Tag Titolo Abstract Articolo
Nuovo atto di organizzazione del settore tecnico - Il Dirigente Marone rivede l’ intero assetto e gli assegna ruoli e compiti di elevata responsabilità.
immagine

(AGMnews) - Isernia,16 Mag.  L’Amm.ne comunale di Isernia  su disposizione  di uno dei  suoi  dirigenti (l’ing. Giorgio  Marone) con determina n. 324 dello scorso 7 maggio ha  rivisto e riassemblato l’intera organizzazione della micro struttura  tecnica - settore 3°- .Tra gli altri ha nominato l’arch Roberto Bucci, inquadrato nella categoria direttiva D1, responsabile del  5° servizio  tra i cui notevoli compiti sono incentrati la gestione delle opere pubbliche e del dissesto idrogeologico più: Programmazione OO.PP.(Triennale/Annuale);Gestione Parcheggi soste a pagamento e ZTL ; Gestione Contratti OO.PP. - Nuove Opere del Settore; Supporto Amministrativo (Ordinanze,Rendicontazioni; Dissesto Idro-geologico (Manutenzioni e Nuove Opere); Viabilità e Segnaletica (Manutenzioni e Nuove Opere).  Nella determina l’Ing Marone, che ricordiamo ha da poco   assunto  la Direzione  del  3° settore – tecnico  -  del Comune di Isernia (ma ha anche  in corso  di  definitivo trasferimento in altra Amm.ne per effetto del suo primo posto  in graduatoria  per    Direttore Generale della Sasi Spa, già Consorzio Acquedottistico di Lanciano), sono stati nominati anche altri responsabili per altrettanti ed importantissimi ruoli e servizi come: nel 1° Servizio (Segreteria di Settore, Relazioni Esterne) con l’ Arch. Maria De Lillo, nel 2° Servizio ( Staff del Dirigente, S.U.A.P)  con la dott.ssa Barbara Di Castro, nel  3° Servizio (Appalti di Lavori, Servizi e Forniture, Impianti a Rete, Uffici Speciali) con la geom. Lucia Carosella, nel 4° Servizizio  (Servizio Idrico Integrato - Gest.Ammin.) il  geom. Walter Iovine; nel 6° Servizio  Patrimonio, toponomastica e protezione civile con l’ ing. Antonio Ricchiuti; nel  7° Servizio Ambiente trasporti e rifiuti con l’ing. Roberto Potena; nel 8° Servizio  Urbanistica  il dott. Enrico Angiolilli e nel 9° Servizio Edilizia Privata  il geom.Maurizio Patete.

 

PS. In allegato i provvedimenti

Interverrano il Segretario Nazionale,Valerio Arenare ed il Dirigente Nazionale, Giustino D’Uva
immagine

(AGMnews) - Isernia, 05 Mag.   Oggi   pomeriggio,5 maggio, dalle ore 16.30, c/o la sala gialla del Palazzo della Provincia di Isernia in via G. Berta 1, si terrà la conferenza stampa di presentazione del sindacato indipendente SINLAI – Sindacato Nazionale dei Lavoratori Italiani. Saranno presenti Valerio Arenare, segretario nazionale, e Giustino D’Uva, dirigente nazionale. Durante la conferenza i relatori affronteranno il tema della crisi economica ed occupazionale che attanaglia il nostro paese e lanceranno le proposte del movimento in tema lavoro, quali il ripristino dell'art.18 dello statuto dei lavoratori, cancellazione della riforma Fornero e del Jobs act, abbassamento dei costi lavoro, rilancio della PMI, il progetto del compra Italiano. Saranno illustrate quindi campagne e politiche portate avanti dal SINLAI in favore dei lavoratori italiani. I relatori sfrutteranno l’occasione per una più ampia e generale riflessione circa la situazione economica ed occupazionale della regione e del Paese

Sulle dimissioni da componente della Commissione elettorale comunale- In allegato tutti i nomi degli scrutatori prossimo 22 aprile
immagine
(AGMNews) -  Isernia, 29 Mar.  In relazione alle dimissioni del consigliere Tonino Antenucci da componente della Commissione Elettorale Comunale di Isernia, il sindaco Giacomo d’Apollonio, quale presidente della medesima Commissione, ha inteso fare alcune precisazioni. «La nomina degli scrutatori – ha ricordato d’Apollonio – avviene secondo tassativa disposizione normativa che prevede l’istituzione di un Albo degli Scrutatori, al quale possono iscriversi, nel Comune di residenza, coloro che possiedono specifici requisiti, il principale dei quali è il godimento dell’elettorato attivo e passivo. La legge prevede, altresì, che la nomina degli scrutatori sia demandata alla Commissione Elettorale Comunale (CEC) e che la designazione degli stessi avvenga all’unanimità. Nel caso non si raggiunga l’unanimità – circostanza che, è bene precisarlo, a Isernia si è puntualmente verificata –, è possibile individuare un’altra procedura per giungere alle nomine. La procedura alternativa, così come ribadito con specifico parere della Direzione Centrale dei Servizi Elettorali, è quella del sorteggio. Il sistema del sorteggio è certamente più democratico rispetto alla scelta dei nominativi stabilita discrezionalmente dai singoli Commissari; e lo è stato ancor di più nell’ultima riunione della CEC di Isernia, poiché di tale Commissione fanno parte due candidati alle prossime elezioni regionali, i quali, se avessero effettuato la nomina senza ricorrere al sorteggio, avrebbero probabilmente dato adito a spiacevoli illazioni».  «Per quanto concerne il nostro Comune – ha aggiunto il sindaco –, durante il periodo in cui l’Ente era retto dal commissario straordinario Saladino, la CEC stabilì di procedere, in caso di consultazioni elettorali, alla nomina degli scrutatori con il “metodo del sorteggio informatico”, ossia far scegliere da un computer, in maniera casuale, i nominativi degli scrutatori, estraendoli dal relativo Albo. Tale procedura, come già chiarito, non lascia spazi alla discrezionalità dei componenti della CEC e assicura anche una effettiva turnazione fra i nominati; infatti, gli scrutatori selezionati in occasione delle recenti elezioni parlamentari sono stati del tutto diversi rispetto agli scrutatori scelti per le imminenti elezioni regionali. Va, però, evidenziato che l’alto numero di iscritti all’Albo, che sono quasi 1800, crea costante difficoltà poiché non pochi sorteggiati rinunciano successivamente alla nomina per l’assenza d’un reale interesse all’incarico, rendendo necessaria la loro sostituzione, con conseguenti complicazioni. Tale problema mi ha indotto, nello scorso mese di febbraio, a invitare costoro, purtroppo senza esito, a chiedere la cancellazione dall’Albo, che è il solo modo per ridurlo e per garantire in futuro maggiori probabilità di poter essere sorteggiato a chi, al contrario, ha un effettivo interesse e bisogno a ricoprire la funzione». «Tutto ciò chiarito – ha proseguito d’Apollonio –, sebbene in linea di principio e di motivazione sociale la proposta del consigliere Antenucci può ritenersi condivisibile o almeno valutabile, essa appare impraticabile per quanto tassativamente stabilito dalla legge e per l’assoluta mancanza di unanimità, giacché anche a voler considerare legittimo che un componente della CEC suggerisca ulteriori criteri per la nomina degli scrutatori, egli non può certamente imporli agli altri componenti, i quali, nel caso di Isernia, restano invece favorevoli al metodo del sorteggio informatico. Pertanto, – ha concluso il sindaco – mi auguro che il commissario Antenucci riconsideri le proprie dimissioni e le ritiri. Lui si è sempre distinto per l’impegno con cui svolge il proprio ruolo e per la particolare attenzione alle necessità dei cittadini. Lo ritengo un importante esponente della maggioranza e un validissimo consigliere comunale».
Il componente e consigliere comunale di Isernia sostiene che gli scrutatori debbano essere scelti in primo luogo tra i disoccupati.
immagine
(AGMnews - Isernia 27 Mar.   Ieri mattina si è riunita la Commissione Elettorale Comunale di Isernia (Presieduta dal Sindaco d'Apollonio e  composta da altri due componenti, (Giovancarmine Mancini e Tonino Antenucci), allo scopo di procedere alla nomina degli scrutatori che saranno destinati agli uffici elettorali di sezione in occasione delle elezioni regionali che si svolgeranno domenica 22 aprile. Al termine della riunione, uno dei tre membri effettivi della Commissione, il consigliere comunale Tonino Antenucci, si è dimesso a causa di dissensi circa i criteri di nomina. 
«Ho preso tale decisione – ha detto Antenucci – poiché, nonostante i miei ripetuti solleciti sull’opportunità di nominare gli scrutatori attraverso parametri selettivi che potessero premiare i candidati che versano in particolari situazioni di disagio economico, nulla è stato fatto in tal senso. Lo scorso 19 febbraio – ha aggiunto – ho inviato una lettera al presidente della Commissione Elettorale Comunale e agli altri due consiglieri comunali che, come me, ne sono componenti effettivi. Con tale nota, ho dapprima evidenziato come la Commissione operi la scelta degli scrutatori attraverso un sorteggio fra tutti gli iscritti al relativo Albo, senza meccanismi di rotazione e di premialità per chi si trova in uno stato di disoccupazione o inoccupazione, e ho poi rappresentato l’opportunità di prevedere dei criteri volti a favorire i cittadini che versano in uno stato di disagio economico, come è stato fatto in molti Enti che hanno già indirizzato così l’operato delle Commissioni Elettorali. Nel contempo – ha continuato il consigliere Antenucci – ho consegnato alla responsabile dell’ufficio elettorale (Caterina Tromba) la bozza d’un Codice di Autoregolamentazione per la nomina degli scrutatori iscritti all’Albo. Questa bozza prevede l’individuazione attraverso il sorteggio con l’applicazione dei principi prima indicati, giacché, purtroppo, si è consolidato uno stato di crisi occupazionale che tutti i giorni mette a dura prova i cittadini, e la nomina degli scrutatori secondo l’attuale sistema non tiene conto in alcun modo dello stato finanziario di coloro che sono iscritti all’Albo, né di un’equa turnazione. Non a caso, con l’avvicinarsi dei periodi in cui si vota, molti cittadini si recano all’ufficio elettorale per chiedere l’iscrizione all’Albo degli scrutatori, segnalando anche il proprio stato di disoccupazione e la conseguente aspirazione a poter essere nominati. A mio giudizio – ha proseguito Antenucci – l’amministrazione comunale ha il dovere di rivolgere, nei confronti delle categorie più disagiate, tutte le attenzioni possibili atte ad alleviare gli stati di difficoltà economica e sociale». Viepiù, con la lettera del 19 febbraio, Antenucci chiese che la Commissione Elettorale Comunale fosse urgentemente convocata per individuare, sempre nell’ambito del sorteggio, alcuni criteri oggettivi di nomina degli scrutatori; criteri che tengano conto principalmente dello stato lavorativo e della condizione reddituale di coloro che manifestano la disponibilità a svolgere tale compito, favorendo, tra gli iscritti, innanzitutto coloro che hanno dimostrato di non svolgere alcuna attività lavorativa o che abbiano un reddito precario. Solo in caso di posti residui – secondo Antenucci – si dovrebbe procedere alla individuazione di ulteriori scrutatori, sorteggiandoli tra i nominativi degli altri iscritti all’Albo.
«Chiesi,  inoltre, – ha concluso Antenucci – che la Commissione Elettorale Comunale discutesse e approvasse, in tempi brevi, il nuovo Codice di Autoregolamentazione, onde giungere ad una sua applicazione in occasione delle elezioni regionali. Ma ciò non è avvenuto. Pertanto ho deciso di rassegnare le dimissioni, non senza aver prima consentito di procedere alla nomina degli scrutatori secondo il consueto sistema, al fine di non ostacolare o ritardare le delicate procedure della macchina elettorale». 
Polemiche sui nominativi sorteggiati. Giovani e meno giovani seppure iscritti nell’ albo degli scrutatori da decenni, si dicono mai estratti.
immagine
AGMnews - Isernia, 14 Feb.  In data 12 febbraio us si è riunita la commissione elettorale del Comune di Isernia presieduta dal Sindaco, Giacomo d’Apollonio, e composta dai consiglieri comunali Vittoria Succi, Tonino Antenucci e Giovancarmine Mancini, con  Segretario Caterina Tromba. La  Commissione , in seduta pubblica, ha provveduto alla nomina degli scrutatori che andranno a formare i seggi elettorali in vista delle prossime elezioni politiche del 4 marzo 2018 (verbale n. 10 del 12/02/2018). Il   criterio di nomina adottato all’unanimità dai componenti la CEC è stato fissato nel sorteggio informatico, gestito dal sistema Maggioli, e il sorteggio è stato eseguito tra tutti coloro che attualmente risultano iscritti all’Albo degli Scrutatori, al fine di evitare qualsivoglia forma di favoritismo o privilegio fra gli innumerevoli aspiranti e soprattutto per garantire la massima trasparenza e le pari opportunità. Tuttavia, al fine di limitare quanto più possibile eventuali polemiche o fraintendimenti che da sempre accompagnano la formazione dei seggi che sembrerebbero “..essere formati sempre dalle stesse persone..”, la Commissione Elettorale informa che concorrono alla formazione dei seggi elettorali non solo gli scrutatori nominati con sorteggio da quest’ultima ma altresì i Presidenti di Seggio, la cui nomina è di specifica competenza della Corte d’Appello di Campobasso secondo criteri propri. Ciascun Presidente di seggio ha poi, la facoltà di indicare, a sua volta e in piena autonomia, una persona di sua totale e completa fiducia che andrà a ricoprire la carica di segretario del seggio elettorale e che dovrà coadiuvare il Presidente di seggio nello svolgimento del suo incarico. Preso atto dell’elevato numero di iscritti all’Albo degli scrutatori del Comune di Isernia ( attualmente pari a n. 1764) e al numero notevole di rinunce che spesso seguono le nomine a scrutatore, la Commissione Elettorale Comunale con l’occasione invita tutti coloro che, seppur ancora iscritti nell’albo medesimo e che non abbiano più un reale interesse a rivestire tale incarico, a presentare apposita domanda scritta di cancellazione dall’albo da indirizzare via mail, con pec o semplicemente a mano all’ufficio elettorale del Comune di Isernia. La riduzione del numero degli iscritti dell’albo in questione in seguito alle cancellazioni garantirebbe per il futuro maggiori probabilità di poter essere sorteggiato a coloro i quali, al contrario, hanno un “reale interesse” a ricoprire tale funzione.
 
Cliccare sul sottostante link pdf per leggere i nominativi degli scrutatori
Una ragazza brillante ed in gamba dedita allo studio e lavoro.
immagine

(AGMnews) – Isernia, 05 Gen. 18 - Al cospetto dei membri dell’Ordine forense di Isernia, riuniti in seduta pubblica,si è impegnata ad “adempiere ai doveri professionali con lealtà, onore e diligenza” la giovanissima isernina   Giulia D’Uva che sancisce cosi l’inizio della sua carriera di Avvocato. La cerimonia,  ha avuto luogo oggi nell’Aula del Tribunale di Isernia .  All’evento era presente, naturalmente, la sua  intera famiglia, visibilmente commossa, perché quella di oggi rappresenta una tappa fondamentale e il coronamento di sforzi e studi  della giovane professionista. Per Giulia, che in tutta la provincia di Isernia  è stata la prima nel 2018 a giurare, finisce una fase importante ma comincia  quello che è il suo percorso lavorativo   iniziando a indossare la toga, che ci auguriamo la porti più’ in alto possibile, viste le sue grandi capacità professionali. All’  “Avvocatessa”  Giulia D’Uva e alla famiglia,   mamma Gabriella,   papà Gianni e    fratello Giustino, le congratulazioni anche da parte della nostra redazione per l’importantissimo traguardo raggiunto

Quello relativo anche agli ultimi 3 anni: dal 2015 al 2017. Il Sindacato CSA non firma il contratto e intraprenderà azioni legali.Prevista altra riunione per il prossimo 28 dicembre.
immagine
(AGMnews) - Isernia, 23 Dic.  Dura nota del sindacato CSA  che attraverso il suo portavoce Feliciantonio Di Schiavi, informa che l’attuale Amministrazione  pentra, avendo avuto altri rilievi d’ordine contabile pervenuti dagli Ispettori MEF,  (per   oltre duecentomila euro), ha dichiarato,durante una  riunione in cui  si discuteva il nuovo  contratto di lavoro  dei  dipendenti comunali, che  non si possono  pagare  le numerose  indennità  accessorie loro spettanti , (tra l’altro   non  hanno  nemmeno percepito quelle  del 2012-2013 e 2014). Questa la vibrata lettera  di protesta di  Di Schiavi e del CSA ,al Sindaco D'Apollonio:
Esito negativo della Contrattazione decentrata Integrativa del 21.12.2017 presso il   Comune di Isernia. A distanza di circa due anni dall’ultima contrattazione e dopo numerose sollecitazioni, diffide, assemblee e manifestazioni varie, ecco che, finalmente, il Comune di Isernia ha convocato le OO. SS e la RSU per le ore 18.00 del 21.12.2017 presso la sede comunale e tutti noi abbiamo pensato che avesse l’intenzione di riconoscere ai suoi dipendenti le spettanze loro dovute sin dall’anno 2012. Sennonchè la Parte Pubblica, apertamente e senza scrupoli e manifestando anche una certa fretta, si è presentata al tavolo con delle proposte che sono state definite dai presenti vergognose e indecenti e precisamente ha chiesto la firma di un contratto che prevedesse l’azzeramento di tutte le indennità spettanti ai dipendenti per gli anni 2015, 2016 e 2017, mentre, per le indennità relative agli anni 2012, 2013 e 2014 per le quali si era impegnata sottoscrivendo i contratti precedenti, ha promesso di pagarle agli inizi dell’anno prossimo.
Ovviamente tutto il tavolo ha respinto quelle assurde proposte. Sempre la Parte Pubblica e sempre senza scrupoli, ha riconvocato il tavolo per le ore 12.00 del 28.12.2017, sperando, probabilmente, che qualcuno allettato da qualche promessa possa sottoscrivere quel contratto. Questo Sindacato CSA, per parte sua, annuncia sin da ora la sua posizione e precisamente chiede che l’Amministrazione:
1. predisponga il Contratto Decentrato Integrativo previsto e prescritto dal CCNL e dalla legge, lo porti al tavolo per l’esame dello stesso e per farlo approvare; 
2. porti al tavolo il FONDO – salario accessorio -  relativo agli anni 2015, 2016 e 2017 diviso anno per anno, esatto e corretto, con le somme da corrispondere ai lavoratori per tutti gli istituti contrattuali, così come previsto
    dal    CCNL e dalla legge;
3. porti al tavolo  il Regolamento per la disciplina, la costituzione e la ripartizione degli incentivi per funzione tecniche; 
4. rilasci con urgenza a tutti dipendenti le schede di valutazione che non ha rilasciato per gli anni che vanno dal 2011 a tutto il 2016 e si prepari per quella del 2017;
5. paghi con urgenza tutte le indennità relative agli anni 2012, 2013 e 2014 che a suo tempo si è impegnata sottoscrivendo i contratti dell’epoca.
 
    In caso contrario il CSA non firmerà alcun accordo ed intraprenderà le azioni del caso.
Dal 1° dicembre si possono presentare le domande
immagine
(AGMnews)  Isernia, 28 Nov.  Dal prossimo 1° dicembre sarà possibile produrre istanza per l’ottenimento del Reddito di Inclusione (REI). L’Ambito Territoriale Sociale di Isernia ha già pubblicato il relativo Avviso con allegato il modello di domanda.  «Il Reddito di Inclusione è una misura di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale introdotta da un apposito decreto legislativo – ha ricordato l’assessore comunale alle politiche sociali Pietro Paolo Di Perna –. È un beneficio economico erogato attraverso l’attribuzione di una carta prepagata emessa da Poste Italiane ed è subordinato alla valutazione della situazione economica e all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa. Il nucleo richiedente – ha aggiunto Di Perna – dovrà possedere specifici requisiti di residenza, anagrafici, economici, familiari e di compatibilità. L’ammontare dell’importo è correlato al numero dei componenti del nucleo familiare e tiene conto di eventuali trattamenti assistenziali e di redditi in capo al nucleo stesso. In ogni caso, l’importo complessivo annuo non può superare quello dell’assegno sociale». Il contributo sarà erogato per un massimo di 18 mesi e saranno sottratte le eventuali mensilità percepite per il Sostegno all’Inclusione Attiva (SIA). Le istanze dovranno essere prodotte presso gli uffici dell'Ambito Territoriale Sociale di Isernia. Per ogni altra utile informazione, si consiglia l'attenta lettura dell'Avviso pubblicato sul sito web http://www.atsisernia.com.
Dalle ore 18,su richiesta dei commercianti in ogni ultimo sabato del mese, fino ad Agosto 2018
immagine
(AGMnews) - V.G. - Isernia 22 Nov. - Piu che innovazione è una rivoluzione  per lo scorrimento del traffico nella città di Isernia. Con ordinanza n. 116/2017, è stata  infatti disposta    l'istituzione di un'isola pedonale lungo Corso Garibaldi da sabato 25 novembre. Su proposta dei commerciati di Corso Garibaldi, è stata autorizzata l' isola pedonale, con atto di giunta comunale,   il cui svolgimento è previsto in ogni  ultimo sabato del mese fino ad agosto 2018. 
L'ordinanza dispone quindi sin  dalla data del 25 novembre prossimo quanto segue:  
1) dalle ore 18 alle ore 21, l’istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata ed il divieto di transito in Corso Garibaldi (tratto compreso tra Via Farinacci e l’uscita del Terminal “Francesco Martino” per lo svolgimento della manifestazione in oggetto;  
2) dalle ore 18 alle ore 22, l’istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata in Via XXIV maggio, lato DX del senso di marcia, nel tratto compreso tra Via Firenze e la prima traversa di P.zza Veneziale per consentire la fermata degli autobus di linea extraurbani e sostitutivi delle F.F.S.S. solo per il tempo strettamente necessario alle operazioni di carico e scarico bagagli e salita e discesa passeggeri; 
3) dalle ore 18 alle ore 22, l’istituzione della sosta degli autobus di linea extraurbani e dei mezzi sostitutivi delle F.F.S.S. in Via XXIV maggio, lato DX del senso di marcia, nel tratto compreso tra Via Firenze e la prima traversa di P.zza Veneziale, con l’obbligo per gli stessi di entrata ad Isernia nord con direzione obbligatoria su Via XXIV maggio; 
4) Al responsabile della manifestazione di osservare le seguenti prescrizioni:
a) Monitorare i varchi di accesso principali e secondari dell’area interessata dalla manifestazione con la presenza fissa di proprio personale all’uopo incaricato.
b) Predisporre adeguati piani di emergenza e di evacuazione con l’esatta indicazione delle vie di fuga, al fine di garantire un allontanamento in forma ordinata.
c) Predisporre un piano di impiego di un adeguato numero di operatori per la regolamentazione dei flussi in caso di evacuazione, osservazione ed assistenza al pubblico.
d) Prevedere spazi di soccorso, agevolmente raggiungibili dai mezzi di assistenza, riservati alla loro sosta e manovra.
e) Assicurare un’adeguata assistenza sanitaria con personale medico e paramedico, con individuazione di aree e punti di primo intervento, fissi e mobili.
f) Predisporre un impianto di diffusione sonora per eventuali avvisi e indicazioni al pubblico da parte dell’organizzazione concernenti le vie di deflusso e i comportamenti da tenere in caso di eventuali criticità.
g) Il rispetto delle ordinanze sindacali circa il divieto di somministrazione e vendita di bevande in bottiglie di vetro e lattine all’interno dell’area eventi.
Colti sul fatto dopo appostamenti della Polizia di Stato di Isernia
immagine

(AGMnews) - V.G. - Isernia,11 Nov.   Si è tenuta stamane, presso la Questura di Isernia,una conferenza stampa  in cui il Questore   Borzacchiello  ha  raccontato punto per punto l’ennesima  brillante operazione di polizia  da cui  è  scaturito l’ arresto  di due pluripregiudicati (uno campano e l’altro di nazionalità serba con regolare possesso  di permesso di soggiorno) . Questi i fatti: Nella serata di ieri alle ore 18:30 nel Comune di Macchia d’Isernia alla Via Marconi e alla via R. Tullio, sono stati perpetrati furti in private abitazioni. La laboriosa attività di indagine posta in essere dalla Polizia di Stato, a seguito degli ultimi furti denunciati nella provincia isernina ha consentito di trarre in arresto in flagranza di reato due pluripregiudicati, uno di origini campane di anni 35 ed il secondo di origini serbe di anni 38 residenti nell’hinterland napoletano. Durante un servizio mirato a contrastare tale fenomeno personale della Squadra Mobile di Isernia notava sulla SS 85 Venafrana un’autovettura con due uomini sospetti che si dirigeva presso questa provincia. Il veicolo veniva pedinato fino all’ingresso del comune di Macchia di Isernia. I due con fare circospetto si portavano verso alcune abitazioni isolate, veniva quindi effettuato un servizio di appostamento che permetteva al personale operante di individuare i 2 soggetti fuoriuscire da un appartamento con alcune buste piene di refurtiva. Il personale della Squadra Mobile interveniva immediatamente al fine di bloccare i 2 individui che in maniera frettolosa salivano sull’autovettura cercando di guadagnarsi la fuga. Si intraprendeva, quindi, un intenso e pericoloso inseguimento sulla S.S. 85 Venafrana, fino al territorio del Comune di Pozzilli (IS), che solo grazie all’audacia ed alla professionalità degli operatori si concludeva con il fermo e l’arresto dei fuggitivi. La brillante operazione ha permesso di rinvenire la merce trafugata consistente in  un ingente quantitativo di argenteria, monili in oro, orologi, quadri, alcolici di pregio ed inoltre di sequestrare attrezzi atto allo scasso nonchè l’autovettura utilizzata dai rei, una FIAT Grande Punto.  Nel corso dell’operazione, a seguito della resistenza posta in essere dagli arrestati due operatori rimanevano contusi, riportando prognosi guaribili in giorni 5 e 6. In questi uffici le vittime, prontamente individuate, formalizzavano l’atto di denuncia/querela riconoscendo gli oggetto trafugati come di loro proprietà che venivano contestualmente restituiti. A seguito delle formalità di rito i 2 soggetti venivano associati alla locale Casa Circondariale a disposizione della Autorità Giudiziaria.  

 

 

Inizio
<< 10 precedenti
Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact