Tag Titolo Abstract Articolo
Durante L’incontro verrà proiettato il cortometraggio “Ora non puoi più farlo” con la Regia di Manuel Zaccaria.
immagine
(AGMNews) - Frosinone, 04 Ago.  Venerdì 4 agosto 2017 alle ore 17:00 presso il Palazzo Comunale di Pignataro Interamna (Fr) Via Roma, 6 – Con il patrocinio della Regione Lazio, L’associazione Me too in collaborazione con ARS Interamna, Confindustria Lazio e il Comune di Pignataro Interamna, Presentano “Non ti amo da morire”, campagna nazionale contro il femminicidio. Durante L’incontro verrà proiettato il cortometraggio “Ora non puoi più farlo” con la Regia di Manuel Zaccaria. Alle ore 18:30 verrà inaugurata la mostra dell’Artista Orlando Gonnella, “Scorci di Pignataro”. Le opere esposte saranno messe in vendita ed il ricavato sarà devoluto in beneficienza. Inaugurerà l’evento la Dott.ssa Elena Gradini, Critico d’Arte. Interverranno il Dott. Antonio Evangelista, Presidente ARS Interamna;  il Dott. Pasqualino De Mattia, Presidente dell’Associazione Me Too; L’Artista Orlando Gonnella; il Dott. Raia Ernesto, Vice Prefetto- Commissario Straordinario; l’On. Mario Abbruzzese, Consigliere Regionale. Artisti presenti in sala: Brunella Ferrari, Luciano Tocci, Tiziana Forte, Filomena Vezza e Raimondo Carretta.
Scopo dell'accordo è quello di sviluppare e organizzare al meglio le potenzialità affinché Ateneo e Consorzio industriale possano integrarsi e coordinarsi reciprocamente,
immagine
(AGMnews) - Cassino (FR), 13 lug. È stata sottoscritta nella mattinata di oggi, mercoledì 12 luglio, una convenzione-quadro tra Cosilam e Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. L’obiettivo dell’accordo firmato dal Presidente Zola e dal Rettore Betta è quello di sviluppare e organizzare al meglio le potenzialità del sistema della ricerca scientifica e della formazione affinché Ateneo e Consorzio industriale possano integrarsi e coordinarsi reciprocamente, con particolare attenzione a tre grandi macro aree: promuovere l’innovazione tecnologica nel comparto industriale del Lazio meridionale e supportare i processi di innovazione e di qualificazione delle imprese; promuovere le sinergie tra ricerca e mondo imprenditoriale e le strategie per l’innovazione e il trasferimento tecnologico; promuovere i bandi di finanziamento nazionali e internazionali con lo scopo di favorire l’incontro tra domanda e offerta di innovazione. “L’Università di Cassino è una delle grandi eccellenze di questo territorio di cui tutti noi dobbiamo essere orgogliosi – ha affermato il Presidente del Cosilam Pietro Zola – La convenzione quadro che abbiamo sottoscritto nasce dalla volontà del Consorzio e dell’Ateneo di mettere a disposizione delle imprese delle professionalità che possano aiutare tutte le aziende per lo sviluppo e la ripresa dei nostri comparti industriali. Sono convinto che questa collaborazione, che mi auguro possa essere la prima di una lunga serie in diversi settori, fornirà un supporto essenziale ai nostri imprenditori. Ringrazio il Magnifico Rettore prof. Giovanni Betta e tutto il suo team per la grande disponibilità dimostrata”. “Esprimo tutto il mio apprezzamento per la sottoscrizione di questo importantissimo accordo volto a valorizzare il rapporto con il Cosilam, una realtà ormai consolidata e di strategica importanza per il nostro territorio – ha dichiarato il prof. Giovanni Betta, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale – Puntare su ricerca, trasferimento tecnologico e formazione equivale per il nostro territorio a investire sul futuro. Da qualche tempo sono solito affermare che il nostro territorio necessita di un grande gioco di squadra, ebbene, oggi operiamo proprio in questa direzione, si collabora per fornire risposte adeguate alle numerose richieste che provengono dal mondo imprenditoriale”.
 
Una grande esposizione quella che si è tenuta lo scorso weekend a Gaeta in stretta sinergia con le aziende agricole del territorio
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 04 lug. Partenza di successo per il progetto AgriGaeta, promosso dall'Assessorato alle Attività Produttive del Comune, nell'ambito delle azioni finalizzate a promuovere le eccellenze prodotte dalle aziende agricole della cittadina del Golfo. Sabato 1 e Domenica 2 luglio, dalle ore 18 alle ore 22, in Via Battaglione degli Alpini le aziende agricole di Gaeta: Terra d'Amare di Stefano Maggiacomo, l'Oro di Gaeta di Giuseppe Curci, Prodotti del'Orto di Erasmo Di Florio e Carmelina Taiani, e l'Azienda Agricola Cosmo Di Russo, hanno presentato, i propri prodotti, reali eccellenze del territorio gaetano, offrendo ai visitatori,  negli stand appositamente allestiti, gustose degustazioni. AgriGaeta è il nome dell'importante iniziativa realizzata dal Comune, con il patrocinio di Pro Loco Gaeta ed  in stretta sinergia con le aziende agricole del territorio. Un progetto che mira a creare una vetrina per l'agricoltura gaetana  ed i suoi prodotti di prima qualità, affinché diventino volano per l'economia e, perché no, strumento di attrazione turistica. Il primo appuntamento con Agri Gaeta si è tenuto lo scorso fine settimana, organizzato  dall'Assessorato alle Attività produttive, diretto nei mesi scorsi, durante il primo mandato del Sindaco Cosmo  Mitrano, da Luigi Coscione. Oggi il progetto è portato avanti con lo stesso entusiasmo dall'Assessorato al Turismo e Marketing Territoriale diretto dal Vice Sindaco Angelo Magliozzi. Il progetto AGRIGAETA nasce da un monitoraggio ed un'analisi delle realtà agricole locali voluto ed avviato dunque da tempo dall'ex vicesindaco Coscione, di concerto con l'ufficio comunale competente. Una serie di incontri con i produttori locali ha consentito un flusso di informazioni che, da un lato, ha fatto emergere l'eccellenza della qualità dei vari prodotti tipici che vanno dall'oliva di Gaeta al pomodoro spagnoletta di Gaeta e addirittura allo zafferano, preziosa spezia che a Gaeta ha trovato un ambiente perfetto per una produzione di prima qualità, grazie all'influsso positivo del binomio mare - collina. Dall'altro è emersa l'esigenza di maggiore visibilità di tali "eccellenze" e dei processi di agricoltura biodinamica che preservano la qualità e il gusto caratteristico delle varietà di frutta e verdura. "Agrigaeta - dichiara il Sindaco Cosmo Mitrano - deve diventare il punto di riferimento per la promozione e la scoperta dei gusti e dei sapori tipici della nostra terra, ma anche un momento di valorizzazione culturale e turistico della nostra città. Le nostre eccellenze produttive sono un ottimo strumento di marketing territoriale perché raccontano la storia, la terra, il lavoro e l'innovazione che le nostre aziende sanno esprimere." Per il Vice Sindaco Magliozzi ed il Consigliere Comunale Coscione il riscontro estremamente positivo dello scorso week end, spinge a riproporre l'iniziativa con cadenza periodica "L'obiettivo dell'Amministrazione - affermano - e' di puntare ad una complessiva ricognizione e rivalutazione  delle piccole imprese agricole locali,  fornire gli strumenti per la qualificazione dei prodotti di eccellenza, aprire nuovi spazi di intervento occupazionale".
Il premio è rivolto a tutti i giornalisti che realizzano servizi giornalistici di elevato livello che trattano le tematiche connesse all’energia da fonte rinnovabile eolica
immagine
(AGMnews) - Roma, 24 mag. Il premio è dedicato a tutti i giornalisti che si occupano di eolico, sottolineandone il valore economico, industriale e ambientale, su carta stampata, web, radio e tv e senza distinzione di categoria per gli "under 30". L’obiettivo del premio è quello di stimolare un giornalismo serio e professionale, animato da motivazione, entusiasmo, chiarezza e soprattutto ricerca della verità. È sempre più evidente, infatti, l'importanza di una adeguata formazione e del rispetto della deontologia professionale come elementi imprescindibili per una informazione seria ed efficace. Inoltre anche per la VI edizione vi sarà un riconoscimento economico all’autore di uno dei servizi giornalistici premiati. I premi saranno attribuiti dalla Giuria, costituita da giornalisti professionisti e da esperti del settore eolico, ai giornalisti che si siano distinti per qualità e professionalità dei loro articoli o servizi apparsi su testate nazionali, internazionali o locali nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2017. Nell’ultima edizione sono stati premiati: Igor Staglianò (Rai 1) per la categoria TV, Luca Pagni (La Repubblica) per la categoria Stampa, Lucas Duran (Radio Vaticana) per la categoria Radio; Sergio Ferraris (QualEnergia) per la categoria WEB, Gianluca Zapponini (Startmag) per la categoria Under 30. La cerimonia di premiazione avverrà nell’ambito di un apposito evento di cui sarà data comunicazione ai vincitori. La domanda di partecipazione con il relativo servizio dovrà essere inviata all'indirizzo e.mail comunicazione@anev.org entro e non oltre il giorno 31 dicembre 2017.
Una tappa della storia formiana attraverso un percorso della memoria che coinvolge la cittadinanza e le scuole.
immagine
(AGMnews) - Formia (LT), 19 mag. Nella ricorrenza del 73° anniversario della liberazione di Formia, le sezioni locali delle Associazioni combattentistiche e d’Arma, con il concorso ed il supporto dell'Archivio Storico Comunale, ricordano questa tappa della storia formiana attraverso un percorso della memoria che coinvolge la cittadinanza e le scuole. Si inizia giovedì 18 maggio alle ore 17:00 presso la Torre di Mola con l’inaugurazione della mostra didattica “Documenti”, curata da Vincenzo Filosa dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, sezione di Maranola, nella quale verranno esposti materiali archivistici e documentari e saranno proiettati filmati d'epoca. La mostra proseguirà, con visite guidate dedicate alle scuole, dal 19 al 21 maggio con apertura dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Sabato 20 maggio alle ore 17.00 all'interno della mostra verrà proiettata “La mandra”, opera teatrale di Antonio Forte e interpretata dalla compagnia “Il setaccio”. Domenica 21 maggio alle ore 11.00 nella chiesa della Madonna del Carmine (Via Rubino 125) Santa Messa al termine della quale un corteo di autorità, rappresentanti delle Associazioni e cittadinanza, sfilerà per la città e deporrà una corona d'alloro davanti al monumento ai Caduti in piazza della Vittoria. Per la prima volta tutte le associazioni combattentistiche e d'arma della città si riuniscono ed organizzano, con la collaborazione dell'Archivio Storico Comunale, le iniziative legate all'anniversario della Liberazione di Formia, dimostrando che fare rete è possibile e, soprattutto, come sottolinea Annibale Mansillo, che “il rispetto per la memoria del nostro passato è una condizione imprescindibile per l'impegno nel presente ed una speranza per un futuro di pace”. Partecipano: Associazione Mutilati ed Invalidi di Guerra, Istituto del Nastro Azzurro, Associazione Combattenti e Reduci, Associazione Marinai d'Italia, Associazione Arma Aeronautica, Associazione Carabinieri, Associazione Finanzieri d'Italia, Associazione Polizia di Stato.
 
I Millennials d’Italia lasciano un’impronta. Dai laboratori dei sentimenti, agli innovatori teen
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 04 apr. Al via la seconda edizione del Festival dei Giovani: dal 4 al 7 aprile attesi a Gaeta (LT) attesi migliaia di studenti da tutta Italia. Dopo il successo dello scorso anno, che ha visto la partecipazione di 10.000 ragazzi, il Festival dei Giovani, la prima grande iniziativa pensata, ideata per e con le nuove generazioni, promossa dall’associazione culturale Noisiamofuturo, la Società Strategica Community della giovane imprenditrice Fulvia Guazzone, in collaborazione con il Comune di Gaeta e l’Università LUISS, con il patrocinio del Consiglio regionale del Lazio, il supporto di Wind Tre e con Intesa Sanpaolo ed Eni, entrambi main sponsor, ritorna nella città di Gaeta, arricchita da idee originali e nuovi contest stimolanti che saranno gestiti dagli stessi ragazzi, protagonisti assoluti dell’iniziativa. “E’ un Festival dell’ascolto – spiega l’ideatrice e responsabile Fulvia Guazzone, Ceo & Founder di Strategica Community, la società autrice dei principali format di comunicazione verso giovani – Oggi tutti parlano di giovani, parlano ai giovani. Ma noi siamo convinti che i ragazzi debbano essere maggiormente incentivati ad esprimersi e soprattutto che debbano essere ascoltati, con attenzione e disponibilità al confronto. La prima edizione del Festival è nata su queste basi ed è stata un grande un successo. L’edizione 2017 rafforza questa sua vocazione, è anche sostenuta da una community – NOISIAMOFUTURO® - di decine di migliaia di giovani che condividono idee, talenti, curiosità e comunque voglia di confronto e di crescita”. L’obiettivo di quest’anno è quello di “lasciare il segno”, far parlare di sé una generazione che non si ritrova nelle definizioni che la società le attribuisce comunemente, che desidera diffondere opinioni e proposte, esprimendo liberalmente il proprio talento. “Il Festival dei Giovani - dichiara Giovanni Lo Storto, Direttore Generale della LUISS - è un appuntamento che diventa tradizione. I ragazzi oggi desiderano un luogo per capirsi e per farsi capire, mettendo a fuoco non solo i loro interessi e le loro passioni, ma anche le potenzialità nascoste, per costruire il proprio futuro, con una consapevolezza: che contaminarsi di idee, pensieri, progetti è sempre fonte di arricchimento”. Una kermesse di seminari e dibattiti sulle tematiche più vicine agli studenti: lavoro e impegno sociale, integrazione e multiculturalità, arte, cultura e musica, cucina, ma anche social, politica e attualità nella cornice della cittadina laziale che per il secondo anno consecutivo ospiterà l’iniziativa ed i suoi protagonisti. "Gaeta è pronta – afferma il Sindaco Cosmo Mitrano - ad accogliere nuovamente con entusiasmo migliaia di giovani, consolidando un sodalizio, facendo spazio alla loro creatività, ai loro interessi, accompagnandoli verso percorsi di formazione e lavoro, nella prospettiva di nuove frontiere da raggiungere. La nostra città sarà ancora e per quattro giorni un grande "laboratorio" per il futuro dei nostri ragazzi. Ma il Festival dei Giovani rappresenta per Gaeta anche un'importante occasione per affermarsi nel mercato del turismo giovanile. Vogliamo cogliere quest'opportunità, offrendo non solo preziosi tesori paesaggistici, storici ed artistici, ma anche luoghi ed eventi per momenti di relax e divertimento. Un vivo ringraziamento alla LUISS Guido Carli e a tutti gli sponsor. Un plauso a Strategica Community ideatrice del Festival". Nei 130 eventi in programma al Festival, i giovani si racconteranno e daranno il loro contributo di una generazione che vuole rispondere “all’emergenza futuro” con idee e voglia di fare. Tanti gli ospiti, provenienti dal mondo della formazione e della ricerca che si confronteranno con i Millennials e le tematiche di attualità in programma: dall’immigrazione alla politica; dall’innovazione alla ricerca dal bullismo e i suoi “pentiti” alla parità di genere; dall’Europa all’economia sostenibile, dal tema “Come mi costruisco un lavoro” alla disabilità vissuta in positivo; dal lavoro ai tempi dei social network all’economia circolare. Pierluigi Monceri, Direttore regionale di Intesa Sanpaolo per Lazio, Sardegna e Sicilia: “Intesa Sanpaolo da sempre investe sui giovani perché è attraverso di loro che si costruisce il futuro del Paese. Accompagnare le loro passioni e contribuire a realizzare i loro sogni sono un obiettivo centrale per la nostra Banca e per questo siamo costantemente alla ricerca delle modalità e dei linguaggi più adatti. Il Festival dei Giovani di Gaeta rappresenta un’importante occasione per incontrare e conoscere meglio i nostri ragazzi. Le numerose attività in programma, dalle fabbriche della nostra Formazione al Museo del Risparmio, saranno momenti di confronto e di arricchimento reciproco”. Riflettori puntati anche sull’innovazione e le città del domani per immaginare il mondo che verrà tra nuove tecnologie e i devices digitali ed un villaggio all’interno del Festival che ospiterà droni, robot e nuove tendenze high tech. Per Massimo Angelini, PR Internal & External Communications Director di Wind Tre, “il Festival dei Giovani è un’occasione unica per dare voce alle idee, alle proposte e ai progetti innovativi delle nuove generazioni che guardano al futuro in modo alternativo e fuori dagli schemi. E’ un approccio aperto con il quale ciascuno può scoprire il proprio talento e al quale Wind Tre si sente particolarmente vicina perché è parte integrante del nostro DNA”. Lo sguardo è rivolto non solo al futuro lontano ma anche al futuro prossimo con le attività di orientamento scolastico e professionale, le simulazioni dei test d’ammissione ai corsi di laurea triennale e a ciclo unici, curate dall’orientamento LUISS, che ogni giorno offriranno agli studenti la possibilità di confrontarsi con i contenuti della prova di ammissione dell’Ateneo intitolato a Guido Carli. Spazio, poi, ai sentimenti con i laboratori sulle emozioni, per riflettere sul benessere fisico e psicologico dei ragazzi; sessioni su come imparare a focalizzare i propri sentimenti; ad amare e vivere felici. E ancora, idee a confronto con la formula dei debates sul rapporto genitori-figli, uomo–donna, vegani e onnivori, pro-contro droghe leggere. Tra i partecipanti alla seconda edizione: ben 2.000 i ragazzi coinvolti nel contest La tua idea di impresa, “adolescenti innovatori” che porteranno a Gaeta più di 200 progetti di innovazione; 3.000 aspiranti giornalisti del social journal Noisiamofuturo, la piattaforma dove i ragazzi diventano reporter con video inchieste, articoli e post, scegliendo argomenti che interessano di più tra attualità, sociale, ambiente, scuola e lavoro, salute, cultura e sport e oltre 4000 studenti impegnati in Alternanza Scuola -lavoro  che saranno operativi al Festival con il progetto della Buona scuola. Da segnalare, tra i 130 eventi: Martedì 4 aprile prende il via la redazione del social Journal Noi siamo futuro dove 3000 ragazzi nel corso arricchiranno ogni giorno le pagine virtuali di questo giornale con racconti, video, testimonianze per un diario di bordo virtualmente autentico del Festival e dei suoi protagonisti.  Apertura alle 11,00 del Village della città del futuro, per proiettarsi nel mondo che verrà con nuove tecnologie, droni e architetture digitali. Alle 17,00 Inaugurazione ufficiale con il Vice Presidente della LUISS, Luigi Serra; il Direttore generale dell’Ateneo, Giovanni Lo Storto, le autorità locali e le aziende che hanno supportato l’iniziativa e studenti da tutta Italia. Mercoledì 5 aprile: si parla delle nuove frontiere del terrorismo con Alessandro Orsini, direttore Osservatorio internazionale sulla sicurezza della LUISS ai diritti negati della ricerca al centro dell’incontro con la famosa virologa Ilaria Capua (mercoledì 5 aprile alle ore 12,00) membro CdA dell’Ateneo, che sarà a Gaeta per presentare il suo ultimo libro “Io trafficante di virus”. Alle 15,00 dibattito su Dire no al bullismo con le testimonianze di giovani bullisti pentiti per condividere il loro rifiuto verso questo fenomeno di disagio sociale; Giovedì 6 aprile: Dibattito sul valore della legalità con il Rettore della LUISS Paola Severino, ore 10,00 e, a seguire, 230 idee di impresa a concorso, frutto del lavoro in classe di ben 2000 adolescenti innovativi che presenteranno alle 11,30 le loro proposte originali per il premio Innovazione 2017, in partnership con SFC Confindustria, per un mondo più sostenibile. Venerdì 7 aprile: Risultati del Laboratorio sulle emozioni attivo tutti i giorni del festival, dove un pool di esperti “insegneranno a riconoscere” i sentimenti che, spesso i ragazzi non riescono a mettere a fuoco: dalla rabbia alla vergona; dalla passione all’amore. Alternanza scuola-lavoro a confronto: parlano le aziende ore 11,00; simulazione del test di ingresso LUISS ore 12,00; E ancora, l’evento Dire no al Bullismo, alle ore 15,00 e Giovani in Cantiere in collaborazione con i MIUR, ore 1530. Appuntamento dunque, a Gaeta per sentire, ascoltare e capire la voce di una generazione che ha tanto da dire e da insegnarci.  Per consultare il programma e il calendario degli eventi: www.festivaldeigiovani.it
L’obiettivo far parlare di sé una generazione che non si ritrova nelle definizioni che la società
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 25 feb. L’Università LUISS Guido Carli, in collaborazione con Strategica Community S.r.l., il Comune di Gaeta e Intesa Sanpaolo,  organizza  lunedì 27 febbraio ore 10.00 nella Sala delle Colonne in Viale Pola 12, la conferenza stampa di presentazione della seconda edizione del Festival dei giovani italiani.  Per l’occasione interverranno Giovanni Lo Storto, Direttore Generale della LUISS, il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano, Fulvia Guazzone, Founder & Ceo di Strategica Community, la società ideatrice del Festival e Pierluigi Monceri,  Direttore Regionale per Lazio, Sardegna e Sicilia di Intesa Sanpaolo. Dopo il successo dello scorso anno, il grande evento, pensato e gestito dai giovani per i giovani ritorna nella città di Gaeta, da martedì 4 a venerdì 7 aprile 2017, arricchito da idee originali e nuovi contest stimolanti. L’obiettivo, come sottolinea anche il logo dell’iniziativa, è quello di “lasciare il segno”, far parlare di sé una generazione che non si ritrova nelle definizioni che la società le attribuisce comunemente, che desidera diffondere opinioni e tendenze, esprimendo liberalmente il proprio talento. Una kermesse di workshop, concerti, premiazioni, seminari e dibattiti sulle tematiche più vicine agli studenti: lavoro, impegno sociale, integrazione e multiculturalità, arte e cultura, cucina, intrattenimento e attualità. Ma anche attenzione alla mobilità sostenibile, alla città del futuro e ai grandi temi che scuotono l’Europa: come il tema dell’immigrazione. Anche quest’anno saranno presenti imprenditori, docenti universitari, startuppers, personaggi del mondo della formazione, dell’informazione, dello sport e dello spettacolo per dar voce e valorizzare le proposte dei giovani, protagonisti indiscussi del Festival. La prima edizione ha visto la partecipazione di 10.000 ragazzi, provenienti dalle scuole superiori tutta Italia. Attualmente sono già 4.000 gli allievi degli Istituti superiori impegnati nei progetti di Alternanza scuola lavoro organizzati dal Festival, mentre 3000 sono i giovani aspiranti reporter che già collaborano al social journal Noisiamofuturo, il quotidiano online d’informazione giovanile, creato dall’omonima piattaforma social che raduna migliaia di Millennials lungo lo Stivale. Per l’edizione 2017, attesi migliaia di studenti tra i 16 e i 19 anni dalle scuole di tutta Italia.
Il presente ed il futuro del network Gaeta al centro dell'incontro
immagine
(AGMnews) - Gaeta (LT), 20 gen. Il Presidente Francesco Maria Di Majo per la seconda volta a Gaeta in visita istituzionale, a poche settimane dal suo insediamento al vertice dell'Autorità Portuale di Civitavecchia, Fiumicino, Gaeta. Il Sindaco Cosmo Mitrano lo ha accolto nella Casa Comunale: al centro dell'incontro il network Gaeta con le iniziative a breve, medio e lungo termine. La visita ha anche rappresentato l'occasione per recarsi nelle aree del waterfront di Gaeta Medievale che saranno interessate da una grande opera di riqualificazione urbana, finanziata dall'Authority. Un intervento di restyling di ampio respiro che sarà avviato a breve termine sul Lungomare Caboto, nel tratto che si sviluppa tra Largo Caserta e Piazzale Caboto. Il progetto di riqualificazione è stato presentato a Piazzale Caserta,  zona da cui partirà l'intervento. Presenti anche il Presidente del Consiglio Pina Rosato, e componenti della Giunta e del Consiglio Comunale. "Una visita significativa - dichiara il Primo Cittadino - all'insegna del futuro ma anche delle iniziative a medio e breve termine, che conferma il ruolo crescente di Gaeta all'interno del Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro-Settentrionale. Una presenza istituzionale, quella del Presidente Di Majo,  che dà ancora più energia ai nostri progetti di crescita del territorio, i quali da un lato fanno leva sull'attività del Porto commerciale, e dall'altro puntano sempre più sul turismo crocieristico. In questa prospettiva, il potenziamento delle infrastrutture viarie e delle attività retroportuali diventa assolutamente improcrastinabile.  Lo sviluppo della nostra città, dunque,  deve guardare sempre di più al mare, ed in tale contesto la presenza di Gaeta nel Sistema Portuale, la sinergia interistituzionale con l'Authority sono fattori determinanti. In particolare l'indirizzo strategico prevede una puntuale programmazione volta  a reperire fondi europei, importanti risorse per la crescita del network Gaeta". L'importanza dell'Unione Europea nell'ottica dello sviluppo del Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro-Settentrionale è stata sottolineata dal Presidente Di Majo, che proprio la scorsa settimana, è stato a Bruxelles, per una due giorni fitta di incontri istituzionali presso la Commissione dell'Unione Europea, la Rappresentanza Permanente italiana presso l'UE, la rappresentanza della Regione Lazio e l'ESPO (l'associazione che riunisce tutti i porti marittimi europei). Di Majo ha rilanciato la vocazione internazionale del porto di Civitavecchia e dell’AdSP ed il suo ruolo fondamentale nell'ambito del settore crocieristico, delle autostrade del mare e in quello energetico/commerciale, sottolineando la legittimità del network ad entrare a far parte dei "core ports" europei, in sede di revisione delle reti di trasporto europee. “In tale contesto – ha dichiarato il Presidente Di Majo – è stata ribadita la volontà di completare le opere strategiche infrastrutturali dei tre porti laziali, sia per gli interventi a mare, che per i collegamenti terrestri, in primis ferroviari, avvalendosi del supporto finanziario previsto dal meccanismo per collegare l'Europa (CEF), dall'EFSI (il cosiddetto piano Juncker) e dalla Banca Europea per gli Investimenti, presso la quale si è anche svolto un incontro per valutare l'attivazione di nuove linee di finanziamento”. "Gaeta - ha aggiunto Di Majo - ha tutte le carte in regola per ambire ad  assumere un ruolo importante nel turismo crocieristico. Le sue bellezze paesaggistiche, storiche e artistiche e la sua posizione geografica strategica, situata tra Roma e Napoli, la pongono in una condizione di assoluto privilegio nel percorso da sviluppare per diventare tappa crocieristica. Rilevante sarà poi l'azione da svolgere presso i tour operator perché sponsorizzino la tappa Gaeta. Bisognerà quindi lavorare in modo sinergico con tutti i protagonisti principali della scena crocieristica. Indubbia la positiva ricaduta economica che lo sviluppo del turismo crocieristico avrà sul territorio. Altro settore da implementare nell'ambito della portualità commerciale gaetana è quello agroalimentare, tenendo ben presente che il Lazio ha il primato mondiale in alcune importanti produzioni come ad esempio il Kiwi". "Innegabile, poi,  la valenza del restyling del waterfront nella prospettiva di sviluppo della città - ha rimarcato il Presidente - l'intervento che a breve prenderà il via è di elevato profilo sia in termini economici che di know how applicato,  in grado di contribuire al miglioramento del profilo della città di  Gaeta,  e di proiettarla in quella dimensione moderna e di grande attrattività, propria delle più ambite mete turistiche italiane ed europee". "L'opera di riqualificazione che verrà realizzata sul waterfront di Gaeta Medievale - ha dichiarato il Primo Cittadino - confermerà l'ingresso della città in una nuova dimensione di estetica urbana in cui la bellezza incontra la funzionalità, l'eco sostenibilità, la piena fruibilità: caratteristiche che hanno accompagnato tutti i nostri interventi di riqualificazione del territorio. Abbiamo raccolto una sfida all'inizio del nostro mandato: ridisegnare il profilo della nostra Gaeta, per renderla ancora più affascinante e vivibile sia per i miei concittadini che per i nostri turisti e visitatori. Abbiamo lavorato da subito con impegno per realizzare importanti opere pubbliche e numerosi interventi di decoro e arredo urbano di cui la città avvertiva profondo bisogno. Con la collaborazione di tutti coloro che hanno creduto insieme a noi in questo ambizioso progetto, abbiamo raggiunto i traguardi prefissati. Dopo 20 anni di totale stand by, finalmente, grazie alla costanza nel perseguire gli obbiettivi e alla tenace operatività nel reperimento di fondi della nostra Amministrazione, Gaeta vedrà anche la  realizzazione di questo grandioso progetto, il cui valore economico si aggira intorno ai due milioni e mezzo di euro, completamente finanziati dall'Autorità Portuale. "L'intervento in questione  - ha rimarcato l'Assessore alle Opere Pubbliche Pasquale Ranucci - ha lo scopo di riqualificare un tratto di costa, con la zona immediatamente retrostante, di notevole importanza sia dal punto di vista storico, sia dal punto di vista dell’impatto che ha sul contesto cittadino, in particolare su quello antico di S. Erasmo. Ha l’obiettivo di riordinare questa porzione di città ridisegnando gli spazi pubblici più significativi dell'area, come il lungomare e l'area  verde antistante i Bastioni dell’Annunziata, tentando di riportarli al perduto splendore di un tempo, con la consapevolezza delle sue radici storiche e dei suoi rapporti con il contesto sociale e ambientale circostante. Con quest'opera  si mira ad integrare e ridefinire la strada, i percorsi e gli spazi pedonali, cominciando dagli elementi che costituiscono e dovranno continuare a costituire i cardini del contesto urbano della nostra città".
Un'iniziativa che si terrà presso il Liceo Classino Pollione che unisce 383 liceo classici di tutta Italia
immagine
(AGMnews) - Formia (LT), 06 gen. Nella giornata di venerdì 13 gennaio 2017, dalle ore 18.00 alle ore 24.00, si svolgerà, presso la sede del Liceo classico Vitruvio Pollione di Formia, la 3^ edizione della “Notte nazionale del Liceo Classico”, che quest’anno unisce ben 383 licei classici d’Italia. L’appuntamento, dalle ore 18.00 fino alla mezzanotte presso il Liceo classico Vitruvio, prevede una serie di laboratori, curati in prima persona dagli allievi e ai docenti del liceo, con letture di testi significativi della letteratura classica greco-latina, delle letterature italiana e inglese, nonché della cultura, della filosofia e della scienza moderna e contemporanea, accanto a intrattenimenti teatrali e musicali. Il tema scelto dal nostro liceo è “La voce dello straniero”, perché è un tema antico e moderno, basti pensare all’esule del mondo classico, come l’Enea virgiliano, e al migrante di oggi che, con un viaggio sia fisico che interiore, tenta di affermare la propria dignità di uomo sempre più minacciata dall’odio, dalla violenza e dal pregiudizio. L’iniziativa si prefigge di sensibilizzare l’opinione pubblica e promuovere un indirizzo di studi altamente formativo, capace di suscitare, oggi più di ieri, nuovi stimoli, accendere i più svariati interessi e sviluppare il pensiero critico. Saranno ospiti dell’incontro, con interventi di specifica competenza, personalità di spicco della nostra città: il Sindaco di Formia, dott. Sandro Bartolomeo, il musicista ed etnomusicologo Ambrogio Sparagna, che, in qualità di ex alunno del Liceo classico Vitruvio, accompagnato da Anna Rita Colaianni, offrirà una esibizione del suo riconosciuto talento e repertorio musicale. Interverranno anche ex allievi a testimonianza del valore e della completezza della formazione avuta presso il nostro Liceo. Ospite d’onore Piero Dorfles, noto giornalista, critico letterario e conduttore televisivo, testimone d’eccezione della validità degli studi classici.
Si tratta di Pasqualino De Mattia ideatore del corto che ha lo scopo di porre l’attenzione sull’enorme problema del femminicidio
immagine
(AGMnews) - Cassino - 14 Dic.  Giovedì 15 dicembre 2016 alle ore 17.00 presso la "Sala Restagno" del Comune di Cassino verrà presentato al pubblico il cortometraggio "Ora non puoi più farlo". Il corto,    ideato e prodotto da Pasqualino De Mattia, Presidente dell'Associazione di promozione sociale "ME 'TOO"   è stato prodotto per sostenere e promuovere la campagna di sensibilizzazione nazionale "Non ti amo da morire" che si inserisce nell'ambito delle iniziative legate alla campagna di sensibilizzazione nazionale sui temi del femminicidio. La manifestazione è patrocinata dal Comune di Cassino.
                                                  Programma della serata
Indirizzo di saluti del Dott. Carlo Malia D'Alessandro, Sindaco del Comune di Cassino Dott. Benedetto Leone, Assessore alle Politiche Sociali e della Famiglia del Comune di Cassino Dott.ssa Nora Noury, Assessore con delega alla Cultura del Comune di Cassino. 
Intervengono: Pasqualino De Mattia, produttore ed ideatore del cortometraggio L'Avvocato Maria Luisa Casale dell'Associazione "T'utela i tuoi diritti" La Dott.ssa Mariateresa Conte, Presidente dell'Associazione "Voci nel silenzio" L'Avvocato Roberta De Feo, Presidente dell'Associazione "Tutela i tuoi diritti".
Seguirà dibattito per un felice confronto sulle differ, territoriali in cui le diverse associazioni intervenute si trovano ad operare. 
 
                                            L'evento è aperto al pubblico. 
 
Descrizione "Ora non puoi più farlo": Confronto tra la visione dell'amore dal lato maschile (possesso e sottomissione) e la acquisita consapevolezza dal lato femminile dell'amore malato. Viene lanciato un forte messaggio di speranza per la fuoriuscita dal vortice della violenza e dei soprusi fisici e psicologici. I testi sono scritti dallo psicologo Paolo Miozza in collaborazione con la psicologa Paola Di Sabato. 
 
Per informazioni :Ufficio stampa mdf communication:  marina.defeo@gvilio.it 
Dott.ssa Marina De Feo Cell. 339.60.38.118 Cell 392.04.65.513
Inizio
<< 10 precedenti
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact