresa tra i 3 ed i 6 anni. Il “Mio Amico Sport” prevede un programma di educazione al movimento attraverso percorsi e giochi creativi con l’obiettivo di creare le condizioni ottimali allo sviluppo psico-fisico del bambino caratterizzato, fin dai primi anni di vita, da esperienze ludico-motorie che  consentono, attraverso l’acquisizione degli schemi motori di base, di conoscere lo spazio, gli oggetti, l’ambiente, di mettere in atto comportamenti di esplorazione e di ricerca, di acquisire autonomia e stabilire relazioni attraverso il movimento e il gioco. Nel rispetto dei tempi personali di maturazione e di crescita di ogni bambino, l’attività è finalizzata a costruire attorno a lui degli spazi organizzati in cui poter esprimere spontaneamente la propria motricità, aprendosi progressivamente a tutte le forme del gioco, da quello solitario a quello associativo e cooperativo. La scuola dell’infanzia rappresenta, quindi, il contesto ideale in cui operare per stimolare il piacere per il movimento e per il gioco, attraverso un processo di apprendimento che favorisca lo sviluppo delle capacità senso-percettive, la conoscenza del proprio corpo e del corpo altrui, la strutturazione spazio-temporale ed il potenziamento delle capacità espressive. In questo contesto si colloca l’iniziativa promossa dal CONI Molise – Delegazione di Campobasso che ha individuato un gruppo di “esperti”, laureati in scienze motorie, che affiancano gli insegnanti nello svolgimento dell’attività con gli alunni della scuola, secondo un calendario stilato in accordo con il dirigente scolastico. La prima fase del progetto si concluderà a maggio; poi, le attività riprenderanno a settembre per terminare a dicembre. 
Progetto finalizzato alla divulgazione della pratica ludico-motoria nelle scuole dell’infanzia
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 16 feb. Riparte “Mettiamoci in gioco” ed è record di adesioni. Il progetto, promosso dal CONI Molise – Delegazione di Campobasso, nell’ambito delle iniziative finalizzate alla promozione dello sport a scuola ed in particolare alla divulgazione della pratica ludico-motoria nelle scuole dell’infanzia, ha fatto registrare una massiccia partecipazione da parte dei comuni della provincia di Campobasso.    Per la realizzazione del Progetto, il CONI ha coinvolto i Sindaci dei Comuni richiedendo un contributo a sostegno dell’iniziativa al fine di garantire agli alunni delle scuole dell’infanzia l’opportunità di intraprendere un percorso che permetterà ai bambini di crescere e formarsi una personalità la più evoluta possibile.    E la risposta dei Comuni è stata straordinaria! Ben 30 amministrazioni comunali hanno inteso finanziare il progetto che si attua in due fasi: la prima da febbraio a giugno e la seconda da settembre a dicembre. Grazie alla sensibilità dimostrata e all’impegno assunto dai Sindaci, partecipano le scuole dell’infanzia di: Bonefro, Campolieto, Castelmauro, Castropignano, Colletorto, Fossalto, Guardialfiera, Guardiaregia, Guglionesi, Jelsi, Limosano, Lupara, Macchia Valfortore, Mafalda, Matrice, Monacilioni, Montagano, Montecilfone, Montenero di Bisaccia, Montorio nei Frentani, Oratino, Ripalimosani, Rotello, San Giacomo degli Schiavoni, San Giuliano del Sannio, San Giuliano di Puglia, Sant’Elia a Pianisi, Sepino, Tavenna e Trivento.    L’iniziativa, al terzo anno di attuazione, ha quadruplicato i numeri della prima edizione e quasi raddoppiato quelli della seconda e ad oggi coinvolge 50 sezioni per un totale di 950 alunni di età compresa tra i 3 ed i 6 anni, che vanno ad aggiungersi alle 42 sezioni e ai 900 alunni dell’analogo progetto Mio Amico Sport che si svolge da ormai 10 anni nelle scuole dell’infanzia della città di Campobasso. Uno stile di vita attivo può risultare difficile nella maturità ma si può perseguire in maniera naturale ed efficace se condotto fin dalla scuola dell’infanzia. “Mettiamoci in gioco” prevede un percorso psico-motorio, condotto da un esperto individuato dal CONI, laureato in scienze motorie e con competenze specifiche riguardo alla scuola dell’infanzia, basato su un programma di educazione al movimento attraverso il gioco con l’obiettivo di creare le condizioni ottimali allo sviluppo psico-fisico del bambino caratterizzato, fin dai primi anni di vita, da esperienze ludico-motorie che consentono, attraverso l’acquisizione degli schemi motori di base, di interiorizzare i fondamentali riferimenti spazio-temporali, di acquisire autonomia e stabilire relazioni attraverso il movimento ed il gioco.
Nel match osservato un minuto di raccoglimento,in memoria dello sfortunato calciatore venafrano Borromeo deceduto durante una partita
immagine
(AGMnews) -Vito Garofalo - Campobasso , 04 Dic  Continua il momento positivo per la Chaminade Campobasso, che al PalaSturzo supera anche i potentini dello Shaolin Soccer per 2-1. A decidere il match, Pescolla e Ruscica, con l'ultimo arrivato Santella bravo a meritare la palma di migliore in campo. Prima del match osservato un minuto di raccoglimento, in memoria dello sfortunato calciatore venafrano Borromeo, scomparso in settimana durante una partita di serie C2 di futsal. Primo tempo bloccato, lo Shaolin Soccer chiude tutti gli spazi e per i rossoblù è difficile arrivare in porta. All'8' ci prova Pescolla, palla a lato; il calciatore rossoblù ci riprova cinque minuti dopo, questa volta è bravo Uva a parare. Lo Shaolin Soccer si vede al 9' con Lo Giudice, la cui conclusione è alzata sulla traversa da Al Assuad. L'estremo difensore locale si ripete al quarto d'ora su La Guardia. La ripresa si apre con la Chaminade Campobasso decisa a trovare il gol del vantaggio, che arriva dopo quattro minuti, con una conclusione dal limite di Pescolla, che trova il varco giusto per l'1-0.  Il raddoppio giunge al 33' con Ruscica, abile a correggere in porta un traversone di Santella, che fa tutto da solo, bevendosi l'intera retroguardia lucana. I potentini provano il tutto per tutto col portiere di movimento, trovando il gol della speranza a due minuti dalla conclusione della partita, con Dragonetti, che segna da pochi passi dalla porta. Non c'è più tempo, la Chaminade Campobasso festeggia i tre punti e la quarta vittoria stagionale. Sabato 10 dicembre 2016, riflettori sul derby cittadino del PalaUnimol contro i 'cugini' del Cus Molise. 
 
CHAMINADE CAMPOBASSO 2
SHAOLIN SOCCER 1
 
CHAMINADE CAMPOBASSO: Al Assuad, Ruscica, Petrella, Pascale, Pescolla, Cavaliere, Oriente, Pizzuto, Di Camillo, Favalli, Santella, Ialenti. All.: Paolo Pizzuto.
SHAOLIN SOCCER: Uva, Dragonetti, Lo Giudice, Claps, Mancusi, Laguardia, Restano, Soleo, Vaccaro, Del Giglio, Buccarello, De Bonis. All.: Fabio Santarcangelo.
Arbitro 1: Sig. Dimundo della sez. di Molfetta.
Arbitro 2: Sig. Agostinelli della sez. di Bari.
Cronometrista: Donatone della sez. di Campobasso. 
Marcatori: 4' st Pescolla (C), 13' st Ruscica (C), 18' st Dragonetti (S).
Ammoniti: 1' st Lo Giudice (S), 4' st Dragonetti (S), 7' st Mancusi (S), 7' st Ruscica (C), 7' st Santella (C), 19' st Cavaliere (C).
Inizio
<< 10 precedenti
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact