Tag Titolo Abstract Articolo
Regione Molise
Umberto Berardo torna con un suo interessante articolo
immagine
(AGMnews) - Campobasso, 14 Giu.  Umberto Berardo torna con un suo interessante articolo, questa volta sulla Sanità nel Molise  “Il pericolo all'orizzonte che la sanità cessi di essere  un diritto e possa trasformarsi in un business sta diventando realtà”. Quello che è accaduto in Molise sulla tutela della salute nei cinque anni in cui Paolo di Laura Frattura è stato contestualmente presidente della Giunta Regionale e Commissario ad acta per la sanità lo abbiamo descritto in più circostanze. Le difficoltà attuali sul piano della garanzia dei Livelli Essenziali di Assistenza sono sotto gli occhi di tutti soprattutto per le malattie tempo dipendenti, ma anche per le trafile al pronto soccorso per un ricovero o per le lunghissime liste di attesa relative a talune forme di checkup. Altro problema poi è quello dei costi dei ticket delle prestazioni che stanno portando molti pazienti a rinunciare ad accertamenti e cure. Nel programma del prof. Toma avevamo letto la volontà di lottare per un DEA di II livello a Campobasso nella convinzione che ogni regione debba avere diritto ad una tale struttura a prescindere dal numero di abitanti. 
Forse alcuni ritenevano che il nuovo governatore volesse invertire la rotta e potenziare le strutture sanitarie pubbliche convinti che quelle private possano esistere solo in aggiunta alle prime immaginando che in queste debbano essere presenti tutti i servizi e le prestazione ad un livello di eccellenza che dovrebbe essere la normalità. In una recente intervista, rilasciata al giornalista Luca Colella, Toma sembra rovesciare il programma elettorale e, dopo la recente bocciatura dell'integrazione tra l'ospedale Cardarelli e la Fondazione Giovanni Paolo II da parte dei ministeri dell'Economia e della Salute, immagina tra le stesse due strutture un "Consorzio ospedaliero a direzione pubblica" con un unico consiglio di amministrazione fatto da un presidente pubblico, un consigliere pubblico ed uno privato.
Il consorzio avverrebbe su alcune specializzazioni e prestazioni nelle quali anche la struttura privata avrebbe una rilevanza pubblica al di fuori delle quali sarebbe libera senza convenzione di dedicarsi ad attività privata. Toma nell'intervista aggiunge testualmente "In genere poi le strutture private hanno un’efficienza maggiore rispetto alle strutture pubbliche, quindi la Fondazione farà da traino sotto questo profilo, ma la governance deve essere una: un unico Cda che regola i rapporti consortili." "Se non è zuppa, è pan bagnato" si dice in gergo dalle nostre parti.  A meno che non vi sia costretta da ragioni che francamente al momento potrebbero sfuggirci, ci sembra intanto molto difficile che la Fondazione Giovanni Paolo II possa accettare una simile idea di consorzio che creerebbe difficoltà di ordine etico, giuridico oltre che nella gestione dell'urgenza nel pronto soccorso, del personale e nella divisione delle prestazioni tra le due strutture.
Noi pensiamo che una tale proposta sia ancora una volta in linea con l'indirizzo politico di questi ultimi anni che ci sta portando attraverso il meccanismo della cosiddetta rana bollita dritti verso la privatizzazione del sevizio sanitario. È una logica che negli anni d'impegno nel Forum per la Difesa della Sanità Pubblica abbiamo sempre rifiutato nella convinzione che una Sanità Pubblica di qualità sia garanzia di efficienza e di equità per tutti i cittadini.
Noi dal nuovo presidente della giunta regionale ci saremmo aspettati finalmente la convocazione dei comitati di base esistenti in rappresentanza dei cittadini per costruire un'idea di forte rilancio delle strutture sanitarie pubbliche a livello ospedaliero e territoriale eliminando nelle nomine del settore le interferenze della politica. Il dialogo delle amministrazioni con i comitati di base in Molise è stato problematico e purtroppo tale rimane. Il punto ora è che su tale nuovo progetto del governatore nulla si muove da parte dell'opinione pubblica a livello di riflessione, di confronto e di proposta.
Ci sono stati anni in cui questo avveniva in assemblee pubbliche molto partecipate che hanno portato ad una forte coscientizzazione sul tema, ad elaborazioni per un Piano Sanitario Operativo razionale e rispondente alle esigenze reali delle popolazioni, a stesura di documenti e ad azioni di lotta per il contrasto a decisioni ritenute penalizzanti ed inaccettabili per i cittadini. Tale azione di coinvolgimento dell'opinione pubblica malauguratamente non ha più luoghi fondati né sbocchi operativi ed è rifluita unicamente sui Social Network,  in rare e poco idonee azioni informative o in qualche trasmissione televisiva. L'apparire non può sostituire la passione reale sui problemi e sulle ipotesi di soluzione. Il pericolo all'orizzonte che la sanità cessi di essere  un diritto e possa trasformarsi in un business sta diventando realtà. Rinunciare a richieste forti di presenza attiva della popolazione nelle decisioni politiche ed amministrative e ad azioni di lotta allargata ed efficace per tutelare la salute dei cittadini sarebbe un errore omissivo imperdonabile.
Isernia
immagine
(AGMnews) - Isernia 13 Giu.  Giovedì 14 giugno alle ore 17.00 presso la sala consiliare del Comune di Isernia, la dirigenza dell’Isernia FC presenterà i suoi programmi per questa prima fase della stagione 2017/2018. Un passo doveroso per illustrare alla stampa, ai tifosi e all’amministrazione comunale gli intenti in vista del prossimo campionato che vedrà la società biancoceleste impegnata nel campionato di serie D nazionale: “ Abbiamo programmato questo primo incontro perché è giusto fare il punto della situazione con la città di Isernia – dice il vicepresidente Piero Biscotti – la prossima stagione affronteremo un campionato duro ed impegnativo sotto tutti i punti di vista e vogliamo farlo com’è nelle nostre corde, ovvero con serietà, chiarezza e trasparenza. Abbiamo già iniziato a muoverci per fare tutti i passi necessari in vista dei primi adempimenti stagionali, così come stiamo riorganizzando la società e la parte tecnica. Ci saranno anche altri nuovi amici che ci daranno una mano in questa fase così delicata. Nel contempo dobbiamo fare il punto della situazione anche su altre questioni di primaria importanza come l’omologazione dello stadio di contrada Le Piane che, a meno di un mese dall’iscrizione al campionato, è ancora in alto mare.”. 
L’incontro sarà il momento anche per presentare la prima iniziativa dell’Isernia FC, il crowfunding., che più che una raccolta fondi sarà una fidelizzazione dei tifosi per avvicinarli alla realtà della società biancoceleste: “I nostri obiettivi per la prossima stagione saranno anche nel sociale – dice ancora Biscotti – vogliamo entrare nel mondo della scuola, nel mondo della disabilità e della solidarietà, perché il calcio ad Isernia deve tornare il principale veicolo di aggregazione sociale, perché il risultato sportivo è importante, ma l’aggregazione sociale lo è ancora di più”.
Regione Molise
immagine
AGMnews - Campobasso, 12 Giu.  «La buona sanità passa anche attraverso un’efficace comunicazione per un corretto utilizzo dei servizi sanitari. Il deficit comunicativo è, quasi sempre, causa di un alterato rapporto tra le parti, determinando ripetuti ed inutili disservizi, lungaggini e incomprensioni. È questa la ragione che ha spinto Regione Molise, ASReM e Ordini provinciali dei medici-chirurghi e degli odontoiatri di Campobasso e Isernia a intraprendere un percorso comune teso al miglioramento delle più ricorrenti criticità comunicative tra Azienda e operatori e tra operatori e utenti». Lo afferma il presidente della Regione Molise, Donato Toma, in relazione alla nuova campagna di comunicazione messa a punto da Regione, ASReM e Ordini dei medici che prevede, in sostanza, periodiche e capillari campagne divulgative. «Poster informativi – continua Toma - saranno affissi negli studi dei medici di Medicina generale, oltre che in tutti i Servizi territoriali dell’ASReM, e saranno disponibili inoltre sui siti degli Ordini e dell’Azienda sanitaria. Due sono già pronti. Il primo serve a chiarire l’utilizzo e i compiti della Guardia medica. L’altro, invece, è stato progettato per dare una corretta informazione sulla prescrizione e sulla certificazione degli specialisti e dei medici di Medicina generale: quando, come e per cosa rivolgersi al Servizio di continuità assistenziale regionale».  «L’obiettivo ultimo – chiosa il presidente - è quello di giungere, attraverso la conoscenza dei percorsi, a comportamenti virtuosi e corretti da parte di tutti gli attori: cittadini, operatori e Istituzioni». I dettagli della nuova campagna di comunicazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che avrà luogo giovedì 14 giugno, alle ore 16.00, presso la Sala del Parlamentino di Palazzo Vitale. Saranno presenti il presidente della Regione Molise, Donato Toma, il direttore generale della ASReM, Gennaro Sosto, e i presidenti degli Ordini provinciali dei medici di Campobasso e Isernia, Carolina De Vincenzo e Fernando Crudele. Nell’occasione sarà presentato alla stampa anche il nuovo sito web dell’ASReM.
Isernia
immagine
(AGMnews) - Isernia, 12  Giu.   In riferimento alle dichiarazioni rilasciate di recente alla stampa da alcuni rappresentanti dell’associazione ‘Tikanè Assiem’ e riguardanti l’organizzazione della festa di Sant’Antonio, l’assessore alla cultura del Comune di Isernia, Eugenio Kniahynicki, ha voluto fare alcune precisazioni.   «Apprendo con stupore – ha dichiarato l’assessore Kniahynicki –, dagli organi di informazione, che quest’anno, in occasione dei festeggiamenti in onore di Sant’Antonio, l’associazione ‘Tikanè Assiem’ ha annunciato che i concorsi del ‘Cavallo Devoto’ e delle ‘Chiesole’ non avranno luogo per la mancanza di attenzione da parte dell’amministrazione comunale. In merito, faccio notare come tale festa abbia un carattere prettamente religioso e non è organizzata dal Comune, che viene interessato solo per il controllo della viabilità e per il supporto logistico. Con rammarico, devo evidenziare come alcuna richiesta ufficiale sia giunta in proposito né al sindaco né alla mia attenzione, né tanto meno alla polizia amministrativa. Nessun componente della giunta municipale, a quanto mi risulta, è stato contattato, anche solo informalmente, per segnalare criticità di sorta. Questa amministrazione – ha aggiunto Kniahynicki – si è sempre resa disponibile affinché ogni meritoria iniziativa venisse supportata, mettendo a disposizione tutte le proprie risorse per sostenere le manifestazioni culturali che danno lustro alla città. Ritengo che la strumentalizzazione dell’accaduto sia pretestuosa, creata per giustificare difficoltà che non possono né devono essere ricondotte a responsabilità del Comune. Resta ferma la volontà e la collaborazione dell’amministrazione affinché le tradizioni dei cavalli bardati e degli altarini devozionali siano salvaguardate e possano riproporsi. Istituzionalmente, però, dispiace che, invece di cercare il dialogo, si voglia spesso attuare lo scontro attraverso i media e i social. A livello personale – ha dichiarato l’assessore – rincresce maggiormente poiché il concorso del ‘Cavallo Devoto’ è intitolato alla figura di Eduard Visco, alla cui famiglia sono legato da un rapporto di profonda amicizia, stima e rispetto trentennale».
Isernia
immagine

(AGMnews)  - Isernia, 11 Giu.  Ennesima operazione dei Carabinieri per contrastare il fenomeno dei furti e dello spaccio di stupefacenti tra Isernia e altri comuni della provincia. Le prime a cadere nella rete tesa dai militari, sono state due giovani donne di Isernia, bloccate dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, subito dopo aver perpetrato un furto ai danni di due attività commerciali ubicate in una zona del centro cittadino. Recuperata l’intera refurtiva consistente in prodotti di profumeria, generi per l’igiene e derrate alimentari, per un valore economico complessivo di oltre trecento euro. Tutta la merce è stata restituita ai legittimi proprietari, mentre le due donne dovranno rispondere di concorso in furto aggravato. A Rionero Sannitico, invece, i militari della locale Stazione hanno bloccato un’autovettura con alla guida un giovane cuoco isernino. Da una perquisizione personale e veicolare è stato rinvenuto un involucro contenente dosi di hashish. La droga è stata sottoposta a sequestro, mentre il giovane dovrà rispondere di detenzione illegale di stupefacenti. Indagini sono in corso per accertare se le dosi rinvenute erano per uso personale o se destinate all’attività di spaccio. 

Isernia
immagine
(AGMnews) - Roma, 21 Mag.  La Commissione arbitrale europea  con a capo il francese Lakhdar Benchabane  ben supportato dell’ istruttore FIFA italiano Michele Conti ha  scelto  tra i tanti arbitri internazionali, l’arbitro  di Beach Soccer  della sezione AIA di Isernia ,Gionni Matticoli,  a dirigere un’altra  importantissima competizione a livello europeo.Questa volta dovrà recarsi  a Nazarè in Portogallo , tra il 25 maggio e il 3 giugno prossimi dove  si svolgeranno  la “Nazaré Beach Soccer Cup e le competizioni "Euro Winners Cup" maschili e femminili. Nella città portoghese, nota località balneare sulla cosiddetta Costa d'argento, nella cornice dell'Estádio do Viveiro,  nei tre eventi  che si disputeranno si vedranno centinaia di giocatori dei team europei d’élite rappresentare una schiera di nazioni che cercheranno di essere incoronati campioni continentali. Pronto a ripartire per prendere parte a questo grandioso evento organizzato dalla Beach Soccer Worldwide (BSWW), il fischietto pentro Gionni Matticoli, veterano FIFA e della competizione della EWC, di cui ricordiamo la presenza come direttore di gara nella finale  della prima edizione dell'euro winner cup 2013 svoltasi in Italia in  quel di San Benedetto del Tronto.  Quest'anno, inserito nell'ambito più ampio di questa edizione della Euro Winners Cup, si svolgerà un  evento supplementare: la Nazaré Beach Soccer Cup (NBSC). Il turno preliminare della Euro Winners Cup di quest'anno costituisce la prima tappa della NBSC, che si terrà dal 25 al 27 maggio:  La NBSC è aperta a tutti i club che non si sono qualificati automaticamente attraverso il loro campionato nazionale per il Main Round della 2018 Euro Winners Cup. SC Braga of Portugal sarà la detentrice del titolo. Il Main Round inizierà il 28 maggio. 34 squadre prenderanno parte al Main Round - 26 squadre europee e si selezioneranno i secondi classificati che si qualificheranno automaticamente più otto qualificati dal turno preliminare. Le squadre saranno divise in gruppi di quattro. Un minimo delle prime otto squadre si qualificherà per il Main Round e rientreranno in altri due gruppi di quattro squadre, e le due migliori di ogni gruppo, passeranno al turno 16 della Euro Winners Cup e queste partite saranno considerate le semifinali dell'NBSC. I vincitori avanzano ai quarti di finale della Euro Winners Cup che saranno anche come la finale NBSC. Il vincitore dell'NBSC verrà quindi incoronato campione e allo stesso tempo paserá alle semifinali del EWC.
Anche la Women's Euro Winners Cup, alla sua terza edizione, ritorna a Nazaré con le migliori squadre femminili provenienti da tutto il continente che si sfideranno per essere incoronate campioni d'Europa. 
Le fasi finali  di cui tempi (data, ora e direzioni di gara di Matticoli) terremo informati  i lettori, saranno trasmesse in diretta streaming sul sito  www.beachsoccer.com.

Nelle foto Matticoli con i designatori Benchabane e Conti

Attualità
immagine
(AGMnews) -  Bologna, 24 Mag.   Taglio dell’acqua a chi non paga le spese condominiali senza provare di essere in condizioni di indigenza? Ora è possibile, specie dopo l’indicazione del Tribunale di Bologna che, con l’ordinanza emessa il 3 aprile 2018, ha ritenuto di dover aderire a quella corrente giurisprudenziale che non ritiene “intangibili” i servizi di acqua e gas a fronte di una perdurantemorosità del condòmino.
Nel nostro ordinamento – sostiene l’ordinanza – non sussisterebbe un obbligo per i condòmini in regola con i pagamenti di assumersi personalmente, a fini solidaristici, l’obbligazione dei condòmini morosi. Ciò perché, in nome del diritto alla salute, si sacrificherebbero i diritti dei condòmini in regola con i pagamenti che, di fatto, resterebbero gravati di un obbligo di “solidarietà coattiva”
Va ricordato che, con specifico riferimento alla fornitura idrica, esiste una norma (il Dpcm del 29 agosto 2016) posta proprio a tutela degli utenti morosi, ai quali, una volta dimostrato lo “stato di disagio economico-sociale”, deve essere comunque garantito un quantitativo minimo di erogazione del “bene acqua”. Nel caso in questione – un ricorso d’urgenza del condominio che chiedeva al Tribunale di Bologna l’autorizzazione alla sospensione dei servizi di riscaldamento, di acqua calda e fredda e al distacco dell’antenna televisiva centralizzata, in danno di un condòmino in ragione della sua conclamata e ingente morosità – mancava proprio la prova dello stato di bisogno in cui verserebbe il condòmino, mentre per ciò che concerne il servizio di antenna centralizzato non ci sono dubbi sul fatto che lo stesso non rappresenti un servizio essenziale. Conseguentemente, in accoglimento del reclamo, il Tribunale ha autorizzato il condominio a sospendere i servizi di riscaldamento e acqua, nonché al distacco dell’antenna televisiva centralizzata in danno del proprietario dell’appartamento in condominio (in conformità a una decisione del 15 settembre 2017 dello stesso Tribunale).
 
Fonte QuiFinanza

Campobasso
immagine
(AGMnews)  V.G. - Campobasso 15  Mag.  Nelle ultime due settimane, la Squadra di Polizia Giudiziaria ed Amministrativa della Sezione Polizia Stradale di Campobasso ha intensificato i controlli amministrativi sottoponendo ad ispezione quattro esercizi. Tra questi, solo un’attività è risultata essere in regola, mentre sono state contestate infrazioni connesse alla normativa sui rifiuti, ai responsabili di due officine con sanzioni da  516,67 euro ciascuno. La multa più elevata, di 2.582 euro, è stata invece comminata al titolare di un’officina meccatronica (meccanico ed elettrauto), sorpreso a svolgere abusivamente anche l’attività di gommista. Tutta l’attrezzatura utilizzata per l’attività non autorizzata, sottoposta a sequestro, sarà posta in vendita all’asta. Per analoghi sequestri operati sempre dal medesimo Ufficio, si sono da poco concluse le vendite che hanno consentito allo Stato di introitare oltre 4.000 euro. La polizia stradale  fa presente che ulteriori servizi di controlli ad esercizi pubblici sono già stati calendarizzati per il prossimo futuro.

Lazio Meridionale
immagine
(AGMnews) - Fondi (FR),  20 Mar.   Anche quest’anno nell’Aula conferenze dell’Ospedale “San Giovanni di Dio” di Fondi si svolgerà il Corso di chirurgia laparoscopica ginecologica, giunto alla XII edizione. Gli incontri si terranno da Martedì 20 a Giovedì 22 Marzo prossimi e saranno inaugurati dal saluto delle autorità del territorio. Per il Comune di Fondi interverrà il Sindaco Salvatore De Meo, che afferma: «Questo evento rappresenta ed evidenzia l’alta qualità di alcune aree della sanità pontina. Grazie all’esperienza maturata negli anni il reparto di Ostetricia e Ginecologia del “San Giovanni di Dio” di Fondi è di fatto un centro di riferimento provinciale per la chirurgia laparoscopica, con un bacino di utenza che comprende Lazio e Campania». Responsabile del Corso è il Dott. Antonio Soscia, primario del reparto di Ginecologia e coordinatore dell’équipe Chirurgica che, utilizzando da venti anni tale metodica mini invasiva, ha al suo attivo seimila interventi. Il Corso vedrà la partecipazione in qualità di docenti di alcuni tra i più prestigiosi nomi della ginecologia nazionale, quali Giorgio Vittori (Past President SIGO), Roberto Angioli (Direttore della Scuola di specializzazione di Ostetricia e Ginecologia dell’Università Campus Biomedico di Roma), Sebastiano Campo (Professore di Ginecologia e Ostetricia dell’Università Cattolica - Policlinico “Agostino Gemelli” di Roma), Filippo Maria Ubaldi (Direttore clinico dei Centri GENERA di PMA di Roma, Napoli e Marostica e tra i massimi esperti di sterilità di coppia). La laparoscopia è una tecnica chirurgica che consente di operare, utilizzando strumentazione appositamente predisposta, attraverso piccole incisioni di meno di un centimetro. la chirurgia tradizionale, invece, comporta l’apertura dell’addome attraverso un’ampia incisione. Per questo motivo la laparoscopia è meno invasiva della chirurgia addominale tradizionale, permettendo quindi di ottenere notevoli risparmi di tempo e di costi di degenza, soprattutto consentendo alla paziente un rapido recupero della propria attività lavorativa e familiare.
Questa tecnica mini invasiva si è sempre più evoluta negli anni, tanto da essere utilizzata anche per diversi interventi di chirurgi ginecologia oncologica e rappresentando, inoltre, una tappa fondamentale nell’iter diagnostico della sterilità.  Il corso formativo, rivolto a medici specialisti di Ostetricia e Ginecologia e ad ostetriche e personale infermieristico dedicato, ha l’obiettivo di presentare i principi base della tecnica laparoscopica e dello strumento necessario, di fornire tutte le indicazioni cliniche per l’esecuzione degli esami diagnostici, alternando momenti di dibattito e confronto su possibilità e limiti di questa metodica. I discenti avranno modo di interloquire con gli operatori su dettagli tecnici, di effettuare esercitazioni pratiche con pelvic trainer, di assistere “in diretta” dalla sala operatoria ad interventi di laparoscopia diagnostica, miomectomia, isterectomia, endometriosi e soprattutto di cooperare a rotazione con gli operatori docenti durante gli interventi programmati.
Regione Molise
immagine

(AGMnews) - Campobasso, 17 Apr.  Lunedì 16 aprile 2018, presso la Scuola Secondaria di I° dell’Istituto comprensivo Statale “PETRONE” di Campobasso si è tenuto un incontro delle Fiamme Gialle con gli studenti per parlare di cultura della legalità economica nell’ambito della sesta edizione del Progetto. È un’iniziativa che trae origine da un Protocollo d’intesa tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca finalizzata a promuovere, nell’ambito dell’insegnamento “Cittadinanza e Costituzione”, un programma di attività a favore degli studenti della scuola primaria e secondaria. L’intento è di far maturare la consapevolezza del valore della legalità economica, con particolare riferimento alla prevenzione dell’evasione fiscale e dello sperpero di risorse pubbliche, delle falsificazioni, della contraffazione, nonché dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti. Di concerto con il predetto Dicastero, è stato così sviluppato il progetto denominato “Educazione alla legalità economica” che, anche per l’anno scolastico 2017/2018, prevede l’organizzazione, a livello nazionale, di incontri presso le scuole orientati a: - creare e diffondere il concetto di “sicurezza economica e finanziaria”; - affermare il messaggio della “convenienza” della legalità economico-finanziaria; - stimolare nei giovani una maggiore consapevolezza del delicato ruolo rivestito dal Corpo, quale organo di polizia vicino a tutti i cittadini, di cui tutela il bene fondamentale delle libertà economiche. All’iniziativa è abbinato un concorso denominato “Insieme per la legalità” che ha lo scopo di sensibilizzare i giovani, tramite il coinvolgimento delle scuole, sul valore civile ed educativo della legalità economica, nonché in merito alle attività svolte dal Corpo in tali settori, favorendo la loro espressione libera, creativa e spontanea sulla tematica.

Armando Caramanica Editore SrlS Contrada Colle delle Api snc 86100 Campobasso Italia P.iva 01723130702 armandocaramanicaeditore.srls@workpec.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact